Archivi tag: Ceglie Messapica

Ceglie – Atella, facciamo un gemellaggio.

Clicca qui per leggere tutto

per saperne di più clicca qui

  • AL COLLEGIO DEI REVISORI DEL COMUNE DI CEGLIE MESSAPICA

La situazione finanziaria e contabile di Ceglie Messapica è elemento di valutazione seria da parte di questo Comitato Cittadino Volontario. In più occasioni abbiamo sottoposto alla Vostra attenzione richieste di verifica di atti amministrativi poco chiari e poco trasparenti. Inoltre abbiamo evidenziato elementi amministrativi di possibile non correttezza. Purtroppo, ad oggi, da parte Vostra non abbiamo avuto alcuna risposta e considerazione, ma non sarà certo questo che fermerà l’impegno civico che in questo momento di evidente necessità abbiamo assunto per la nostra città. Pur in assenza di Vostri riscontri noi continueremo ad inviarvi le segnalazioni nelle consapevolezza che un domani non avrete modo e giustificazioni nel dire che “non sapevate” .

Con la presente vogliamo far presente la necessità che da parte Vostra ci sia una attenta valutazione sulla veridicità del Bilancio 2015. In maniera sommaria abbiamo avuto modo di verificare che l’ente non ha provveduto con le risorse del 2015 a pagare spese che con quel Bilancio andavano obbligatoriamente impegnate e pagate. In particolare ci preoccupa la situazione delle spese riferite al personale. Questo modo di amministrare l’ente potrebbe non rendere reale la spesa sostenuta nel 2015 .

In merito facciamo alcuni esempi:

  • i pagamenti verso il Comune di Atella per la Convenzione per l’utilizzo del Responsabile di Area Dott. Guidotti sono fermi a dicembre 2014. L’ente deve pagare tutto il 2015 per una somma di circa 70.000,00 euro-

  • i pagamenti ai Revisori sono fermi al 2^ trimestre 2014, pertanto devono essere pagati due trimestri del 2014 e tutto il 2015 ;

  • i datori di lavoro dei consiglieri comunali dipendenti non ricevono i rimborsi dal mese di novembre 2012;

  • ai consiglieri comunali devono essere versati i gettoni del 2015;

  • la Commissione Paesaggistica per le riunioni del 2015 è stata pagata con il fondi del Bilancio 2016;

  • parte dello straordinario dei dipendenti per l’anno 2015 è stato pagato con i fondi del Bilancio 2016;

  • alla STP l’ultima liquidazione risale ad una fattura di luglio 2015. Di questa fattura fu pagato un acconto di 6.000,00 euro rispetto ai 21.000,00 richiesti. Pertanto, bisogna pagare altri 5 mesi del 2015 ed in più il saldo della fattura pagata con acconto.

Pensiamo, purtroppo, che l’anomalia di questi atti amministrativi segnalati non siano i soli. Sarebbe necessario da parte Vostra una attenta analisi per verificare la veridicità del Bilancio 2015. In merito si ritiene non corretto , per evitare di sforare eventuali parametri o per mantenere equilibri finanziari, trovare l’escamotage di rinviare gli impegni di spesa all’anno successivo. Purtroppo questo modo di fare si trascina da alcuni anni e le conseguenze di questa cattiva gestione amministrativa la pagheranno negli anni i cittadini cegliesi. Inoltre si approfitta dell’occasione per segnalare la mancata approvazione, entro il 28.02.2016, da parte del Consiglio Comunale, degli aggiornamenti e correzioni al Documento Unico di Programmazione (quello del mare a Ceglie e di altri strafalcioni) e tutti sappiamo quanto bisogno ha di essere corretto.

Tommaso Argentiero, Presidente Comitato Cittadino Volontario per la Trasparenza e Legalità degli atti amministrativi del Comune di Ceglie Messapica


Da Pinocchio a Mangiafuoco!

Ricevo e pubblico volentieri questo commento non firmato.

Pinnocchio Perrino

Verissimo! La grande colpa di Nicola rimane quella di aver scelto male Pinocchio, che adesso è diventato Mangiafoco e che aspetta al varco la Fata Turchina.
Il Dio della Biomeccanica ha costruito male il suo androide, i manichini vanno preventivamente lobotomizzati, la prossima volta lo facciamo d’argilla… .Lo chiameremo Golem.
Intanto corre l’obbligo di aborrire Nicola, é lui che ha creato il Mostro.

Due Novembre.

Lello 2 nov

Onorevole Ciracì, ci spieghi Lei!

Il popolo della rete intanto ha capito.

Ho unito il testo di due  dei tantissimi commenti non firmati (ma non per questo anonimi) che stanno pervenendo in queste ore. Di fatto dicono entrambi la stessa cosa.

No PerQua sopra un’immagine del Consiglio Comunale di ieri.

Caro Domenico, anche questa volta ha individuato la parola chiave… comunità! Ma perché a Ceglie siamo una comunità?!? Se così fosse non ci troveremmo in questa situazione, anzi avremmo reagito appunto da comunità e spazzato via in un attimo, il tempo necessario ad esprimere il voto nella cabina elettorale, questa “classe dirigente” che sta portando allo sfascio tutto, ha impoverito la città, riempiendola di debiti, come purtroppo constateremo tra qualche tempo…quando la tesoreria comunale alzerà bandiera bianca e smetterà di finanziare un bilancio ormai palesemente non veritiero! Già oggi questi signori hanno prosgiugato tutte le risorse che saranno disponibili nel 2016 e mi chiedo quando assisteremo anche a Ceglie allo spettacolo, si fa per dire, che i cittadini di Castellaneta stanno vedendo oggi, dove i dipendenti comunali hanno saltato il secondo stipendio consecutivo!!
Il guaio é ancora più grosso, se fosse possibile, perché la cosidetta opposizione é formata da soggetti che non vedono l’ora di essere cooptati dal Sindaco, accomodandosi come mendicanti ai suoi piedi per ricevere qualche briciola, che cade dalla tavola del nostro signore e padrone, perché tale si sente il Rag. Caroli, il padrone di Ceglie, mentre si circonda di giullari, nani e ballerine!! Mi chiedo e dico ma l’onorevole che dice, che pensa…al momento tace, sdegnato forse o come dice qualcuno compiacente regista di questi ripetuti ribaltoni morali e sociali. E che dire della se dicente “sinistra”, anch’essa silente e compiacente, tutta presa dal dimostrare al dominus di essere “opposizione costruttiva”…ma costruttiva de’che?!? Della tomba amministrativa e politica di quella che fu una grande storia e tradizione di valori e di impegno civile?


Tante nuove figure si sono affacciate in politica nell’ultima campagna elettorale e tutto ciò faceva presagire ad un cambio di rotta ,ad un rinnovamento generazionale e morale della politica,ad un eliminazione di quei personaggi seppur giovani anagraficamente ,vecchi nelle modalità di gestire il bene pubblico!Guardando il nuovo cons.comunale quasi quasi si stava realizzando un sogno…Ora invece sembra tutto naufragar…Un uomo solo al comando sempre più borioso che accoglie tutti alla sua corte dispensando favori e disponibilità ,anche coloro che lo avevano attaccato duramente sul piano pubblico e personale…Pseudo politici che sono stati votati per fare opposizione e che invece “affamati” si prostrano ai piedi del Sindaco in cerca di una fetta di torta ,anzi di briciole..Tutti accondiscendenti verso il despota e le sue scelte anche se alcune new entry possono far storcere il naso…Consiglieri di maggioranza minacciati, al primo mugugno, di essere catapultati fuori dai giochi di potere ed eventualmente sostituiti da ribaltonisti dell’ultima ora…Quella ragazza che si professava indipendente e antiCaroliana che si affretta a passare in un partito di maggioranza dalla porta secondaria per prendere un treno che esso stesso la sotterrerà..un sistema malato,una mentalità malata,una gestione affaristica malata che saranno difficile da estirpare,ma che prima o poi finiranno…Confido nelle persone oneste e degne ,nei ragazzi orgogliosi che non scendono in compromessi spiccioli,che credono nella politica delle idee…Suburra deve finire!


Luoghi comuni

Sitibonda Puglia?

In Puglia e nella Valle d’Itria piove in abbondanza. Piove più da noi che a Stoccolma. Il problema è che piove poco in estate. Ma forse non è un problema questo. Se solo riuscissimo a gestire l’acqua così come lo facevano i Messapi…

La foto di copertina è stata scattata stamattina nell’agro di Ceglie Messapica.

In controtendenza

Se clicchi sulla nuvoletta in alto a destra contenente un numeretto entrerai nell’area delle discussioni del Diavoletto.

All’interno di quest’area puoi esprimere oltre che il tuo pensiero e il mi piace anche il non mi  piace. Inoltre, cliccando sulle locandine presenti sulla colonna a fianco potrai leggere e commentare i loro comunicati stampa.

La nuova Forza Italia riparte da Ceglie?

Al seggio

 

MI meraviglio delle vitalità e della partecipazione che sta interessando la nostra cittadina in vista delle primarie di Forza Italia. A Ceglie Messapica si sono formate due liste capeggiate da due giovani speranze piene di voglia di cambiare ovvero: Cristina Elia e Antonella Biasi. Loro non rientrano nello stereotipo dell’attivista di Forza Italia. Cosa sta succedendo? Il dopo Berlusconi sarà così nel resto d’Italia? Ma quanto sono fessi quelli del PD locale, farsi sfuggire un’occasione simile. Secondo me i ragazzi hanno capito tutto e sanno che con quei soggetti hanno tutto da perdere.

 

Ecco uno dei tanti esempi di partecipazione: un comunicato dell’Associazione 72013.

72013

Il 3 e 4 maggio ci saranno a Ceglie le primarie di Forza Italia.
Cristina Elia, componente della nostra associazione ha deciso di candidarsi con una propria lista.
Cristina rappresenta al meglio il nuovo corso di Forza Italia, che vede nelle primarie la vera legittimazione da parte del proprio elettorato, che in tal modo non è più mortificato dalle scelte delle segreterie di partito, dagli equilibri regionali e provinciali, dalle pressioni di organismi che non rappresentano la collettività ma interessi di categoria.
Una scelta, quella di Cristina maturata da tempo, condivisa con numerose persone che hanno chiesto un impegno concreto in politica.
Un gruppo di ragazzi appassionati ed entusiasti nell’unire la propria volontà di rinnovare ed innovare, con indubbia competenza disinteressata e con la consapevolezza che un “un buon progetto” per definirsi tale non può prescindere dall’ascolto e dalla valorizzazione delle esigenze di tutti.
Tutti noi della associazione 72013 siamo lieti di stare a fianco di Cristina e della sua lista, sperando che in tanti lo facciano, garantendo, appunto con il proprio appoggio, l’attuazione del “Progetto Comune”.