Archivi tag: suicidio Ceglie

Indagate a 360°!

Morte studente universitario: la Procura apre un’indagine per istigazione al suicidio

Tanti tasselli non quadrano. Leggi tutto, clicca qui.


 

 

 

Stavolta il Sindaco ha ragione!

GIU’ LE MANI DALL’ALBERGHIERO!

Qua sotto il suo comunicato stampa.
William Klein:
È una situazione a dir poco vergognosa. L’abbandono più assoluto, sporcizia, materiali inerti accantonati ovunque, persino sterco di animali sulle strade di accesso, oltre al totale non funzionamento degli impianti termici di riscaldamento. Per non parlare delle infiltrazioni di acqua e della mancanza di manutenzione di qualsiasi tipo all’interno del plesso.
Oltre diffidare la Provincia e, quindi, il suo Presidente, ne chiedo le immediate dimissioni per la totale incapacità di gestire qualsiasi problematica compresa questa.
 
L’indifferenza, l’abbandono e la trascuratezza dimostrata rispetto alla problematica dell’Alberghiero ha portato quello che doveva essere l’istituto trainante dell’intera provincia e fiore all’occhiello del nostro territorio ad un vero e proprio lager.
Qualora l’Amministrazione Provinciale non dovesse avere le risorse e/o la volontà per ristabilire immediatamente le condizioni di vivibilità, almeno ordinarie, e di decoro, l’Amministrazione Comunale di Ceglie Messapica è disponibile a farsi carico del problema e ad intervenire con risorse proprie.
 
Verrà investito della situazione anche S.E. il Prefetto di Brindisi, che già è a conoscenza della problematica in virtù delle innumerevoli rimostranze e manifestazioni fatte dagli studenti anche negli anni precedenti. A S.E. il Prefetto verrà evidenziata la proposta di intervento da parte dell’Amministrazione Comunale in sostituzione dell’Ente Provincia.
La città non può più aspettare, gli studenti e tutto il personale della scuola non possono più aspettare. I ragazzi che frequentano l’alberghiero “Agostinelli” hanno il diritto di vivere e studiare in una scuola degna di questo nome“.

-Ciao Domenico che ci fai qui?- Stavo passeggiando da solo un paio di sabati fa nel centro di Lecce. Di fronte a me il volto sorridente di Antonello B. Lo conoscevo perchè ogni tanto ci fermavamo a parlare del più e del meno.

-Cosa ci fai invece tu qui! Io ho mia figlia che studia.- Lui mi disse che viveva nella più bella città del mondo, che studiava e chi si arrangiava facendo il cameriere. Era tranquillo e soddisfatto.

NON PENSO CHE SI SIA SUICIDATO!

Antonello B

Strani fenomeni

Anche Nicola Ciracì è rimasto seduto ad aspettare…

Aspettare

 

Adesso a quanto sembra l’attesa è finita. Il lodo Fitto parla chiaro, Nicola Ciracì dovrebbe diventare Deputato dopo le Europee.

.

E dopo le scie chimiche, gli oggetti che s’incendiano da soli

ecco il cielo alla Van Gogh!

Così appariva questa mattina il cielo di Ceglie Messapica subito dopo la violenta grandinata. La foto è di Lello Bruno.

Cugini.

No, a San Michele Salentino i nostri cugini non conoscono assolutamente il sentimento dell’invidia. E’ una comunità abbastanza coesa e solidale. Edmondo Bellanova prova a tenere vivo il ricordo degli episodi che hanno fatto la loro storia e che un tempo si raccontavano davanti al camino o al braciere. Eccone un esempio.

Vendetta

Il 20.10.1907 l’arcivescovo Luigi Morando nomina don Vito Maria Argentieri in sostituzione di Don Pietro Nicola Galetta, primo parroco di San Michele che “… uscito dalla sacrestia, come una furia, ha strappato dalle mani dell’Argentieri il libro pontificale, l’ha gittato in mezzo alla folla dei fedeli e borbottando alcune frasi è uscito di Chiesa. Sembra abbia detto: popolo di San Michele Vendicatemi!” Si vendico da sé edificando la grande chiesa di San Michele Arcangelo! Per saperne di più clicca qui.

Siamo uomini o giornalisti?

Sarà per colpa di Nicola Ciracì…

Il Conservatorio “T. Schipa” di Ceglie Messapica ha organizzato per venerdì 24 maggio, dalle ore 9:30 alle ore 12:00 il 2° Open Day “Promenade in musica per il centro storico” con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e la collaborazione delle Associazioni 72013 e Borgo Antico.
Per l’intera mattinata sarà possibile assistere a concerti e lezioni degli alunni e dei docenti che coinvolgeranno tuttii partecipanti e le scuole di ogni ordine e grado per l’intero Centro Storico di Ceglie Messapica in un percorso che partendo dal Castello Ducale, proseguirà per le chiese di San Domenico, Chiesa Matrice,  San Demetrio, SS. Annunziata, per le piazze Vecchia, Ognissanti, San Martino, e Pinacoteca Comunale.
Alle ore 12:00 presso l’atrio del Castello Ducale si terrà una Jam Session finale che coinvolgerà tutti i docenti e gli allievi del Conservatorio.

Tutte le attività saranno gratuite ed aperte al pubblico.

Il Presidente del Conservatorio T.Schipa di Lecce dott. Nicola Ciracì

.

oppure di Casarmonica

coi suoi giochi tradizionali

comunque, Ceglie si animerà nel fine settimana.


Senza vergogna.

Il Giornalaccio non si smentisce. Questa mattina un articolo rigorosamente anonimo e spudoratamente marchettaro che non rende onore nè all’ordine dei giornalisti nè tantomeno alla categoria degli avvocati. E smettiamola di pubblicizzare le cause.

.

Giornaliste si nasce.

La cronaca nera che diventa racconto. Storie e personaggi che squarciano il monitor e che irrompono nelle nostre vite. La Garcia Marquez in gonnella ovvero, Roberta Grassi ci regala questo capolavoro.

“Era uno, nessuno, centomila. Il signor Di Coste, quando doveva acquistare alberi di agrumi direttamente dalla Sicilia, mister Camposeo quando invece doveva ritirare piante per fantomatici lavori appaltati dal Comune di Manduria. E poi ancora cognomi disparati, con numeri di partite Iva inventati, per ottenere un iPhone o un Blackberry o perfino una stampante o un cordless, roba da poche decine di euro. 

Il personaggio pirandelliano, sebbene qui la frammentazione dell’io non sia affatto un’idea letteraria o una visione dell’umanità ma piuttosto una strategia truffaldina, è Francesco Palmisano, il capo e promotore dell’associazione per delinquere finalizzata alle truffe e a un bel po’ di altri affari illeciti sgominata stamani dai carabinieri. Sono 37 in tutto gli indagati, 19 dei quali raggiunti da misura cautelare chiesta dal pm Marco D’Agostino e disposta dal gip Maurizio Saso.

Più che un provvedimento restrittivo, quello eseguito oggi è un diario investigativo: la giornata ideale del truffatore è strapiena di impegni e di business cui badare. Lo aiuta la compagna, Monica De Stradis, che si finge la sua segretaria. Deve badare ai contratti telefonici fasulli, ai Cud da ottenere e alle credenziali, oltre che sedi fittizie di aziende, per attivare contratti “business” con la Vodafone, ma anche con la Tre e la Wind, e ricevere promozioni, minuti gratis, chiavette Usb per la connettività a Internet, e poi ancora dispositivi dei più vari, altamente tecnologici (parliamo di hi-tech aggiornato al 2010). Continua a leggere qui.

Indagine su un cittadino …

L’articolo di Roberta Grassi mi è piaciuto anche perchè non fa di tutta l’erba un fascio.

Continuano ad imbeccarsi…

E’ accaduto di nuovo. Aveva solo 30 anni!

E pensare che l’altra sera si squarciò il velo pubblico che copre le morti per suicidio. La compagnia infatti dedicò lo spettacolo “U muerte ste buene” a Tommaso e Pierpaolo. Potresti andare da Stefano per vedere se ha qualcos’altro da dire. Clicca qui. Il decesso è avvenuto stamattina a Carbonara ed i funerali si terranno giovedì mattina a Ceglie Messapica alle ore 10. In paese stanno affiggendo le locandine con la foto. La mie più sentite condoglianze alla famiglia.

.

Ore decisive per la formazione delle liste in casa PdL.

Saccomanno teoricamente dovrebbe essere candidato con il partito di La Rissa, ma ha annusato l’aria e non molla lo scranno. Anche l’on Luigi Vitali pretende la riconferma. Aspettiamo qualche ora e vedremo chi la spunterà. Un fatto è certo: Massimo Ferrarese è il loro incubo.

A quanto sembra l’Assessore Angelo Palmisano e il Consigliere di opposizione Tommaso Argentiero continuano ad imbeccarsi sul web. Stefano Menga offre la sua immensa platea aggiornandoci puntualmente e con obiettività. Clicca qui.

Conosco entrambi i contendenti e sinceramente non ho nessuna voglia entrare nel merito della questione però, visto che hanno deciso di utilizzare la rete, vorrei approfittare e chiedere loro di chi è la colpa della distruzione della nostra memoria storica? Perchè NON SEGNALATE ALMENO CON UN CARTELLO la presenza delle Specchie, grotte, Paretoni, monumenti megalitici e tutti il bendiddio che offre il nostro territorio?

DI CHI E’ LA COLPA?

Qua sotto un ottimo esempio di riscoperta della nostra storia collegata con il territorio.

Clicca qui per saperne di più.

Dubbio

Si era tinto tutto di blu.

Mi aveva chiamato Stefano Menga. Era preoccupato per la sorte di questo ragazzo:

– Possibile che nessuno lo aiuta?-

Lo avevo visto qualche gorno fa, camminava con lo sguardo nel vuoto lungo il bordo della provinciale Ceglie-Ostuni. A quanto sembra lo hanno trovato cadavere nella casa paterna nel centro storico di Ceglie Messapica. Si chiamava G.F. ed aveva circa 5o anni.

Per il resto, Vi racconta tutto Stefano. Io personalmente sono SCHIFATO dal lassismo delle autorità competenti. Le situazioni di disagio vanno seguite. Il 26 giugno avevo scritto un post relativo a TRE episodi di soggetti a rischio!


Giornalista o delatore?

Me lo chiedo ogni qualvolta leggo qualcosa sulla Gazzetta del Mezzogiorno edizione di Brindisi che riguarda Ceglie Messapica. Tantissimi articoli relativi a vicende amministrative trattate in ANONIMO! Ad esempio, la storia delicatissima del contenzioso tra il corpo di Polizia Municipale e il Sindaco! L’Anonimo riporta dichiarazioni, frasi virgolettate, riferimenti specifici.

Non mi sembra corretto dal punto di vista deontologico. Gli articoli si firmano! Ritengo che in questo caso bisognerebbe informare subito il Direttore Responsabile della testata. Leggi tutto.

  Gli articoli anonimi,

i campi da golf, le cattedrali nel deserto, il turismo locale… leggi tutto.


Borsa


Long hot summer

anche per “Il Diavoletto

+ 28% gli accessi

in questi primi giorni di luglio

rispetto allo scorso anno!

P.C. 63 anni

(Piromane Cegliese?)

P.C. sta sempre abbasc’ à men’l. Ha precedenti penali. E’ un soggetto pericoloso e violento. Stava dando fuoco in contrada San Polo tra Ceglie Messapica ed Ostuni. Il Circolo SEL Peppino Impastato con un video pubblicato sul Diavoletto ha dimostrato cosa stava succedendo in quella zona. Incendi a ripetizione frutto di una sola mente criminale. Gli uomini della Guardia Forestale di Ostuni si sono allertati e lo hanno colto in flagrante. Ovviamente, conoscendo la pericolosità del soggetto hanno preferito evitare lo scontro diretto considerato che era armato di un piccone. P.C. è stato denunciato ed il Magistrato presso la Procura di Brindisi ha formulato la richiesta di arresto.