Archivi tag: San Raffaele Ceglie

Il Risveglio

Comunicato stampaRisvegli

Centro Risvegli di Ceglie Messapica, c’è finalmente il bando. Ciracì: «Vittoria di tutti, soprattutto mia e di Zullo»

 
La Giunta regionale ha, nei giorni scorsi, deliberato l’Autorizzazione alle procedure di evidenza pubblica per la gestione del presidio ospedaliero di riabilitazione di Ceglie Messapica e, dunque, la realizzazione del cosiddetto “Centro Risvegli” a Ceglie Messapica, con relativi piano occupazionale più tariffe per ricoveri e prestazioni (DGRP n. 1300/2017).
 
«Si tratta di una notizia positiva e importantissima – dichiara l’On. Nicola Ciracì (Direzione Italia) – dopo mesi e mesi d’interessamento e pressioni da parte del sottoscritto, del capogruppo di Direzione Italia nel Consiglio regionale Ignazio Zullo e dei consiglieri comunali cegliesi del gruppo “Liberi e forti; una nostra vittoria politica, insomma, ma principalmente una vittoria della provincia di Brindisi e di tutti che risarcisce i cittadini di tanta Sanità negata dal centrosinistra pugliese».
 
Un polo riabilitativo d’eccellenza, composto da quattro moduli e 45 posti, che finalmente, dopo anni e anni di attesa e promesse, risarcisce in particolare Ceglie Messapica della dismissione dell’ospedale civile.
 
«Che dire? Meglio tardi che mai – prosegue il deputato – sebbene siamo ancora agli albori del procedimento amministrativo, ma per come sembravano essersi messe le cose, questo è già un successo».
 
«Il nostro personale impegno, quello mio, quello di Zullo e quello dei consiglieri comunali cegliesi del gruppo “Liberi e forti” – precisa il parlamentare – non si fermerà certo qui: sin da subito concentreremo le nostre attenzioni affinché sia inserita una clausola sociale a tutela del personale specializzato e affinché l’iter amministrativo sia improntato alla trasparenza e aperto solo a chi sia in possesso dei requisiti di comprovata esperienza scientifica. Ci auguriamo e premeremo in questo senso – continua – a ché l’affidamento in gestione sia duraturo nel tempo e quindi potenzialmente in grado di calamitare l’interesse degli istituti riabilitativi di respiro europeo».
 
«L’aver centrato l’obiettivo del Centro Risvegli – commenta ancora Ciracì – dimostra che la buona politica conduce a ottimi risultati, nell’interesse generale, anche quando le proposte provengono dalle opposizioni e nonostante alcune pensanti assenze nella filiera delle intese istituzionali come, su tutte, quella del sindaco di Ceglie Messapica Luigi Caroli, che si è dimostrato anche in quest’occasione inadeguato nell’affrontare i problemi reali e nel soddisfare le esigenze della sua stessa comunità»
 
«Ma ci sarà tempo e modo per parlare anche di questo – conclude – oggi ci godiamo la buona novella e pensiamo positivo perché è stato fatto un grande passo avanti».
 
Nelle prossime ore, Ciracì, Zullo e i consiglieri regionali di Direzione Italia chiederanno di incontrare Emiliano per avere rassicurazioni sull’iter e sui tempi dei diversi bandi, oltre che per chiedere l’applicazione al personale non del contratto RSA AIOP, ma quello “Sanità”. Solo a partire da questo aspetto si potrà creare un polo riabilitativo di altissimo profilo. 

Arrivare a Ceglie costerà la metà

Al via un accordo tra il Gruppo San Raffaele e Alitalia per garantire condizioni agevolate e tariffe ridotte del 50% ai pazienti (e a un loro accompagnatore) che dovranno raggiungere per motivi di salute una struttura del gruppo. L’intesa coinvolge l’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma, il San Raffaele di Sulmona (L’Aquila) e la Fondazione San Raffaele di Ceglie Messapica (Brindisi). Per saperne di più clicca qui.

Tutto iniziò a Ceglie Messapica

Caro Cataldo Rodio…

Lo sai che la famiglia Angelucci gestisce  a Ceglie Messapica una magnifica struttura sanitaria realizzata con i nostri soldi?

E lo sai che per questa storia è stata richiesta proprio ieri la condanna dell’ex Ministro Raffaele Fitto a due anni ed otto mesi? (clicca)

A quanto sembra qualche giorno fa l’Assessore Fiore aveva deciso…Le parole dell’ assessore Fiore di fatto scrivono la parola fine sul monopolio del consorzio San Raffaele, quello degli Angelucci, che nel 2004 si aggiudicò la gestione di undici delle 16 Rsa di proprietà regionale, messe a gara dall’ Ares ai tempi in cui il dominus alla Regione era Raffaele Fitto… (fonte)

Piccolo problema.

L’Assessore Fiore subito dopo, SI E’ DIMESSO!

Tramonto

Senza più figli da rispettare

All'ombra dell'ultimo sole. Un tramonto di mezza estate nel centro di Ceglie Messapica. Non hanno fatto la guerra, non hanno studiato, non sono emigrati, non hanno rischiato investendo su attività produttive, non hanno votato ai referendum. Non hanno vissuto.
 


MEGAPARCO: 3M verso la rinuncia.
Solre a Cerano: Zamparini getta la spugna.

E' il titolo in prima pagina del Quotidiano di Brindisi.


 In effetti, la storia era iniziata male con un'improvvisazione finita male di un suo delegato, tale Massimo Incagnoli.

Ricordiamoci a all'inizio di gennaio scrivevo su questo blog … La Regione Puglia non ha autorizzato alcun impianto fotovoltaico richiesto dalla 3M Energia di Maurizio Zamparini nel territorio di Brindisi”. Lo precisa la vice presidente della Regione Puglia e assessore allo Sviluppo economico, Loredana Capone, in relazione a notizie pubblicate in questi giorni a proposito di intese raggiunte con i coltivatori per un investimento che Zamparini intende fare nei pressi della centrale Enel di Brindisi con un mega impianto.

 


 

Il tempo comunque passa per tutti.
Questo calendario lo puoi sfogliare.