Archivi tag: sabati briganteschi

Disincanto

Ho lavorato una vita ed ho diritto al vitalizio

Parola del compagno Fausto Bertinotti.

Che faccia tosta! Puoi vederlo qui.

Il mio disincanto ovviamente, non è nei confronti del partygiano Fausto… il mio disincanto è relativo al Sindaco di Villa Castelli.

Com’è possibile? Avete i Sabati Briganteschi, avete un sito archeologico da scoprire e rivalutare ovvero Pezza Petrosa, avete le sorgenti di un fiume (il Canale Reale) in una terra sitibonda da trasformare in oasi, avete una gravina incredibile… avete una stazione e alla fine … vi siete impalati?

Ma vi rendete conto che in quella zona esiste un’area archeologica da scoprire e da rivalutare? La specchia di Facciascquata, il misteriosissimo Paretone del Diavolo, gli strani segni nel terreno visibili solo dall’alto… Ne riparleremo.

Visto? Villa Castelli ha anche la stazione.

Una storia drammatica su Senzacolonne in edicola oggi:

un 64enne in carcere con l’accusa di aver abusato, in chiesa, di un bimbo

Figli di un Nano minore

Il Dopo-Berlusconi nel paesino.

Ma cosa ci fa un sindaco Pidiellino ad un convegno dove si riscrive la storia dei nostri avi ingiustamente definiti Briganti dai nonni di quello sputa-pitìscina* di Bossi ? Nella Zingaropoli Villacastellana infatti ieri per i sabati briganteschi si parlava di Brigantaggio anti-unitario. Davvero anomalo il patrocinio del Sindaco di Ceglie Messapica che avrebbe dovuto portare i saluti. Al suo posto c’era comunque una sedia vuota. Un’assenza giustificata a detta degli organizzatori che comunque non hanno saputo spiegare perchè non ci fosse nessun altro rappresentante istituzionale del Comune di Ceglie.

* termine dialettale che indica la saliva disgustosa delle lucertole.

Il dopo Berlusconi parte seconda.

Riuscitissima la settima manifestazione dei giochi tradizionali che continua anche oggi in piazza Plebiscito. Sotto il patrocinio dell’Amministrazione Comunale Pidiellina. La Moratti direbbe che sono tutte facce da centri sociali.

Il dopo Berlusconi parte terza.

Anche Cosimino Bellanova il patron di ARTE ELEVATA AL COMUNE 2011 mi sembra un poco Comunista.

Clicca sull’immagine.

Anna Maria Mastantuono

aveva provato a contattare il misterioso Uno Qualunque su questo blog. Stranamente da pochi giorni è online un blog di una certa 1qualunque ma penso si tratti di una coincidenza.

L’affresco nel borgo medievale e tante altre storie.

Solo da Stefano Menga. Vai a trovarlo.

 

 

E non dimenticare la versione classica del Diavoletto
clicca sull’immagine