Archivi tag: La Chianca

Povero Vito… sedotto e abbandonato

Il Mitico Vito Argentieri, ormai un cult all’interno della rete glocal ci stava cascando. Il grande giornalista gli aveva affidato l’incarico di fare un preventivo presso qualche tipografia. Dovavano fare un grande giornale dal nome roboante: Affari Cegliesi… poi..

“poi il resto viene sempre da se… io mi dico è stato meglio lasciarci che, non esserci mai incontrati” (Giugno ’73 De Andrè).

Vito Sedotto

Cominciano ad arrivare le prime adesioni all’appello lanciato da Tommaso Argentiero.

“Con Riferimento alla Lettera Aperta di Tommaso Argentiero, Riteniamo di condividere punto per punto le sue preoccupazioni circa il momento difficile che sta attraversando la nostra Ceglie sotto tutti i punti di vista dall’Ordine Pubblico alla crisi economica, dalla trasparenza amministrativa all’aumento delle Tasse. Ma soprattutto siamo preoccupati per la poca Trasparenza amministrativa e l’approssimazione con cui Caroli amministra la nostra Città. Riteniamo che, di fronte a tutto ciò e per il bene della nostra Città non possiamo stare immobili ed aspettare sulla riva del fiume che passi il cadavere. Noi vogliamo contribuire affinchè Ceglie possa essere fiore all’occhiello della nostra Puglia, che sia un luogo sicuro dove i Turisti possano trascorre il periodo di vacanze tranquilli e senza essere disturbati da delinquenti. Vogliamo che ci sia uno sviluppo economico per le nostre attività e che vengano aiutate senza fare fatica a portare avanti la propria attività. Vogliamo chiarezza sui conti pubblici. Ma soprattutto trasparenza amministrativa dove gli atti che i funzionari e la giunta producono siano sufficientemente comprensibili e che l’interesse dell’amministrazione non sia rivolto solo a pochi noti o per clientelismo. Pertanto accogliamo con favore, al di la delle appartenenze politiche, l’appello di Tommaso Argentiero rivolto a tutti i Cittadini, alle Associazioni di categoria e del lavoro, al mondo Cattolico a costituire un Comitato Cittadino per la salvaguardia di una corretta e trasparente azione amministrativa.”

Angelo Gasparro per “La Bussola”