Archivi tag: Ceglie food festival

Sono fortunato

Perchè ho avuto la fortuna di essere ritratto dal Maestro Lillino Idrontino che insieme ad altri validissimi artisti sarà presente nella mostra di pittura “In corso d’arte“,  che si svolgerà a Ceglie Messapica nei giorni 11-12-13 agosto 2017, in concomitanza del Ceglie Food Festival, per le vie del centro storico. Per saperne di più, clicca qui. Nell’immagine sotto una sua foto in puro stile anni settanta.

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi e spazio all'aperto

 

 

La favola dell’Estate Cegliese.

.

Cicale o formiche?

A quanto sembra i nostri Amministratori vivono in un mondo fiabesco.

tra l’altro sembra che siano stati infettati dal virus del delirio di onnipotenza. La Giunta Tolemaica prosegue dritta verso il precipizio incurante dei numerosi appelli e segnali che gli giungono da tutte le parti. E va bene fate quel che volete, fate come la cicala della favola, spendete e spandete tanto, settembre poi verrà.

Leggiamo qualche comunicato.

Siamo stupiti nel vedere che l’Amministrazione Comunale abbia già pagato in maniera anticipata Euro 72.000,00 all’Associazione La Ghironda malgrado il Collegio dei revisori dei conti avesse invitato i responsabili dei servizi interessati e tutti i soggetti individuati dal vigente Regolamento sui Controlli Interni ad attivarsi per ottemperare a quanto di anomalo rilevato dallo stesso collegio.
Ci sembra strano tanta solerzia nei pagamenti anticipati per delibere e determine contestati mentre fornitori e imprese locali aspettano mesi per vedere liquidate le proprie spettanze.

Il Sindaco dice che “non c’è stato alcun ricorso all’aumento delle tasse..” nascondendo, come suo solito, ai cittadini la futura batosta TARES che è in arrivo nel mese di dicembre, anche per colpa di quei servizi aggiuntivi di 100.000,00 Euro affidati alla ditta che gestisce il servizio di raccolta rifiuti. Inoltre, nasconde l’ aumento delle aliquote IMU necessario per coprire le pazze spese fatte per questa estate che nonostante superino i 300.000,00 euro hanno portato ad un calo drammatico delle presenze turistiche con ripercussione fisiologica sulle strutture ricettive.
Simbolo della decadenza di Ceglie di questa estate è la sporcizia della piazza e del centro storico ed in particolare gli odori nauseabondi che da settimane escono dalle griglie del sistema fognario senza che nessuno vi abbia posto rimedio.
Inoltre, malgrado i 100.000,00 euro extra-contratto dati alla ditta appaltatrice della nettezza urbana non si è provveduto nemmeno alla raccolta notturna dei rifiuti presso i locali cegliesi, come avveniva negli anni scorsi, creando disagio e causando sporcizia e deposito di buste nelle principali vie cittadini.
Un dato è certo: oramai il Comune di Ceglie è una nave alla deriva senza guida e con a bordo solo dilettanti allo sbaraglio che purtroppo stanno causando seri danni alle casse Firmato: I capogruppo consigliari PdL-DC, Gianfreda Giovanni, Gatti Fabrizio.

Ecco a cosa si riferiscono, clicca qui

COMUNICATO STAMPA

In merito al comunicato stampa del Consorzio turistico Apulia è opportuno precisare che questa Amministrazione comunale è stata sempre disponibile ed ha sempre sostenuto i ristoratori cegliesi, che hanno portato Ceglie ad essere capitale della gastronomia. Basta solo, per esempio, citare la Med School, che tanto successo stà riscuotendo, diretta dalla nostra apprezzata concittadina Antonella Ricci e coadiuvata dagli ottimi schef, sempre cegliesi, Gianni Bellanova, Tiziano Mita, Antimo Savese Vinod Sokar. Per il Ceglie Food festival, è opportuno puntualizzare, inoltre, che si è riusciti ad ottenere un finanziamento comunitario di €.70000,00 , senza spese a carico della comunità cegliese, e che il bando è stato fatto per tempo. E’ stata nominata una commissione di gara, come per legge, presieduta dal RUP (responsabile unico del procedimento) dott. Giuseppe Amico, che ha stabilito AUTONOMAMENTE di aggiudicare la gara .L’amministrazione comunale non poteva e non doveva intervenire nel giudizio della commissione di gara né può intervenire sull’organizzazione dell’evento. Da quanto ci risulta, però, sono stati coinvolti chef cegliesi, che non hanno aderito, per ovvi motivi, ad altri progetti presentati. Evidentemente qualcuno pensa che le gare si possano “pilotare”, ma questa Amministrazione comunale è totalmente estranea a questo modo di fare e a queste logiche. Un consorzio turistico non dovrebbe prendere posizioni politiche, ma pensare al bene della comunità chiunque vinca le gare. E’ questo che lascia veramente perplessi!

Per la questione del ricorso presentato è stato il Tar Lecce stesso a non ravvisare motivi tali da concedere la sospensiva. Cosa poteva fare un’Amministrazione comunale che opera secondo le normative vigenti? Per quanto riguarda la consegna di documenti, bisogna ancora puntualizzare che il Sindaco con nota protocollata ha disposto la immediata consegna dei documenti, in quanto è interesse dell’Amministrazione stessa quello di fare chiarezza sulle procedure messe in atto dalla commissione di gara e da tutte le commissioni di gara per qualsiasi affidamento. Sicuramente la proposta presentata dal Consorzio era valida, non dubitiamo, ma non era l’Amministrazione Comunale a giudicare le proposte ma, ripetiamo, la commissione di gara. Questo chi è a capo di un consorzio così importante dovrebbe saperlo.

I gruppi consiliari di maggioranza: Ceglie prima di tutto,Liberi e forti,Lista Magno,Udc,

Ceglie Gongola, Ostuni Crepa… ldi

.

Ci vediamo stasera a Villa Castelli?

Clicca qui sotto per il video

Il mare tra le terre Mar Mediterraneo / Il mare tra le terre, Mar Mediterraneo.
Ae te tantu ca la storia ne insegna / ca na bandiera libera de russu se bagna / ae te tantu ca la gente supporta / per quistu se ribella cu nu se ide morta / ae te tantu ca ogni pacciu allu potere/ genera li mostri ca li sannu divorare / ae te tantu ca lu mare diffonde/ rabbia e passione se mescanu alle onde.
Dal mare blu ritornerà / abbandonando le guerre verso il mare andrà / dal mare blu da noi verrà/
porterà la Pace nel Mar Mediterraneo.

Col senno di poi…

tutti diranno che alla fine era giusto così però… ricordate cosa successe qualche tempo fa? Con la benedizione di Massimo Ferrarese e con l’aiuto di qualche stupido Ascaro fu costituita la Fondazione della Dieta Mediterranea imponendo come sede Ostuni. Nulla da eccepire nei confronti della Città Bianca dal territorio incantevole e dalle cento risorse culturali e paesaggistiche. Proprio per questo bisogna dare ad Ostuni quello che è di Ostuni ed a Ceglie quello che è di Ceglie ovvero, la tradizione gastronomica unica e millenaria.

P. S. Il successo del Ceglie Food Festival è andato oltre le più rosee previsioni.

Dal Comunicato Stampa.

In due parole: strepitoso successo. Decine di migliaia di visitatori hanno affollato il centro storico di Ceglie Messapica per la due giorni dedicata al Ceglie Food Festival, un coking show unico, con tantissimi chef stellati arrivati da ogni parte d’Italia. Sabato e domenica (11 e 12 agosto) si sono esibiti in piazza Plebiscito regalando, con le loro ricette e la loro simpatia, un momento di vera arte. Ad accompagnarli sul palco, Antonella Millarte, uno dei 200 migliori wine journalist del mondo. Con lei, la prima sera la show girl Rossella Brescia, la seconda Barty Colucci, entrambi particolarmente legati alla loro terra. E, proprio la Puglia, ha fatto da protagonista: gli chef hanno infatti realizzato delle ricette in cui non sono certo mancati i prodotti simbolo del territorio. Ma non è tutto: l’intero centro storico della cittadina è stato letteralmente invaso da stand con le specialità del territorio. Oltre 1 chilometro di percorso in cui è stato possibile assaggiare veri prodotti tipici e specialità agroalimentari tradizionali.
Ma il Ceglie Food Festival è stato anche un’occasione di solidarietà. Grandi adesioni, infatti, per la cena benefica del 10 agosto. Famosissimi chef hanno proposto la loro cucina nel ristorante “Tre Trulli” e l’intero incasso è stato devoluto ai ristoratori terremotati dell’Emilia Romagna attraverso l’associazione “Chef to Chef”.