Parla la Vivaldi

Caro Diavoletto,

in riferimento all’articolo anonimo pubblicato in data odierna sulla Gazzetta del Mezzogiorno tengo a precisare che si tratta di un articolo privo di qualsiasi fondamento. Non è assolutamente vero che sono stata ricoverata in ospedale per intossicazione. La verità e che in ospedale a Francavilla Fontana ho un parente al quale ci tengo tantissimo.

A quanto sembra, la stampa locale dimentica di pubblicare articoli relativi alla mia professione di attrice e presentatrice televisiva soffermandosi invece su cattiverie e maldicenze.

Posso anticipare che tra un po’ uscirà un film horror nel quale sono una delle protagoniste dal titolo “L’apocalisse delle scimmie” con la regia di Romano Scavolini.

Preciso inoltre che sono onorata di essere di Ceglie Messapica e sono sempre felice di ritornarci nelle pause del mio lavoro stressante sempre in giro tra Milano e Roma.

Firmato: Francesca Vivaldi

Il fine giustifica i mezzi.

E se il Diavoletto usa Francesca, Vauro utilizza Sara.

Meglio loro della Fornero.

Ipocriti

A questo punto non sarebbe meglio una

Dittatura?

Notizia alla… Stefano Menga

A quanto sembra la/il … come si dice? Sorella? Fratello? Transessuale? di un noto barista di Ceglie Messapica il cui nome d’arte è Francesca Vivaldi, è stata ricoverata/o in ospedale a Francavilla Fontana per intossicazione da farmaci. Ne avevamo parlato tempo fa sul Diavoletto perchè voleva entrare al Grande Fratello.

Terra di mezzo.

Tutto inizia dai trulli irlandesi. Ho scoperto delle coincidenze incredibili che collegano l’Irlanda, la Valle d’Itria e la Terra Santa.

Vi racconto tutto domani.

Nulla di personale

Oggi (ventisette) Fausto Bertinotti

è a Villa Castelli per presentare un suo libro.

Miraccomando … non fate i taccagni!

“Se mi toglierei il vitalizio? Se mi dessero qualcos’altro per vivere sì, se mi dessero una pensione sì. Ho lavorato una vita e ho diritto ad una pensione, poi come si chiami non conta, basta che sia congrua con ciò che ho versato”. Lo ha detto l’ex presidente della Camera Fausto Bertinotti, ai microfoni della “Zanzara” su Radio 24.“Se mi toglierei il vitalizio? Se mi dessero qualcos’altro per vivere sì, se mi dessero una pensione sì. Ho lavorato una vita e ho diritto ad una pensione, poi come si chiami non conta, basta che sia congrua con ciò che ho versato”. Lo ha detto l’ex presidente della Camera Fausto Bertinotti, ai microfoni della “Zanzara” su Radio 24.

Ore 21,40. Entro in auto ed accendo meccanicamente la radio.

Il Dott. Cesare Fiorio è un personaggio intraprendente ed a differenza dei nostri vecchietti sprizza energia da tutti i pori. Ascolto su radio uno le sue dotte disquisizioni motoristiche. E’ un’autorità nel campo. Noi cegliesi siamo lusingati di avere un cittadino onorario come lui. Ritengo che anche Dott. Fiorio dovrebbe essere onorato dell’ospitalità che gli stiamo riservando.

I miei geni fanno parte di questa terra da chissà quante generazioni. Chissà cosa direbbe mio nonno se guardando dal Monterrone vedesse un unico paesaggio fatto di gramigna geneticamente modificata a far da tappeto a decine e decine di campi da golf.

Una sola domanda:

il Sindaco Luigi Caroli a chi affiderà

la delega per i campi da golf?

Intanto Pino continua a parlarci di biodiversità, di Vananda Shiva e di tutte problematiche che ruotano.

E’ davvero interessante. Clicca qui.

Se clicchi qui potrai leggere il punto di vista di Edmondo e degli amici di San Michele Salentino.

E intanto in Provincia di Brindisi il più Vendoliano di tutti, tira la volata …

Ferrarese diventerà Governatore della Puglia grazie anche a questo signore.

In Regione c’è aria di voto anticipato. Per il Pdl spunta il nome di Ferrarese

Lunedì, 26 marzo 2012 – 17:28:00
di Vincenzo Caccioppoli
massimo ferrarese 1

Mentre il Pd pugliese dopo lo scandalo della sanità con Tedesco e quello delle “cozze pelose” di Emiliano rischia un vero e proprio tracollo, il Pdl non sta affatto con le mani in mano ed anzi sembra pronto a far calare un poker d’assiper essere pronto a quelle che sembrano essere sempre più probabili elezioni anticipate nel 2013. L’attuale presidente Vendola, infatti, sembra sempre più orientato a cercare di staccare il suo ticket per conquistare quella leadership del centrosinistra per le prossime politiche, cosa a cui sta lavorando ormai da due anni buoni. Ecco che allora in questa sempre più possibile eventualità, i due schieramenti stanno affilando le armi. Ma mentre il Centrosinistra sembra brancolare nel buio alla ricerca di una credibilità sempre più compromessa dai continui scandali, il centrodestra vuole approfittare di questa ghiotta occasione. D’altronde lo smacco delle Regionali 2010, che hanno incoronato Nichi Vendola per la seconda volta è stata una sconfitta che brucia ancora sulla pelle di Fitto, vero dominus della politica pugliese di centrodestra. Non a caso Fitto, all’indomani della dura sconfitta del suo candidato, rassegnò le dimissioni da ministro, poi prontamente rispedite al mittente dal presidente del Consiglio. Ma è innegabile che tutto il Pdl, compreso lo stesso Berlusconi, avevano dall’inizio considerato la candidatura di Rocco Palese, come debole e con poche chance di vittoria. Inevitabile che perciò quella sconfitta fosse addebitata tutta a Fitto e costò all’ex ministro almeno un anno di purgatorio, nella considerazione governativa e nella considerazione del partito stesso. Adesso però il plenipotenziario del Pdl pugliese, come già visto per la comunali di Lecce, sta cucendo un network di alleanze col centro moderato proprio per cercare quel consenso anche fra i moderati del centro, la cui mancanza fu alla base della sconfitta del 2010. È in quest’ottica che va letto e interpretato il rinnovato amor politico, corredato di abbracci e lacrime, con Adriana Poli Bortone, per tre, lunghi anni strenua oppositrice dell’ex ministro. E proprio la senatrice di ferro è peraltro descritta da alcuni ( malgrado la stessa senatrice abbia più volte detto di non volersi candidare più a nulla, ma spesso affermazioni di questo tipo in politica valgono l’esatto contrario) come papabile candidata del centrodestra alla Regione. Ma non è certo l’unica e nemmeno la più “blasonata”, stando alle voci ricorrenti, che si inseguono nei palazzi che contano della politica pugliese. Stando infatti alle prime indiscrezioni, il Pdl sarebbe pronto a catapultare da Roma verso la scranno di Lungomare Nazario Sauro, nientemeno che Gaetano Quagliarello, Alfredo Mantovano e Francesco Schitulli. E’ innegabile che lo scandalo che ha colpito Emiliano, ritenuto dai più come uno degli avversari più ostici per il Pdl per la corsa alla Regionali, abbia ringalluzzito e non poco il Pdl, che ha tutta l’intenzione di riconquistare la Regione, che da molti viene considerata come la più strategica ed importante dell’intero Sud. (Da Affaritaliani.it) Continua a leggere, clicca qui.

La crisi demenziale?

Ho riflettuto su questo mega investimento nella valle dei trulli. Oltre venti campi da golf in una zona collinare, calcarea e priva di acqua. Migliaia di ettari di terreno in un territorio altamente antropizzato strappati all’agricoltura, all’allevamento,  al turismo.

Ho riflettuto, ho collegato le varie informazioni (poche) ho incastrato i tasselli. Poi ho pensato: e se la crisi demenziale al Comune di Ceglie non fosse poi così tanto estemporanea?

Conclusione? Potrebbero scendere in campo soggetti molto ma molto potenti.

Sperando che non facciano un campo da golf anche sulla Cripta di San Michele Arcangelo

Nessun interesse monetario, solo amore per la nostra terra.

Dalla lontana India Don Gianfranco Gallone ci racconta il nostro nostro passato. Ogni volta una sorpresa. Stavolta le sorprese sono due. Clicca qui.

L’Annunziata,

la festa un  tempo organizzata dai magnaccia

Si ricomincia stasera

Siete tutti invitati a Ceglie dall’associazione

 “Gli Amici del Borgo Antico”

Purtroppo, a causa dei torbidi che sempre capitavano dopo la processione [delle volte anche omicidi], essa fu definitivamente soppressa dal Vescovo di Oria con buona pace del Capitolo Cegliese, che mal digeriva questa festa, perché organizzata da alcuni protettori di prostitute. Leggi tutto.

Mi chiamo Riccardo Rossi ho 47 anni risiedo a Brindisi, sposato con Paola, padre di due figlie Francesca di 18 e Laura di 10 anni.

Mi sono laureato nel 1990 in Ingegneria Elettronica con 110/110 e dopo una specializzazione di 29 mesi in Optoelettronica con periodi di lavoro a Bologna nel CNR e Milano in Alcatel, ho lavorato in Cittadella della Ricerca a Brindisi presso il Consorzio Optel InP dal 1995 al 2001. Dal 2002 sono Ricercatore Enea. Oggi mi occupo di nanotecnologie e nuovi materiali per applicazioni nel campo della sensoristica avanzata in particolare per applicazioni ambientali.
Sono autore di 30 pubblicazioni scientifiche sulle più importanti riviste mondiali del settore, un brevetto e presentazione di lavori in congressi in tutto il mondo.

Continua cliccando qui

Comunque a Villa Castelli…

… mi vogliono bene.

Tempo fa, girovagando, ho scoperto il sito “Il Diavoletto” e da allora, con assiduità, ho frequentato quelle “stanze” restando affascinato dallo spirito sagace e satirico con il quale il geom. Domenico Biondi tratta i temi che interessano i nostri comuni.

Sono particolarmente coinvolto dalle sue indagini sul territorio alla scoperta ed alla conservazione di quello che resta delle nostre origini. Uso il plurale poiché la giovane popolazione di San Michele trova proprio nella storia di Ceglie Messapica (continua a leggere qui)

Ingolfato?

Ma perchè questo signore deve fare il padrone a casa nostra? Chi è e chi rappresenta per decidere una trasformazione così violenta del nostro territorio? Perchè le notizie le apprendiamo dai giornali? I Sindaci non dovrebbero convocare Consigli Comunali, Giunte, Commissioni ed ascoltare anche le associazioni?

Questo articolo era sul Corsera-Mezzogiorno di ieri.

  Che c’azzecca? Se lo domanda anche Pino.

Vai a trovarlo, clicca qui.

A bruciapelo!

Cesare Fiorio e l’assalto alla terra dei trulli

La lobby del turismo dei poteri forti ormai è pronta a prendersi il nostro territorio.

Vi consiglio di acquistare il Corriere della Sera di oggi 24 marzo.

Contro TUTTE LE MAFIE!

E’ andata benissimo a Ceglie Messapica

Un imprenditore che lavora con appalti pubblici

non incorrerebbe nel conflitto di interesse

qualora fosse eletto Sindaco?

Senza se e senza ma.

E’ così che seguono la campagna elettorale di San Michele Salentino i nostri cugini di

Ladri di galline?

Perchè un politico come te si candida come Sindaco?

E’ la prima domanda che gli pongono gli amici di

Leggi tutto, clicca qui.

.

Un osservatore attento

della quotidianità di questo paesino sempre più abbandonato a se stesso ovvero, Stefano Menga s’interroga sul tipo di episodi delinquenziali che stanno interessando l’agro di Ceglie Messapica.

Ora stanno rubando sopratutto sostanze alimentari. Cosa succede?

Vai a trovarlo. Clicca qui.

Un motivo ci sarà, se ad esempio, gli operai italiani guadagnano la metà dei loro colleghi tedeschi. Se i dipendenti della Wolkswagen hanno ricevuto l’anno scorso un premio di produzione di 8.500 euro mentre i dipendenti delle Fiat hanno ricevuto un calcio in culo.

Ma che paese è questo se i Sindacati sono i servi di quelli che una volta i chiamavano padroni?

IL CASO

Malata e poi licenziata dalla Cgil
“Non mi concedono l’articolo 18”

Un’impiegata con un tumore ha perso l’impiego, quindi le è stato negato l’indennizzo. “Da una parte i vertici si battono per difendere l’articolo 18 dall’altra lo utilizzano contro gli stessi lavoratori e i loro dipendenti”

di GIOVANNI DI BENEDETTO Guarda un po’ qui che storia squallida!

Usurati

Volete sapere com’è andata a finire la più demenziale

crisi amministrativa del paesino di Ceglie Messapica?

Non vi resta che seguire il Consiglio Comunale di stamattina.

Nel frattempo vi preannuncio che a quanto sembra NON E’ SUCCESSO NULLA!

Gli assessori sono stati tutti RICONFERMATI!

Se vuoi seguire la Diretta del Consiglio

clicca qui oppure seguila qui 

A un passo dal Popolo Viola

Il Diavoletto è sempre più seguito. Questa è la classifica odierna. Grazie a tutti!

Sbatti l’usurato in prima pagina

Vi sembra giusto che sulle pagine della Gazzetta del Mezzogiorno di ieri sia andata in onda la storia di un processo delicato e tutto da definire pubblicando nomi, cognomi ed attività svolta dei soggetti imputati e della parte lesa? Tra l’altro lo stesso PM ha rinviato la causa proprio per analizzare con calma l’interrogatorio di un teste e di un imputato.

Vi sembra giusto che in una situazione così delicata si chieda addirittura al Comune di Ceglie Messapica la costituzione come parte civile?

Ecco il testo dell’articolo. Giudicate un po’ voi.

Il blog che vanta innumerevoli tentativi di intimidazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: