Alla ricerca della Muraglia perduta

L’acchiàturo.
Si, è vero: vicino ai Paretoni ed alle Specchie si possono trovare dei veri e propri tesori.
Ecco cosa è accaduto realmente in agro di Ceglie Messapica:

Dai documenti conservati presso l’Archivio Storico della Soprintendenza Archeologica della Puglia si rileva che nell’aprile del 1909, “in località … denominata Specchia Capece”, nel corso dei lavori per la costruzione della “strada consorziale Capece a 4 Km da Ceglie Messapica, si rinvenne un tesoretto composto da un centinaio di monete greche d’argento (“sommavano 102 o 112”).
Il gruzzolo venne diviso tra gli operai presenti che, per la maggior parte, cedettero le monete in loro possesso, dietro compenso, a cittadini del luogo.

 

Di Adriana Travaglini, pubblicato su Messapica Ceglie
60 monete (57 stateri, 1 dramma di Tarentum e 2 stateri di Heraclea) furono comunque recuperate e attualmente solo 36 sono conservate presso il Museo Nazionale di Taranto.
https://i1.wp.com/static.blogo.it/comicsblog/ZioPaperone.jpg

Una foto del paretone vicino al Convento degli anziani.
Chissà cosa ci sarà sotto quel terriccio che copre l’antica Muraglia!

Dieci anni

IMPERDIBILE !

Questa sera in piazza Plebiscito

a Ceglie Messapica

Dom Mimmo Messapico

il ribelle di Messapia

dalle ore 21,00!


Secondo me si sono organizzati alla grande: Destra, cosidetta Sinistra, Centro.

Ci hanno VOLUTAMENTE occultato la crisi.

Il loro obiettivo è: mettercelo sempre e comunque nel c…

Storie che s’intrecciano

e che ora si stanno avvitando attorno ad un personaggio che riesce comunque a far parlare tanto di se nel paesino di Ceglie Messapica.

A quanto sembra ieri sera, hanno incendiato l’auto della moglie… leggi tutto.

Vale la pena continuare a pubblicare Ceglie Plurale?

Se lo chiede anche Michele Ciracì…

Sempre più indignato!

  La base logistica
dei briganti cegliesi era presso la masseria Bocca di Coppa. Si arriva percorrendo la via per Fedele Grande e svoltando a sinistra per la vicinale Cavaliere.

  

A quei tempi un luogo davvero inaccessibile. Ho letto i resoconti dei processi pubblicati nel libro di Michele Ciracì e Nicola Santoro: “Dal 1799 al brigantaggio post-unitario” ed ho ripercorso mentalmente quei luoghi che sono rimasti quasi gli stessi. Ed anche i nomi e i cognomi sembrano ripetersi in una storia senza tempo.

Assaltata la masseria Circiello, violentata da un’orda di briganti la moglie del massaro della masseria Sant’Anna. Sequestrato alla masseria Ferruzzo il nipote di un possidente liberato dai briganti a Bocca di Coppa dopo che è stato pagato il riscatto. Ed inoltre: la storia di un brigante senza nome ammazzato ed esposto pubblicamente per essere riconosciuto, la presa di Grottaglie. Il rifornimento con pane e ricotta in contrada Monte Vecchio.
Davvero tante storie che s’intrecciano e si rincorrono e che comunque meriterebbero di essere inserite all’interno di una narrazzione che purtroppo manca.


Un giovane imprenditore salendo un grafico positivo. Tutto su sfondo bianco. Archivio Fotografico - 6578465+ 6,9% per il Diavoletto
rispetto allo stesso periodo dell’agosto scorso.
Un risultato eccezionale considerato che l’anno scorso c’erano state le elezioni comunali.

Un successo imprevedibile anche per le Cronache e Cronachette di Stefano Menga.

Oramai la comunicazione blocal è diventata la principale fonte d’informazione di questo territorio.


Se aspettavamo Fiorio…

Con i dodici chilometri da Locorotondo a Ceglie Messapica ma soprattutto con i mille in cantiere tra Chieuti e Santa Maria di Leuca, l’idea di piazzare qualche bicigrill è venuta all’assessore regionale alla Mobilità, Guglielmo Minervini. “Stiamo predisponendo un bando che sarà pubblicato a settembre per il recupero delle stazioni ferroviarie dismesse – afferma – e quella potrebbe essere l’occasione per una prima selezione di immobili che dovranno avere anche questa funzione”. Leggi tutto.

Intanto, vi consiglio di passare domani da Ceglie Messapica per vivere in maniera particolare l’incantevole borgo medievale infatti, si terrà nelle sue stradine una gara di mountain bike molto particolare.


Bossi intanto non esce più di casa. L’altroieri ha dovuto annullare il comizio a Calalzo: non tanto perché la metà del pubblico non ci avrebbe capito niente, quanto perché l’altra metà avrebbe capito tutto. Insomma, rischiavano di materializzarsi i famosi “trecentomila padani pronti alle armi”, ma per sforacchiargli i pantaloni. Ieri poi è apparso in Cadore per alcuni secondi: l’hanno osteso brevemente come la Sindone, in canotta di ordinanza, poi l’hanno prontamente ritirato, prima che ridesse del nano a Brunetta e rimostrasse il manico alla “Boniver bonazza”, che ora siede al governo insieme con lui. Subito sul luogo del disastro sono accorsi alcuni pensionati della bocciofila, tra i quali Calderoli in salopette tirolese e Tremonti in maniche di camicia, che ieri compiva gli anni: 64 prima della chiusura dei mercati, 84 dopo. (Marco Travaglio su Il Fatto Quotidiano).

Mai e poi mai

  Ore 17,45, Ceglie Messapica,

centralissimo Corso Garibaldi un tempo: La Cursìa.

Uno sbuffo di vento molliccio e sudato non riuscirà certo a rinfrancarmi. Il dovere mi chiama. Devo adare a trovare un cliente nel centro storico medievale.

E' così che ci si sente dopo avere bevuto un Tequila boom boom? O saranno i postumi della lettura della prefazione del libello di Vincenzo Gasparro dedicato a Gaetano Scatigna Minghetti di Thiene
Un rumore dapprima lontano quasi fosse un calabrone, poi sempre più intenso ed insistente fino a diventare un rombo di un centauro.

Ma cos'è?
Guardo dritto e non vedo nulla. Il rombo ormai è un tuono fragoroso. Aiutooo!!! Mi sta investendo una moto invisibile!!!

No, non è invisibile.
E' un bambino solitario di circa sei-sette anni alla guida di una moto in miniatura che sta scorazzando tra corso Garibaldi, Piazza Plebiscito, via Orto Nannavecchia.


  Piccolo problemino

di aggiornamnto post al blog di cui non possiamo fare a meno ovvero: Cronache e cronachette.

Appena la piattaforma blogspot lo permetterà, sarà pubblicato il video dell'incendio della scorsa notte provocato dai fuochi d'artificio (che sono stati comunque bellissimi).



 La sai l'ultima…

sull'Onorevole Gino Vitali?  Clicca qui.



Eravamo quattro amici al pal… co.

Cade dal palco dove stava lavorando e sbatte violentemente la nuca sull’asfalto. Versa in gravi condizioni il 53enne Franco Distante, di Latiano, precipitato mentre aiutava alcuni amici intenti a smantellare un palco da concerto a Ceglie Messapica. Antonio Portolano su Brindisi Report.

Il palco era quello utilizzato l'altro giorno da Tony Barletta al concerto di Nino D'Angelo al palasport. C'erano infatti due palchi ed a quanto sembra quello di Nino D'Angelo è stato montato e smontato in poche ore senza problemi.
Il signor Distante stava lavorando per conto della ditta "La bella epoque" di Latiano e a quanto sembra la sua posizione sarebbe risultata "irregolare". E' quello che leggo dall'articolo di Maria Gioia sul Quotidiano di Brindisi.

Saddà 'ppiccià.


Bei fuochi la scorsa notte a Ceglie Messapca in occasione della festività di San Rocco. Nulla da eccepire sulla qualità.
Il problema è sorto dopo. Infatti, si è scatenato un incendio previsto e prevedibile. Tutto a posto con i piani di sicurezza?

Se i fuochi fossero stati curati dall'arch Paolo Maria Urso, sapremmo con chi prendercela. Purtroppo lui non c'entra per nulla.

Saddà ‘ppiccià

gif anim


  D'Angelo caduto in volo… il tragico epilogo.

Stavano smontando uno dei due palchi utilizzati al concerto di Nino D'Angelo e di Tony Barletta tenutosi a Ceglie Messapica presso il Palazzetto dello sport quando un operaio del cantiere ha subito un incidente di lavoro. Sembra che sia stato trovato in una pozza di sangue dopo un volo di dieci metri. E' stato immediatamente soccorso. Speriamo in bene. Tutti i particolari da Stefano Menga.



 Proseguono

anche oggi i festeggiamenti in onore di San Rocco a Ceglie Messapica (ma anche a Locorotondo). I fuochi di Locorotondo sono spettacolari. Quest'anno siamo giunti alla 49ma edizione della Sagra pirotecnica della Valle d'Itria.

Don Zauker Daniele Caluri

Ma anche Ceglie non scherza (anzi, non scherzava).
Io personalmente pensavo che questa notte avrebbero dato sfoggio e lustro alla cerimonia i fuochi pirotecnici del nostro concittadino l'arch. Paolo Maria Urso autore tra l'altro degli indimenticabili  fuochi di Sant'Antonio; ed invece?

Invece
i fuochi saranno a cura di una ditta di Ottaviano (NA). Per quale motivo? Avranno offerto un prodotto migliore oppure un prezzo più basso?

Io penso e … io canto

  NO, E' UN RACCONTO POCO CONVINCENTE.

La ragazza brasiliana segregata a Ceglie Messapica aveva la possibilità di affacciarsi al balcone e chiedere aiuto. La casa infatti è accanto alla fontana della centralissima piazza plebiscito inoltre, anche se fosse in un luogo ameno e senza credito avrebbe potuto comporre il 4888.
Proprio per questo l'Avv. Aldo Gianfredaleggi tutto



Massì Nino D'Angelo fa schifo, Tony Barletta poi, non ne parliamo.
D'accordo, nel paesino siamo tutti un po' spocchiosi, preferiamo la musica di gran classe. Va bene, avete ragione. Però riflettendo, cosa siamo stati capaci di fare quest'anno? Ci è bastato invitare quel povero Franco Cerri che ha visto tante primavere? Me lo ricordo che ero bambino quando faceva l'uomo in ammollo per la pubblicità del Bio Presto.

Comunque, Tony si è dimostrato un imprenditore.
A differenza di tanti altri manager musicali, ha creato l'evento con i propri soldi. Non ha chiesto nulla a nessuno e non ha dato fastidio a nessuno.
 

Francesco De Gregori
a San Pancrazio Salentino.

Bene, se mi dici che ci sono anche dei fiori
in questa storia… sono tuoi.

E' stato l'inno della mia adolescenza… 

Però non mi confondere con niente e con nessuno
e vedrai, niente e nessuno ti confonderà.

All'epoca sarei andato anche sulla luna per ascoltarlo.

L'ultima sua cazzata, la prefazione al libro di Aldo Cazzullo contro noi meridionali.

Della serie: ognuno ha il cognome che si merita.
 


Parleremo fra un po' di incontinenza e pannoloni in Chiesa.


Palco contro palco

Palco contro palco

Tony Barletta e Nino D'Angelo
insieme ma separati

Hanno predisposto due palchi per il concerto
che si terrà stasera a Ceglie Messapica

leggi tutto

Caro Stefano Menga adesso
scopri chi sono questi altri…

Gli agenti della polizia penitenziaria di Lecce hanno arrestato un uomo già detenuto nel carcere di Lecce e la moglie, dopo che è stato colto il passaggio di hashish dalle mani della donna in quelle del consorte. Non è la prima volta che a Borgo San Nicola viene trovato dello stupefacente. E non è sfuggito, in questo caso, il passaggio dell’hashish, agli agenti, nella sala colloqui.

Protagonisti sono Giuseppe Semeraro, 35enne, di Ceglie Messapica, e la moglie Marcella Elia, anche lei di 35 anni, della stessa città in provincia di Brindisi. Due le dosi di hashish scovate. Poche, certo. Ma quando il controllo è stato esteso all’auto con cui la donna aveva raggiunto il carcere, la faccenda s’è fatta più grossa. Leggi tutto.


Arrestati Giambattista Elia, suo cugino Giacomo Leo,
nonchè Arcangelo Ciniero e Giuseppe Elia.


E' stato il brigadiere dei carabinieri ad arrestare Giambattista e Giacomo vicino alla locanda di Pantaleone Suma. Ed Elia è stato sequestrato un coltello.
Ma cos'è successo? Giabattista Elia ha dichiarato al Giudice che verso le sei stava passaggiando con suo cugino e che quest'ultimo gli palesava che il padre era ubriaco fradicio nella bottega di Domenico Signorile

da un vecchio post del 1863 de "il demonietto" titolare del blog piazzalacroce.na
 

Vuoi sapere come andò a finire questa storia datata 26 gennaio 1863? Recati in un'edicola di Ceglie Messapica, acquista il libro "dal 1799 al Brigantaggio unitario" di Michele Ciracì e Nicola Santoro e vai a pagina 260.



Anche stavolta i Marchionne, i Debenedetti, i Benetton, i Monteprezzemolo, gli Elkann, i Fiorio la passeranno liscia mentre a noi di ferragosto ci faranno un bel servizio. Bloccheranno gli stipendi, aumenteranno ancora di più le tasse sui beni primari…


Stavolta però… possiamo far sentire
la nostra voce in maniera diretta!

Tanto ormai è chiaro:
LA RETE E' DEMOCRAZIA!

Il blog che vanta innumerevoli tentativi di intimidazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: