l’epilogo

Sul Diavoletto con altre vignette

Con riferimento all’articolo de L’Espresso in edicola oggi, dal titolo ”Angelucci Connection”, la Famiglia Angelucci comunica di aver dato mandato ai propri legali di perseguire in sede penale e civile il settimanale e l’autore dell’articolo per i gravi e calunniosi contenuti dello stesso, ricordando come analoghi procedimenti sono stati attivati per un altro articolo pubblicato solo qualche settimana fa’ dal medesimo settimanale ai danni dell’On. Antonio Angelucci e per altri ancora in un recente passato. Tali comportamenti – si legge in un comunicato – hanno inequivocabilmente le caratteristiche di una vera e propria campagna mediatica persecutoria, diffamatoria e calunniosa che la Famiglia Angelucci non intende piu’ subire e, pertanto, attivera’ tutte le azioni egali a sua tutela. (Comunicato stampa).

La Famiglia Angelucci,

Il San Raffaele

e Ceglie Messapica.

La gallina dalle uova d’oro della famiglia Angelucci è senz’altro il San Raffaele di Ceglie Messapica. Ricordate le cosidette incompiute?  Poi si compirono. (…) è sotto processo per un appalto da 198 milioni di euro che avrebbero portato Gianpaolo Angelucci, secondo l’accusa, afinanziare illecitamente con 500 mila euro la lista dell’allora Presidente della Regione, Raggaele Fitto, oggi ministro deglia Affari regonali (da l’Espresso di questa settimana).

Una struttura di 54018 metri cubi, che se fosse  intestata a loro porterebbe circa tentamila euro annuali solo di   ICI nelle casse del nostro paesino. Ma a quanto sembra il tutto è interamente intestato all’AZIENDA OSPEDALIERA DI SUMMA.

Il povero Assessore alla sanità Tommaso Fiore guardando il piano di rientro ospedialiero avrà pensato giustamente: perchè Ceglie deve avere due ospedali?

Ingolfati.

La famiglia Angelucci è inoltre proprietaria del quotidiano Libero, che a quanto sembra pur avendo una scarsa diffusione nella nostra terra sta guardando con un occhio particolare questa avventura di Cesare Fiorio e la sua Disneyland del golf in valle d’Itria. 20 campi da golf che sconvolgeranno l’ecosistema.

Figli di un Nano minore

Il Dopo-Berlusconi nel paesino.

Ma cosa ci fa un sindaco Pidiellino ad un convegno dove si riscrive la storia dei nostri avi ingiustamente definiti Briganti dai nonni di quello sputa-pitìscina* di Bossi ? Nella Zingaropoli Villacastellana infatti ieri per i sabati briganteschi si parlava di Brigantaggio anti-unitario. Davvero anomalo il patrocinio del Sindaco di Ceglie Messapica che avrebbe dovuto portare i saluti. Al suo posto c’era comunque una sedia vuota. Un’assenza giustificata a detta degli organizzatori che comunque non hanno saputo spiegare perchè non ci fosse nessun altro rappresentante istituzionale del Comune di Ceglie.

* termine dialettale che indica la saliva disgustosa delle lucertole.

Il dopo Berlusconi parte seconda.

Riuscitissima la settima manifestazione dei giochi tradizionali che continua anche oggi in piazza Plebiscito. Sotto il patrocinio dell’Amministrazione Comunale Pidiellina. La Moratti direbbe che sono tutte facce da centri sociali.

Il dopo Berlusconi parte terza.

Anche Cosimino Bellanova il patron di ARTE ELEVATA AL COMUNE 2011 mi sembra un poco Comunista.

Clicca sull’immagine.

Anna Maria Mastantuono

aveva provato a contattare il misterioso Uno Qualunque su questo blog. Stranamente da pochi giorni è online un blog di una certa 1qualunque ma penso si tratti di una coincidenza.

L’affresco nel borgo medievale e tante altre storie.

Solo da Stefano Menga. Vai a trovarlo.

 

 

E non dimenticare la versione classica del Diavoletto
clicca sull’immagine

Autocensura

Ecco com’era fino a pochi giorni fa

poi, è scoccata la scintilla…

Un bellissimo affresco votivo popolare. La rappresentazione della Vergine e dei Santi Medici nel cuore dell’incredibile borgo medievale di Ceglie Messapica. Stasera alle 18,15 c’è la presentazione dell’opera restaurata. Non mancate. Dove si trova di preciso? Entrate comunque in questa casbah, seguite l’istinto… lo troverete.

Si, è vero, mi sono auto-censurato, ma solo per il bene del mio paese. Come vi avevo raccontato, le strade del paesino di Ceglie Messapica in questi giorni sono molto frequentate da turisti lasciati allo sbando. Non hanno riferimenti, non hanno guide.

Sono i dettagli comunque che fanno la differenza.

Ed il nostro biglietto da visita è quella specie di vetrina arrigginita, pericolosa, coi vetri rotti che si trova su via San Rocco di fronte al Monumento ai Caduti.
Qualcuno mi ha chiesto: -Come mai il Sindaco non ha fatto rimuovere quell’obbrobrio che insiste su area pubblica?-

Non ho saputo rispondergli.

N.B. L’autocensura è a tempo determinato. Se non sarà rimossa entro sette giorni farò una foto-cartolina e la lascerò in bell’evidenza sul blog. Il titolo? SALUTI DA CEGLIE MESSAPICA.

Il potere della DISINFORMAZIONE.
Beppe Grillo si è fatto fottere dalla Gazzetta

Si tratta della storia di uno psicolabile di Ceglie Messapica …
l’avevamo trattata qualche tempo fa insieme a Stefano Menga.

Leggi tutto

 

 

 

BELLISSIMA NOTIZIA!

Francesco Alfonzetti di Francavilla Fontana uccise Elisabeth Lassman, madre della sua fidanzata, per mettere le mani sull’eredità della vittima. Nei giorni scorsi è stato formalmente indagato anche per la morte della ragazza, Eleonora Salomi
La Cassazione conferma l’ergastolo per il primo omicidio del geometra-play boy

di Sonia Gioia » 27 maggio 2011 alle 22:27

Francesco Alfonzetti

Elizabeth Lassman

FRANCAVILLA FONTANA – La prima sezione penale della Corte di Cassazione scioglie i dubbi residui: fu il geometra francavillese Francesco Alfonzetti, 44 anni, a uccidere l’olandese Elisabeth Lasman, 45 anni, madre della giovanissima amante 25enne Eleonora Salomi. La sentenza di terzo grado condanna definitivamente l’imputato all’ergastolo, confermando la sentenza inflitta in primo grado dalla Corte d’assise di Brindisi nel 2007, avallata nel 2009 dalla Corte d’appello di Lecce. La condanna al fine pena mai arriva esattamente una settimana dopo la notifica dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Bari, sulla scorta della richiesta formulata dal pm Renato Nitti, a carico di Alfonzetti, oggi accusato di aver ucciso anche la giovane amante simulandone il suicidio. Leggi tutto.

Balle e sballi

Predica bene, ma razzola male.

Il Consigliere Regionale Euprepio Curto pensa solo ed esclusivamente alla sua caraFrancavilla.

NESSUNO TOCCHI L’OSPEDALE NELLA MERDA!

e per difenderlo, dice all’assessore Fiore che …

il Camberlingo è al collasso, in quanto, a struttura e infrastrutture tecnologiche invariate, su di esso converge l’utenza di quei reparti soppressi in altri ospedali, o, addirittura, quella di ospedali completamente soppressi, come quello di Ceglie Messapico “.

Tra l’altro il Consigliere dovrebbe sapere che Ceglie è MESSAPICA e non Messapico. Comunque, ecco il testo integrale. Leggi qui.

Aspettando l’estate nel paesino.

La valle d’Itria sta diventando la valle dell’Eden. Ma avete visto come vivono al nord, da chi si fanno rappresentare ed a quale livello infimo è arrivato lo scontro politico? Un vecchio rincoglionito che fa le pernacchie ai suoi stessi alleati. Un figlio trota che è diventato il principe azzurro.

Mi sembra ovvio che la gente normale

del Nord Italia abbia voglia di disintossicarsi, di staccare la spina e di provare a vivere un po’ qui da noi in un ambiente incantevole.

Siamo davvero scalognati.

Con una congiuntura così positiva cosa fanno i nostri Amministratori? Vendono solo “balle spaziali”. Venti campi da golf. La Disneyland dei VIP. Cesare Fiorio nella parte di Mel Brooks.

Ed intanto

i tanti turisti che arrivano imparano subito a loro spese cosa significa ospitalità messapica fermandosi in qualche bar nella zona di Sant’Antonio. Qualità, decoro, cortesia, igiene e arredo urbano di eccellenza. Poi fanno un giro sopra San Rocco e ammirano i ruderi di antiche attività commerciali come ad esempio la storica vetrina del negozio di scarp di “Rocc’ Artièr”.

Vabbè va, contenti loro.

Ipocriti e falsi

La resa dei conti

Ormai è finita per l’On. Gino Vitali

parola di Senzacolonne il giornale

amico del suo concittadino Massimo Ferrarese

Non sopporto il galateo

non fa per me,

il politically correct

non so cos’è

e basta con l’ipocrisia, la falsità…

cliccaci sopra è un bel sottofondo per questo post


Il Parry Mason del paesino.

Conosce molto bene il territorio e le persone che lo vivono.

E’ curioso, indagatore e … narratore.

A Stefano Menga non sfugge proprio nulla.

Oggi ci racconta di una truffa sventata presso

lo studio del Notaio di Ceglie Messapica

nonchè di una particolare forma di pubblictà funebre.

Personalmente, vorrei sapere cosa significa la seguente frase:

“Banda e offerta alla Chiesa

Vai a trovarlo clicca qui


  L’EDITORIALE DI UNO QUALUNQUE


* Le opinioni di Uno Qualunque non necessariamente coincidono con quelle del Diavoletto

Ei fu…dal Manzanarre al Reno……

Non c’e’ bisogno di scomodare il milanese Manzoni. Ieri sera a Porta a Porta si e’ consumato il declino di Berlusconi. Ei fu. Il Capo del Governo, colui che dovrebbe rappresentare TUTTI gli italiani, si e’ lasciato andare, con Bonaiuti che annuiva, in uno sproloquio degno di Corona, di Santanche’, di Sgarbi.

Mettiamo da parte le offese a tutti coloro che non la pensano come lui, o meglio, di tutti coloro che non lo vedono come l’UNTO.

Ormai ci siamo abituati, prima ci definiva COGLIONI, adesso senza cervello.

E poi ci tacciano di antiberlusconismo, ma immaginate voi se Obama si fosse permesso minimamente di oltraggiare cosi’ i suoi avversari Repubblicani?

Sarebbe successo che il suo stesso Partito ne avrebbe chiesto le immediate dimissioni.

Ma qui siamo nell’Italietta delle veline, del Grande Fratelle, di Amici, dei Tronisti e chi piu’ ne ha piu’ ne mette.

Da quanto e’ nata, questa TV commerciale ha solo ottenebrato le coscienze. Vedete la sera come si disperano i volti dei concorrenti dei Pacchi nei momenti in cui non riescono a portare niente a  casa.

Siamo la Repubblica delle scommesse on-line, dei pokeristi virtuali, dei Gratta e Vinci , delle slot-machine, ma perche’, come mai la gente sta ricorrendo a questi miraggi?

Mi devo ricredere, forse l’ISTAT sta riacquistando la propria indipendenza dal potere. Meglio non poteva fotografare l’Italia nel momento in cui ha spiegato come si e’ allargata la soglia di poverta’:

Nel contempo l’INPS ha comunicato che il 50% dei pensionati non supera i 500 euro mensili. E il Berlusca continua a dire che l’Italia e’ il Paese dei Balocchi e coloro che non votano il Supremo sono senza cervello.

In un prossimo post scrivero’  di cio’ che mi passa per la testa per un programma da presentare agli elettori nelle  future elezioni politiche che io ritengo gia’ prossime.

Niente piu’ i Di Liberto, le Bonino, Chiti, Sircana, Intini, Mastella, Ferrero, De Castro, Pecoraro Scanio. Gaglione,  e compagnia cantando.

Occorre un Governo serio, un’alleanza PD-SEL-IDV e basta, un’allenza sicura e coesa che si dia delle priorita’ per  venire veramente incontro alla gente…qualunque…ai tanti uno qualunque che devono sopravvivere nel quotidiano.

Chissa’ perche’ sono convinto che vincera’ Pisapiua a Milano e De Magistris a  Napoli.

A risentirci

Vorrei veramente parlarvi di un serio programma che, probabilmente, non piacera’ tanto ai vecchi vertici del Pd, ma piacera’ moltissimo alla gente…qualunque.


La brigantessa di Ceglie.

Il racconto di una storia d’amore e di lotta contro l’oppressore. Menica Rosa Martinelli era la donna di Francesco Monaco, un comandante di una brigata partigiana meridionale. Il potere Sabaudo li definiva in maniera dispregiativa briganti, ma non era vero.

Francesco Monaco fu ammazzato da un traditore nei boschi di Specchia Tarantina.

Michele Ciracì, storico locale ha ormai in tipografia un lavoro che lo ha impegnato per anni. La vera storia della nostra brigantessa.

Sabato 28 maggio sarà a Villa Castelli e relazionerà in merito. Un convegno interessantissimo. Clicca qui per avere più informazioni.

Nella foto: Michelina De Cesare

Rabbrividite

Molto meglio il Regime Fascista,

certamente più democratico. Avete visto cosa hanno combinato ieri? Con un colpo di mano vogliono toglierci il diritto alla vita. Stanno facendo di tutto per ANNULLARE IL REFERENDUM contro il nucleare!

Loro hanno,

noi non siamo.

Dobbiamo comunque ringraziare anche i cosiddetti RESPONSABILI!


Ottima iniziativa davvero però…


Ma li avete visti?

Il paesino si sta riempendo di turisti e visitatori che vagano come sbandati per le stradine del nosro bellissimo centro storico medievale. Quest’estate avremo il pienone grazie anche alla congiuntura internazionale favorevole. Fra una ventina di giorni ad esempio, la televisione nazionale cinese visiterà “Cibus”. Ma è mai possibile che non esista un punto di riferimento? Non dico la Pro-loco, ma il distaccamento locale dell’EPT cosa sta facendo? Qualcuno di voi sa dove si trova? Ce la prendiamo con sette poveri precari e poi …


Era un venerdì 13 ed ecco cosa leggevo sulla seconda e terza pagina di  “Senzacolonne“: (…)  un blog messo a tacere con un escamotage da pirata informatico in grado di far rabbrividire tutti i blogger del mondo. E’ successo a Ceglie Messapica, (ecc. ecc.).

La storia si ripete anche col povero Stefano Menga

e con le sue Cronachette?

Rabbrividite blogger mondiali,

il Grande Pirata Informatico

VI DISTRUGGERA’

Ancora Stanlia

Hanno altro a cui pensare i sette LSU di Ceglie Messapica che ieri mattina si sono incatenati di fronte alla Prefettura. A quanto sembra, oggi saranno ricevuti da S.E. Il Prefetto. Ieri purtroppo non potette riceverli perchè era impegnato con il Sindaco di Brindisi.

Speriamo bene.

Mettiamo da parte la politica ed i veleni.

Ecco il COMUNICATO STAMPA di Toni Matarrelli Consigliere Regionale SEL


Il dramma umano prima della politica. Un sentimento di vergogna mi ha pervaso nel vedere i sette padri di famiglia incatenati ieri davanti alla Prefettura di Brindisi. Immagini che non avrei più voluto vedere, considerato che era stato raggiunto un accordo al cospetto di S.E. Il Prefetto. Provo vergogna e disappunto anche per il fallimento della politica in questa vicenda. L’oggetto del contendere in questo caso è la dignità umana. Una dignità calpestata in nome del nulla amministrativo. In questo caso, spogliandomi dal ruolo istituzionale, mi auguro come persona che si trovi immediatamente un accordo per la stabilizzazione dei sette LSU di Ceglie Messapica ingiustamente umiliati e strumentalizzati. Per quel che mi riguarda, sarò a fianco dei lavoratori e mi batterò insieme a loro fino a quando non sarà risolta questa ignobile situazione e pertanto, spogliandomi dal mio ruolo istituzionale sono disposto a collaborare di concerto con l’Amministrazione locale e con tutti gli altri soggetti legittimati per dare una speranza alle sacrosante istanze dei lavoratori.


Di nuovo bloccato!

Stefano Menga non riesce ad aggiornare  le sue seguitissime cronachette! Secondo me (ed anche secondo lui) la colpa è della piattaforma blogspot che lo ospita. Secondo qualcun’altro potrebbe essere colpa del grande hacker megagalattico che s’impadronisce dei sistemi informatici dei poveri blogger vittime di attacchi terroristici! Aspettiamo domani. Forse Senzacolonne potrebbe pubblicare un paio di paginone.

Io tifo per loro.

Voglia di Sacro.

La storia di quel prete cocainomane mi vomitare. E’ la negazione stessa del concetto di Sacralità di una vocazione. Ma com’è possibile che un personaggio del genere non sia stato espulso dalla Comunità Cattolica? E con l’apologia Berlusconiana della mercificazione del corpo della donna come la mettiamo?

Nonostante loro,

anche nella nostra comunità c’è chi s’impegna con amore e disinteresse per recuperare il ricordo e le icone di una Fede vera e popolare. E’ quasi terminato l’intervento di restauro dell’affresco della Madonna della Croce. Sabato 28 maggio alle ore 18,15 l’associazione “Amici del Borgo Antico” (di cui mi onoro di fare parte), riconsegnerà il prezioso affresco alla cittadinanza.

Specifico che l’immagine non rappresenta il risultato finale del restauro.

Riflettiamo…

Dominique Strauss-Kahn, direttore esecutivo del FMI, ha auspicato l’adozione di una nuova divisa mondiale che avrebbe sfidato il dominio del dollaro e protetto contro le future instabilità finanziarie […] Ha suggerito l’inserimento di divise delle economie emergenti, come lo yuan, in un paniere di monete che, secondo gli amministratori del FMI, potrebbero aumentare la stabilità del sistema globale. […] Strauss-Kahn ha visto un futuro per i DSP (Special Drawing Rights), che sono al momento formati dal dollaro, dalla sterlina, dall’euro e lo yen, ma ha anche detto che sarà necessaria un’attiva cooperazione internazionale per farli funzionare.” (“Il direttore del FMI, Dominique Strauss-Kahn, auspica una nuova divisa mondiale”, UK Telegraph)

Così Strauss-Kahn si è trovato nella stessa cricca di Saddam Hussein e del leader libico Gheddafi, giusto? Forse vi ricordate che Saddam era passato dal dollaro all’euro un anno prima della guerra. Dodici mesi più tardi l’Iraq era invaso, Saddam impiccato e il dollaro era stato rimesso in sella. Gheddafi ha fatto un errore simile quando “ha iniziato a muoversi per rifiutare il dollaro e l’euro e ha richiamato le nazioni arabe e africane all’uso comune di una nuova moneta, il dinaro d’oro.” (“Libya: All About Oil, or All About Central Banking?” Ellen Brown, Op-Ed News)

La Libia da quel momento è stata soggetta agli attacchi delle forze degli Stati Uniti e della NATO che hanno armato un variegato gruppo di dissidenti, persone insoddisfatte e terroristi per deporre Gheddafi e reimporre l’egemonia del dollaro.Leggi tutto.

Troppo facile…

ANTONIO PORTOLANO SU BRINDISIREPORT. Tornano ad incatenarsi, questa volta sotto il palazzo della prefettura. I sette lavoratori socialmente utili di Ceglie Messapica, proseguono la loro battaglia per il lavoro. Avrebbero dovuto essere stabilizzati già nelle scorse settimane, ed invece da oltre un mese non percepiscono stipendio. Dopo lo stop alla deroga assistita, l’amministrazione comunale di centrodestra guidata dal sindaco Luigi Caroli che fa marcia indietro, cancellando l’ipotesi di risoluzione temporanea della vertenza sottoscritta davanti al prefetto. Leggi tutto

foto ed articolo ripresi da 

  BACIATI DALLA FORTUNA

Bellanova Giuseppe, 26-04-69 via Sac. Paolo Lisi, 19, Filomeno Giuseppe 16-09-76 via Don Pietro Lerna 109, Leo Antonio 16-11-1963 via Matteotti 12, Elia Domenico13-07-78 via Dabormida 63, Strada Giuseppina 07-02-56 via Milano 44, Vitale Eliseo04-03-73 via IV Novembe 34, Casalino Anna 18-09-62 via Guido Rossa 29, Santoro Giovanni, 03-04-76 via Lucania 43, Scatigna Piero 03-02-89 via Beccaria 19, Dell’Erba Antonio 08-08-56 via Catullo 17, Tarì Tonino 30-12-73 via Mattarella 44, Trinchera Deborah 11-12-87 via Catullo, 7, Ligorio Mario 12-07-73 via Don Pietro Lerna 26,Suma Adriana 15-07-69 via Papa G. XXIII 9, Vitale Valerio 26-06-78 Via Petrarca 21,Bagnulo Antonio 06-03-74 piazza Giorgo La Pira 6, Faggiano Carmen 11-03-88 via Ceglie Cisternino sn, Faggiano Filomena 20-02-67 via Caracciolo 38, Barletta Giuseppe 24-06-68 via Milano, 8, Chirico Angela 29-12-69 via Firenze 52, Zanone Gabriella 08-05-58 via Milano 8, Fumarola Domenica 06-01-82 via Agostinelli sn, Nacci Maria 01-04-70 vico I Gioberti 16, Suma Anna Maria via Sac Mastro 17, Giordano Annalisa 13-11-77 via Francesco Crispi 61, Suma Addolorata 15-11-1965 via Caracciolo 8, Urso Maria via Mar. V. Maggiore 93, Convertino Donata 28-11-90 via Ceglie Martina sn. Lacorte Maria Grazia 11-09-60 via Tomasi da L. 5, Urso Graziella01-05-71 piazza Campanella sn. Cancellieri Giuseppe 05-01-51 via S. Antonio Abate sn.Castellana Patrizia 19-09-75 via Don Cesare Elli 9, Fumarola Lucia 17-12-77 via Nisi-Galante-Garg. sn, Argentiero Maria 21-12-64 via P.B. Golizia 34, Argentiero Vito 13-8-87 via Dalmazia 36, Gianfreda Elsa Ernestina 28-02-84 via Fedele Grande sn.  Barletta Cataldo 20-06-66 via P. Gatti 22, Lerna Piter 27-07-81 vico I San Vito 10,Vitale Maria Filomena 04-09-70 via Vito Vitale sn, Chirico Pietro 05-1-77 via Emilia Romagna 4, Palmisano Massimiliano Domenico 24-11-86 via Fedele Grande 66/B,Venerito Rosa 09-08-79 via Matteotti 41, Elia Angela 09-07-63 via C.Marchesi 5,Milone Vincenzo 20-03-47 via Nizza 36, Salonna Enzo 15-09-75 via Napoli 36,Filomeno Vitalba 24-06-80 via Messapia, 9, Loparco Rocco 28-10-68 via D. Chiesa 6,Palmisano Rocco 18-09-63 via Salerno 5, Ugenti Domenico 06-01-68 via Martiri delle F. 38, Roma Oronzo Christian 08-08-63 via Fedele Grande snc, Tarì Maria 20-01-82 via Catanzaro 21, Trinchera Vincenzo 10-12-80 via Catullo 7, Caliandro Giovanni 19-05-66 via Benevento 9, Lunetti Cataldo 28-06-59 via Daunia sn. Salonna Stefania21-05-78 via Einstein 20, Elia Piero 24-01-72 via Ceglie Villa C. sn. Leone Rossana 04-06-66 via Messapia 3, Ligorio Maria 14-12-86 via Salvemini 23, Tunno Emanuele Pompeo 31-12-85 via Colombo 3/B, Barletta Maria Addolorata 09-03-65 viale Risorgimento 47, Francoso Donato 18-04-87 via Caserta 17/B, Vitale Angela 10-01-59 via Caserta 25, Semeraro Adriano 02-02-72 via Toscanini 4, Sisto Maria Teresa02-10-60 via Murigini 31, Vitale Antonia 10-01-63 via Ceglie Villa C. 32.

Sabato scorso, con un sorteggio elettronico
sono stati scelti questi scrutatori
per i referendum a Ceglie Messapica.

Tu prova ad avere un mondo nel cuore

e non riesci ad esprimerlo con le parole,

e la luce del giorno si divide la piazza

tra un villaggio che ride e te, lo scemo, che passa,

e neppure la notte ti lascia da solo:

gli altri sognan se stessi e tu sogni di loro.

(Un matto – De Andrè)

Le locandine di Casarmonica sono sempre sconvolgenti.

Riescono a farci riconoscere ed elevare a personaggi

le persone che quotidianamente ignoriamo.

Troppo facile… davvero!

E che ci vuole. Fare un giro per le campagne. Scattare una foto o fare una ripresa video, pubblicarla sul blog ed avere la coscienza a posto. Visto? Abbiamo fatto opposizione!

Lo stesso discorso vale per i sette LSU di Ceglie Messapica (a cui va tutta la mia personale solidarietà). Tanto casino e poi alla fin fine l’importante è ottenere la visibilità ed il risultato per i professionisti della politica.

http://static.youreporter.it/player/embed.swf

Eppure in questo luogo (ma anche su Cronache e cronachette, Ahi Ceglie e Le Mie Radici) abbiamo parlato e portato avanti battaglie molto ma molto delicate.

Il mercato s/coperto, il fotto-voltaico selvaggio, la grande truffa dei campi da golf.

Non sono argomenti importanti questi?

La mia opimnione personale è che alla fin fine esiste un tacito accordo di non aggressione tra questa Amministrazione ed i sedicenti consiglieri del Centro-Sinistra.

Il blog che vanta innumerevoli tentativi di intimidazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: