Blog futurista

.

.

E in questa notte elettrica e veloce
in questa croce di novecento
il futuro è una palla di cannone accesa
e noi lo stiamo quasi raggiungendo
Il capitano dice al mozzo di bordo
signor mozzo io non vedo niente
c’è solo un po’ di nebbia che annuncia il sole
andiamo avanti tranquillamente.

Il video racconto della nascita dell’Italsider di Taranto

clicca sull’immagine

Se ne fottono!

La finta opposizione

L’altro giorno un Consiglio Comunale straordinario per parlare di racket e di estorsioni a Ceglie Messapica. Poi alla fine hanno sottoscritto il primo, il secondo, il terzo documento e chi più ne ha più ne metta… Tutte parole, vuote e senza alcun senso (apparente…).

Caro viandante che potresti passare da questo ameno paesino, fermati un attimo e chiedi al primo passante: esiste il racket a Ceglie? Esiste l’usura organizzata? Secondo me è stato solo fumo negli occhi. Il problema vero in questi giorni è EQUITALIA con le sue ganasce fiscali, con i suoi interessi esosi, con i suoi pignoramenti.

E fatelo un Consiglio Comunale vero!

Ordine del giorno: affidamento a una nuova struttura di riscossione da mettere in piedi con il supporto dell’ Anci e che possa gestire l’intera riscossione in house all’ interno del Comune.

De Magistris l’ha fatto!

La necropoli Messapica di Manduria

poca cosa rispetto all’antica Ceglie eppure,

eppure, c’è qualcuno dell’Amministrazione Caroli che abbia la capacità di prendersi la briga di segnalare magari con un semplice cartello la presenza di oltre due chilometri di Paretone Messapico? Ma chi è l’Assessore delegato ai beni culturali?

Vendola, Di Pietro, sono anche loro il potere.

Sono con il sistema!

Secondo te, di chi è questa dichiarazione?

Clicca qui per leggere l’intervista.

Fraintendimenti

.

NON STA SUCCEDENDO NIENTE!

Ma se a un artigiano o a un piccolo commerciante gli fermano il camioncino che utilizza per lavoro, gli sequestrano i beni, gli negano il DURC… come farà a pagare il debito verso Equitalia? Nel resto dell’Europa si ragiona in questo modo?

Clicca sull’immagine per vedere la battaglia di stamattina contro Equitalia.

Come fa il nostro Presidente a non sapere che a Ceglie Messapica esiste una struttura d’eccellenza qual’è La Fondazione San Raffele?

La sua caratteristica di ente no profit, apolitico e apartitico trova riscontro nella fattiva opera di cooperazione internazionale per l’esplorazione di nuove strade nel campo della ricerca delle conoscenze, degli strumenti e delle risorse atti a determinare il recupero più ampio possibile delle funzioni somatiche e/o psichiche menomanti da accadimenti patologici di natura traumatica, vascolare, neoplastica, iatrogena e per l’approfondimento delle conoscenze ed affidamento delle tecniche di trattamento di ogni forma di disabilità congenita o acquisita. Leggi qui.

 E noi che pensavamo fosse di proprietà degli Angelucci…

Ricapitolando, considerato che a Ceglie Messapica esistono due ospedali pubblici, per razionalizzare avete preferito togliercene uno!

Grazie Presidente e … ci scusi! 

Prese un pallone che sembrava stregato…

Ceglie come Corleone?

Ho i miei dubbi

Vuoi seguire in diretta il Consiglio Comunale monotematico?

A partire dalle 17

Clicca sulla faccia di questo signore

Spreco di beni comuni, apertura di poste private, lotte ai tumori femminili facendo a meno delle donne e chi più ne ha più ne metta. Vai a fare un salto da Stefano Menga… molto meglio di un Consiglio Comunale soporifero e tra l’altro con più puntini di sospensione.

Clicca qui

 

Oggi 10 maggio alle ore 18 presso il campo comunale di Ceglie Messapica

si disputerà il Tommaso Mita Memorial

 .

.

Il Compagno Tonino Nacci

il salto della quaglia

COMUNICATO STAMPA PRI: In riferimento ai risultati definitivi delle elezioni di Brindisi, il segretario provinciale del PRI- Antonio Nacci- ha dichiarato la propria soddisfazione per la elezione al primo turno del Sindaco Mimmo Consales, fortemente e convintamene sostenuto dal PRI e, soprattutto, per la grande affermazione elettorale della lista repubblicana che ha visto aumentare il proprio consenso elettorale per il 50 % rispetto alla precedente elezione amministrative. Tale affermazione elettorale del partito è la conferma della giustezza delle posizioni politiche assunte dal partito all’indomani della cessata amministrazione Mennitti e della conseguente analisi che ha consentito allo stesso PRI di individuare nuove strategie politiche e amministrative per meglio affrontare i tanti e gravi problemi della città di Brindisi, lasciati irrisolti dalla passata amministrazione. La grande affermazione della coalizione di centro sinistra, a cui il PRI ha contribuito in maniera convinta e determinante, consente al PRI di chiedere alle forze politiche alleate di continuare con lo stesso impegno profuso durante la campagna elettorale, a tenere alto il valore della politica fino a giungere alla costruzione di una giunta amministrativa di alto profilo politico al fine di sconfiggere aspirazioni e richieste personali di singoli candidati. Le segnalazioni che i partiti forniranno al Sindaco Consales, quindi, oltre che rispondere ai requisiti dallo stesso richiesti per capacità e disponibilità dovranno essere supportati anche da un pregnante valore politico a garanzia della sostenibilità del programma definito e concordato dalla coalizione prima dell’ inizio della campagna elettorale. Con tale auspicio, il PRI si appresta a convocare il proprio gruppo dirigente per definire il percorso che porterà ad incontrare il Sindaco ed i partiti alleati per la definizione della nuova giunta in tempi brevi.

Aspettando la task force

.

Ma io quello col carretto dei gelati lo conoscevo!

Appello di Michele Ciracì

Sto ultimando il IV volume riguardante il mondo del lavoro nella nostra città. Con questo ultimo lavoro che conterrà più di 100 nuovi mestieri e sarà corredato da centinaia di foto, consegnerò a quanti vorranno sfogliarli, qualche migliaio di immagini di mestieri e personaggi ormai scomparsi. Mi rivolgo a quanti hanno delle fotografie dei seguenti mestieri (QUALCUNO ELENCATO IN DIALETTO PER ESSERE MEGLIO COMPRESI)da mettere a mia disposizione per essere inseriti nel mio libro.

Le foto potranno essere consegnate e immediatamente restituite presso la mia Biblioteca in via Papa Giovanni XXIII,17 o contattando Michele Ciracì tel. 0831/382483.

MESTIERI: ACCALAPPIACANI, ARMAIOLO, AUTISTA, CAFFETTIERE, BENZINAI, BIDELLO, CAMIONISTA, TRAINIERE, CAVAMONTE, CAZZARICCI, ELETTRICISTA,  FILATRICE, FIORAIO, FORNAIO, GOMMISTA, GRATTA GHIACCIO, IDRAULICO, LINITORE, LATTAIO, LAVORAZIONE FICHI, LEVATRICE, MACELLAIO, MATERASSAIO, MECCANICO,  MELLONARO, MINATORE, MUGNAIO, MUSICANTE, SPAZZINO, NOLEGGIATORE DI MACCHINE E BICICLETTE, CANTINIERE, PESCIVENDOLO, POSTINO, POTATORE, RADIOTECNICO, RICAMATRICE, SAGRESTANO, SALUMIERE, SAPONARO, SPAZZACAMINO, TABACCAIO, TAGLIALEGNA, TAPPEZZIERE, SARTA, TESSITRICE, TINTORE, TIPOGRAFO, TRAPPITALE, VENDITORE DI GHIACCIO, UOVA E PETROLIO, VETTURINO, RACCOGLITRICI OLIVE, MAGLIAIE.

 Vittorio Bruno Stamerra e il suo editoriale

Ed infine, come avevo previsto un paio di mesi fa, il flop di Sel. Hanno sacrificato la possibilità di una forte aggregazione dello schieramento di sinistra a Brindisi, in cambio di una non belligeranza da parte del Pd, che qui aveva bisogno di una copertura alla sua sinistra, sulla scelta di Stefano a Taranto. Risultati catastrofici: Stefano se la deve vedere al ballottaggio con il figlio di Cito (neanche con il padre…), a Brindisi hanno spaccato, e quasi distrutto, un partito e, con i loro quattro voti, hanno contribuito a far eleggere due consiglieri della lobby del sempreinpiedi Carmelo Palazzo. Ma Parigi val bene una messa! Leggi tutto.

Le elezioni fanno miracoli.

E a Fasano ci sono state le elezioni quindi, tutti i politicanti a fare promesse a far vedere che riescono a risolvere i problemi. Ne sanno qualcosa i lavoratori del pastificio Monna De’Lizia. Da loro sono passati tutti, mancava solo Napolitano. Il Presidente Vendola scomodò con una telefonata “la Task force Regionale sull’occupazione” e visto che i fasanesi gli hanno risposto con un misero 3,33% si impegnerà ancora di più infatti, Il prossimo lunedì 14 maggio il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola incontrerà a Bari i proprietari dell’azienda Monna De’Lizia e le organizzazioni sindacali per un momento interlocutorio e, perchè no, risolutivo. Si discuterà senz’altro di incentivi e le misure occupazionali da intraprendere. (Fonte)

A Ostuni non ci sono state elezioni e quindi…

chi se ne fotte dei cassintegrati Telcom!

Comunque i politici Ostunesi hanno a cuore anche le sorti dei paesi vicini. Ecco il comunicato stampa del consigliere Giovanni Epifani del PD relativo all’ospedale di Ceglie Messapico. Si, ha scritto proprio così: Messapico.

“Nonostante tale situazione, – prosegue – il fattivo impegno operato dalla Direzione Generale e degli Uffici competenti della ASL Br 1 per l’opera di riconversione intrapresa per l’Ospedale di Ceglie Messapico ha realizzato un risultato certamente meritorio. Infatti, sono stati eseguiti alla struttura ospedaliera i seguenti interventi di riconversione: Ambulatori per la cura del diabete, ipertensione e chirurgia ortopedica; Servizio ADI ( assistenza domiciliare) e protesico per le popolazioni di Ceglie, S.Michele S.no e Villa castelli; dell’Ospedale di comunità (8 posti letti) già attrezzato; all’apertura della PUA (porta unica di accesso) per l’attivazione dei servizi socio – assistenziali integrati con l’apertura dello sportello all’utenza; prossima installazione di una TAC già appaltata; Trasferimento degli Uffici del Dipartimento di Prevenzione (Ufficio igiene e medicina legale); Mi auguro che le sollecitazioni rivolte dal sottoscritto all’’Assessorato regionale alla Sanità producano, a breve, l’autorizzazione regionale per l’attivazione della SUAP in collegamento con il centro neurolesi”, conclude Epifani.

Sarà vero?

Sperando che piccole storie di ordinaria sanità come quella raccontata da Stefano Menga finiscano sempre con un lieto fine e non si trasformino in drammi se per caso l’ambulanza trova le barriere abbassate al passaggio a livello di Francavilla Fontana. Clicca qui.

New age

Nulla sarà più come prima!

Ha vinto una nuova forma di democrazia fatta di informazione diretta e di capacità di aggregazione impensabili fino a pochi mesi fa. Il RE è Nudo. 

Grazie Presidente!

Grazie Presidente per averci fatti cacciare da $EL in tempi non sospetti. Clicca qui. Del resto la Vostra politica era diventata indifendibile. Con che faccia dovevamo parlare con i cittadini di Ceglie di diritto alla sanità quando sopratutto per colpa del Vostro Piano Regionale di Rientro Ospedaliero è stata ulteriormente martirizzata questa comunità? E pensare che Fitto cadde proprio a causa del San Raffaele di Ceglie!

Difendere l’indifendibile! Perchè dovevamo essere complici di una politica neo-Dorotea? A Brindisi avete avuto la capacità di far resuscitare un partito di zombie qual’era il PD e di benedire il nuovo Governatore della Regione ovvero: Massimo Ferrarese. In cambio avete avuto un pugno di mosche perchè NESSUNO dei Vostri candidati avrà uno scranno in Consiglio. Per non parlare della figuraccia fatta a Fasano. Siete arrivati ultimi. Ruote di scorta forate della moglie del delfino di Massimo D’Alema.

Un ringraziamento particolare alla lista Brindisi Bene Comune,

la vera novità di queste elezioni che da oggi sarà presente in Consiglio Comunale.

Oltre il 6% a Riccardo Rossi, candidato Sindaco.

La Rivoluzione delle Formiche è appena cominciata!

Grazie anche a questo anonimo commentatore che ci ha costantemente seguito,

monitorato e praticato in silenzio riti voodoo.

Anonimo
79.2.172.146

ma mi sa che porti davvero iella…pure alle formiche…

Le formiche fanno paura!

.

Ecco cosa ci racconta Riccardo Rossi candidato a Sindaco con Brindisi Bene Comune.

Clamorosa oggi la decisione dei carabinieri di boccare tutta la stampa fuori dai seggi della Salvemini dove voto.
Alle 10.30 mi sono recato alla Salvemini per votare lì come da accordi erano presenti i giornalisti con le loro telecamere per riprendere le mie operazioni di voto, cosa che hanno fatto per tutti gli altri candidati.
Invece i carabinieri hanno fermato tutti, chiesto i documenti di tutti i giornalisti per l’identificazione, quindi hanno chiamato la DIGOS per impedire l’accesso al plesso scolastico. Il tutto avveniva mentre tranquillamente fuori stazionavano vari candidati consiglieri che si intrattenevano con gli elettori.
Dopo circa 40 minuti ai giornalisti è stato riconsegnato il documento e sono andati via.
A quel punto sono entrato nel plesso scolastico per votare e sono stato fermato dai carabinieri che mi hanno detto di votare rapidamente e rapidamente allontanarmi dalla scuola oltre i 200 metri. Il tutto sempre mentre fuori i candidati tranquillamente sostavano …
Ho detto al carabiniere che sono anche rappresentante di lista. Mi ha risposto che non posso farlo. Io gli ho detto che questo deve stabilirlo il presidente di seggio o l’ufficio elettorale del comune di Brindisi e non certo lui.
Ovviamente con gli altri candidati sindaco nessun problema…..tutti ripresi mentre votavano.

A proposito del tipo d’informazione 

locale e della qualità della stessa.

Il Diavoletto è molto seguito, lo sapete benissimo ed a volte al sottoscritto capita di essere redarguito anche per storie trattate da altri ma che anche involontariamente si pensa siano state pubblicate in questo luogo. Mi è capitato ad esempio per la foto dell’auto dei Vigili urbani in piazza Sant’Antonio. Non ho pubblicato nulla a riguardo perchè non mi sembrava un argomento da trattare eppure…

Eppure, c’è chi si indigna per alcune considerazioni “ovvie e banali”. In questo ci vedo una vena di razzismo strisciante. Ve l’immaginate se qualche episodio trattato nei giorni scorsi fosse avvenuto nella zona 167?

Le pagelle ai dipendenti del Comune di Ceglie Messapica.

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno di ieri. Queste cose possono accadere solo a Ceglie”. E’ l’ironico commento di un cittadino alla notizia che in questi giorni sta facendo il giro della città e relativa alle “pagelle” affibiate ai dipendenti comunali in linea con la cosiddetta produttività. Produttività che significa quattrini in più per chi è stato “promosso”. Molte le bocciature e, pare che già siano pronti dei ricorsi. Tra i “bocciati” ci sarebbero, stando a quanto si apprende, anche due autisti di scuolabus – cosa che avrebbe dell’incredibile atteso che costoro svolgono il servizio senza aver, ad esempio, mai fatto un incidente, lasciato qualche bambino per terra o cose del genere. Oppure stride la “bocciatura” dell’economo che in passato ha firmato diversi bilanci e consuntivi.”

Come al solito La Gazzetta da voce anche agli anonimi. Personalmente non capisco perchè i dipendenti del Comune di Ceglie non debbano confrontarsi con la realtà che li circonda. Non sanno che i nostri concittadini stanno avendo difficoltà anche a sbarcare il lunario? Non si rendono conto che in una realtà come la nostra sono di fatto dei PRIVILEGIATI?

Ore 15,00 Speriamo bene!

Intanto constato che Il Diavoletto in questi ultimi quattro giorni ha avuto un picco di accessi.

Per la maggior parte uomini tra i 35 ed i 44 anni e donne tra 25 e 34 anni.

Le Iene portano fortuna

il Grande Fratello invece porta sfiga.

.

Apologia di Barty Colucci.

Chiudi gli occhi ed ascolta il dott. FerdinandoFotticchia! Clicca qui Se sei di Ceglie Messapica ti renderai subito conto di quanto sia stato geniale il nostro concittadino Barty (da ieri anche Iena).  E’ riuscuto ad amplificare in maniera iperbolica il nostro microcosmo locale. I nostro dottore della mutua,  il nostro vicino di casa con i loro tic, le loro manie, la loro umanità sono diventati patrimonio nazionale. Grazie Barty.

.

La maledizione del Grande Fratello.

E basta! A questo punto dovremmo supplicarlo di non dire a nessuno che è originario di Ceglie Messapica!

Scrivono di lui:Bisessuale dichiarato, è apparso nudo su una rivista, mettendo in mostra il sul lato B, tra i sogni c’è anche quello di diventare padre, tramite utero in affitto: “C’è ancora questa idea, resta comunque la preoccupazione ed è un gesto importante che non va fatto con leggerezza”. Insomma, prima o poi un sogno Rocco lo realizzerai. Non mollare.”

Ma scusa, se sei bisessuale perchè per diventare padre dovresti affittare un utero? Tra l’altro questo giocare con l’ambiguità sessuale ormai è out. Roba da tamarri (come si diceva una volta).

Ecco il testo integrale dell’articolo dal titolo inquietante

Rocca Casalino, che fine ha fatto?

Ridi Lele, ridi ora. Di tempo libero ne hai a iosa. Troppo facile la trasgressione.

INFORMAZIONE DI REGIME

Sembra la descrizione di una visita di qualche gerarchetto fascista. Il giornalista ci racconta di “bagni di folla” a Bari per vedere il signore dai due cognomi. Se poi vedete le foto che loro stessi hanno pubblicato noterete la differenza. P.S. In una foto c’è anche Cesare Fiorio. Speriamo che non stiano parlando della Disneyland del golf in Valle d’Itria.

Clicca sull’immagine dell’articolo per leggerlo.

Il blog che vanta innumerevoli tentativi di intimidazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: