Archivi tag: Affaritaliani

Perrino getta la spugna!

Galeotta la vignetta di Tonino Saracino

Polpette

Intervenendo nella discussione Angelo Maria Perrino direttore di Affaritaliani.it sedicente* “primo quotidiano on-line” dichiara di avere chiuso con i social cegliesi.Perrino getta la spugna

* Ho fatto un giro in rete ed ho scoperto quel che già sapevo ovvero, che Affari Italiani NON E’ IL PRIMO QUOTIDIANO ON-LINE! Ce lo dice il Corsera (slide 12/18) e trovi conferma anche qui

Ma non è questo il problema. Il vero problema è questo video di cui trascrivo le sue dichiarazioni…

“l’anti-Carolismo viscerale aveva spostato la lotta politica a sistemi che io non posso tollerare… sistemi rilevanti dal punto di vista PENALE! E dunque no, se c’è il penale di mezzo non si può fare, con me non si può fare. La lotta politica si fa a viso aperto, su argomenti espliciti anche duramente, come diceva Voltaire: – non condivido le tue idee ma mi batterò fino alla morte perché tu le possa esprimere- … Benissimo! … Se si cade nel PENALE no! Prendo le distanze. E CI SONO EPISODI DI RILEVANZA PENALE! E INVITO DI NUOVO I COLLEGHI A OCCUPARSENE, A FARE I GIORNALISTI! E poi spiega: “Il penale riguarda l’effrazione della posta, con l’acquisizione di… di…” (contestualmente interviene il Sindaco).

Si riferiva all’Ing. Giuseppe Amico a cui va la mia stima e la mia solidarietà. Ed ecco come i LIBERI GIORNALISTI hanno trattato la vicenda (aspettando pazientemente i riscontri istituzionali e rispettando GLI ESSERI UMANI E LE LORO FAMIGLIE!).

Adele Galetta sulla Gazzetta del Mezzogiorno

Maria Gioia sul Quotidiano

calunnia1

Cosedipazzi

Ammettiamolo, l’On. Nicola Ciracì ha fatto outing. Ha ammesso pubblicamente il suo grandissimo errore politico ovvero, quello di avere puntato su Angelo Maria Perrino, direttore di Affari Italiani che oggi definisce pubblicamente:

VOLTAGABBANA!

Perrino Voltagabbana

Ed ecco cosa succede quando al termine del concerto Angelo Perrino prova a contattare il premio Oscar Giuseppe Tornatore… a quanto sembra questi non gradisce e dice: “No, no, via, no!”

Telefoni cimiteriali.

Ma perchè ce l’hanno con l’Assessora Emanuela Gervasi?

Sono un padre di tre splendide ragazze e non vi nego che quando in Comune incontro l’Assessora, mi compiaccio per il suo entusiasmo giovanile e per la sua voglia di migliorare questa realtà e guardando lei penso alle mie figlie.

Ma davvero lei è come viene descritta qui? 

Vedete un po’ cosa dicono di lei anche nel web.

“L’assessore al ramo pur di fronte all’evidenza (riferito al Cimitero n.d.b.)  non è mai stata nelle condizione di fornire atti d’indirizzo in grado di affrontare e risolvere i problemi vecchi e nuovi. Ella riesce solo a ripetere sino alla noia che da quando c’è lei nel cimitero non ci sono più lamentele, l’unica cosa certa che il cimitero viene gestito da una cooperativa che continua a fare il bello e il cattivo tempo, e ogni tanto si è costretti a chiedere l’ausilio dei carabinieri.”

Dalla parte delle suore.

.

Precisazioni.

In merito all’articolo apparso oggi sulla Gazzetta del Mezzogiorno dal titolo “Scoppia violenta lite in cimitero per l’assegnazione di un loculo”. Considerato che nel precitato articolo si scrive che Due imprese funebri sono in competizione tra loro per ottenere il loculo migliore. – Quel loculo tocca a me-, – No tocca a me.- Che inoltre l’articolista scrive -… si sono ritrovate due Onoranze funebri…-

A seguito di quanto premesso i titolari della Soc. Cooperativa Onoranze funebri Santoro, dichiarano di essere completamente estranei alla lite e che nessun componente della società era presente o ha assistito ai fatti raccontati dall’articolista. Si riservano di agire nelle opportune sedi a difesa della loro onorabilità.

Ad un megadirettore di un portale informativo del nulla a livello Nazionale che spocchiosamente e dall’alto di una superiorità intellettuale del c(##!)  pensa di raccontarci quasi fossimo all’interno di qualche zoo preferisco l’Edgar Lee Masters dei poveri ovvero, il nostro Stefano Menga che ci offre pillole di umana quotidianità. Vai a trovarlo, oggi ci racconta di Pierino che non laverà più, di Massimo che sta aprendo un negozio di sigarette elettroniche e tanto altro ancora. Clicca qui.

 .

Non capisco che senso ha divulgare un video a livello nazionale su Affaritaliani.it dove si mostrano due povere suore che in prossimità del Monterrone a Ceglie Messapica entrano in auto durante una giornata ventosa. Tra l’altro se non erro le due religiose tornavano da una cerimonia funebre di una loro sorella. Se questo è il giornalismo, sono fiero di non appartenere a questa categoria.

Qui potete trovare il video

tra l’altro di una qualità ottima.

Davvero una bella pubblicità per il nostro Salento.