Archivi tag: Riccardo Rossi

Da rottamatore a rottamato!

Eppure con la candidatura di Riccardo Rossi a Sindaco di Brindisi, sembrava che il PD dalle nostre parti stesse cambiando rotta, ma è da brividi sapere che quasi sicuramente candideranno Salvatore Tomaselli e Teresa Bellanova (nata a Ceglie Messapica), quest’ultima nel collegio senatoriale di Nardò e che dovrebbe poi anche guidare la lista PD al plurinominale del Senato Puglia Sud, cioè il Salento.

Ritornando al toto candidati in Provincia di Brindisi aspettando i nomi dei Pentastellati, si sussurra che non c’è nulla per la Lega che dovrebbe avere alla Camera un collegio nel Salento e due nel Barese. Mentre Brindisi Camera dovrebbe andare ai Fittiani. Se la giocano Nicola Ciracì e Vittorio Zizza. Quest’ultimo a quanto sembra dovrebbe tentare di parare qualche rigore in quanto indagato per corruzione. Leggi qui.

Le formiche fanno paura!

.

Ecco cosa ci racconta Riccardo Rossi candidato a Sindaco con Brindisi Bene Comune.

Clamorosa oggi la decisione dei carabinieri di boccare tutta la stampa fuori dai seggi della Salvemini dove voto.
Alle 10.30 mi sono recato alla Salvemini per votare lì come da accordi erano presenti i giornalisti con le loro telecamere per riprendere le mie operazioni di voto, cosa che hanno fatto per tutti gli altri candidati.
Invece i carabinieri hanno fermato tutti, chiesto i documenti di tutti i giornalisti per l’identificazione, quindi hanno chiamato la DIGOS per impedire l’accesso al plesso scolastico. Il tutto avveniva mentre tranquillamente fuori stazionavano vari candidati consiglieri che si intrattenevano con gli elettori.
Dopo circa 40 minuti ai giornalisti è stato riconsegnato il documento e sono andati via.
A quel punto sono entrato nel plesso scolastico per votare e sono stato fermato dai carabinieri che mi hanno detto di votare rapidamente e rapidamente allontanarmi dalla scuola oltre i 200 metri. Il tutto sempre mentre fuori i candidati tranquillamente sostavano …
Ho detto al carabiniere che sono anche rappresentante di lista. Mi ha risposto che non posso farlo. Io gli ho detto che questo deve stabilirlo il presidente di seggio o l’ufficio elettorale del comune di Brindisi e non certo lui.
Ovviamente con gli altri candidati sindaco nessun problema…..tutti ripresi mentre votavano.

A proposito del tipo d’informazione 

locale e della qualità della stessa.

Il Diavoletto è molto seguito, lo sapete benissimo ed a volte al sottoscritto capita di essere redarguito anche per storie trattate da altri ma che anche involontariamente si pensa siano state pubblicate in questo luogo. Mi è capitato ad esempio per la foto dell’auto dei Vigili urbani in piazza Sant’Antonio. Non ho pubblicato nulla a riguardo perchè non mi sembrava un argomento da trattare eppure…

Eppure, c’è chi si indigna per alcune considerazioni “ovvie e banali”. In questo ci vedo una vena di razzismo strisciante. Ve l’immaginate se qualche episodio trattato nei giorni scorsi fosse avvenuto nella zona 167?

Le pagelle ai dipendenti del Comune di Ceglie Messapica.

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno di ieri. Queste cose possono accadere solo a Ceglie”. E’ l’ironico commento di un cittadino alla notizia che in questi giorni sta facendo il giro della città e relativa alle “pagelle” affibiate ai dipendenti comunali in linea con la cosiddetta produttività. Produttività che significa quattrini in più per chi è stato “promosso”. Molte le bocciature e, pare che già siano pronti dei ricorsi. Tra i “bocciati” ci sarebbero, stando a quanto si apprende, anche due autisti di scuolabus – cosa che avrebbe dell’incredibile atteso che costoro svolgono il servizio senza aver, ad esempio, mai fatto un incidente, lasciato qualche bambino per terra o cose del genere. Oppure stride la “bocciatura” dell’economo che in passato ha firmato diversi bilanci e consuntivi.”

Come al solito La Gazzetta da voce anche agli anonimi. Personalmente non capisco perchè i dipendenti del Comune di Ceglie non debbano confrontarsi con la realtà che li circonda. Non sanno che i nostri concittadini stanno avendo difficoltà anche a sbarcare il lunario? Non si rendono conto che in una realtà come la nostra sono di fatto dei PRIVILEGIATI?

Ore 15,00 Speriamo bene!

Intanto constato che Il Diavoletto in questi ultimi quattro giorni ha avuto un picco di accessi.

Per la maggior parte uomini tra i 35 ed i 44 anni e donne tra 25 e 34 anni.