Il cerchio magico!

Tra l’altro, non capisco dove sia tutta questa magia.

A quanto sembra, è finita per il papà del Trota e par la sua allegra combriccola definita: il cerchio magico. Tutto ruota attorno alla nostra conterranea (è di San Pietro Vernotico) Rosa Angela Mauro detta … Rosy. Continua qui.

Vuoi vedere il volto del vincitore dei 5.000 euro della lotteria?

Clicca sul punto interrogativo. 

.

Il Palento.

Si comincia finalmente a parlare dell’eolico a Villa Castelli. Ecco un servizio di TRNEWS

.

Grande successo di pubblico nel teatro del paesino!

clicca sull’immagine

Io vinco a Ceglie

Di questi tempi 5.000 euro non sono pochi

Ed ecco che nel paesino si scatena la dietrologia. Durante questo fine settimana sono stato a Siena ma è come se fossi rimasto qui. 12 telefonate! (D O D I C I) di diversi interlocutori tutti a dirmi: – Il primo premio è stato vinto presso l’assicurazione del Sindaco!-

Calcolo delle probabilità.

A chi mi diceva  che c’era una possibilità su centoventimila (ovvero il numero dei biglietti venduti) rispondevo che le possibilità si riducono almeno ad una a duecento (il numero delle attività che hanno aderito all’iniziativa) comunque, gli equivoci si risolveranno in un attimo… penso.

Ci diranno senz’altro IL NOME DEL VINCITORE!

A quanto sembra il nome del vincitore c’è.

Si tratterebbe di un operaio che potrà spendere la vincita in una qualsiasi delle attività che hanno partecipato all’iniziativa.

Cannibale !

 .

Comunicazione importante per la famiglia Ricci!

Leggendo su internet  le recensioni relative al loro ristorante (il pluriforchettato Al fornello) ho scoperto che una persona nascondendosi dietro lo pseudonimo di Miscela76 sogna addirittura di mangiarseli.

Ecco come li descrive:  “… la meravigliosa famiglia Ricci! persone squisite e dolcissime ” (leggi tutto)

Secondo me Miscela76 sarà anche in combutta con gli agenti carcerari;  appena entrato nel locale magari avrà detto: “ho aspettato solo un secondino!”

Sdrammatizziamo!

L’unica attività che resiste/va? a Ceglie Messapica è/era? la ristorazione. L’allarme siti radioattivi potrebbe ammazzare anche loro.

L’ARPA non può prendersi gioco del dramma di un’intera comunità. Devono fare in fretta! DEVONO MONITORARE CON ESTREMA URGENZA TUTTO IL TERRITORIO! Sono un servizio pubblico e tra l’altro con la salute in primo luogo ma anche con il lavoro … non si scherza!

Iulicchio ha aperto a Villa Castelli?

.

.

Noi compriamo a Ceglie.

I biglietti vincenti.

Ieri La Gazzetta del Mezzogiorno nel raccontare la storia della rapina alla sua tabaccheria intitolava VILLA CASTELLI invece che CEGLIE MESSAPICA.

Sembrerebbe l’ennesimo refuso però è del tutto evidente che ormai da un bel po’ di tempo la redazione di questo giornale non riesce più a stare dentro alla notizia che in questo caso è stata trattata da un corrispondente forestiero.

Il risultato? Oltre il 10% di copie perse nel periodo ottobre 2010 settembre 2011 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Da 38.515 a 34.660. In provincia di Brindisi la tiratura è di circa 2.000 copie.

 E la concorrenza?

Il Quotidiano nello stesso periodo incrementa le vendite di circa l’1% passando da 17.724 a 17.910 vendendone circa 5.000 in provincia. Senzacolonne invece non è monitorata dall’ADS. Dichiara una tiratura di 5.000 copie che ovviamente non coincide con il numero di copie effettivamente vendute. In questo periodo sta dimostrando una politica aggressiva alla conquista di nuovi lettori sparando locandine dai titoli forti.

Vento…

Vento a 98,2 kn/h a Ceglie Messapica

fonte

Vento in tutto Palento

In valle d’Itria 90 km/h verso le 10,30

Quando è l’ora, la Befana alla scopa salta in groppa. D’impazienza già trabocca: l’alza su la tramontana, fra le nuvole galoppa. Ogni bimbo nel suo letto fa l’esame di coscienza: maledice il capriccetto, benedice l’ubbidienza. La mattina al primo raggio si precipita al camino. Un bel dono al bimbo saggio, al cattivo un carboncino!”  Non credo che la Befana si aspettasse una giornata come quella di oggi: vento, freddo e pioggia!!!!!!!!!

Nelle prime ore di oggi, venerdì 6 gennaio, ore 04.00 locali, la pressione atmosferica ha raggiunto, valori minimi compresi tra 986hPa e 990hPa; il vento ha iniziato a ruotare da nord ovest con intensità che si presenta, però, ancora debole sulla Puglia centro meridionale e moderato nella provincia di Foggia. Piove ormai su tutta la Puglia. Appena dopo l’alba, il vento tenderà ad aumentare di intensità sino a raggiungere valori di forte, anche a regime di raffica sino a valori di burrasca forte (velocità compresa tra 74 Km/h e 87 Km/h), specie nelle ore pomeridiane. Il cielo sarà molto nuvoloso

coperto con precipitazioni da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale; fenomeni in attenuazione dalla sera. La temperatura subirà una diminuzione, specie quella massima, anche di 3-4°C rispetto ad ieri. Le colonnine di mercurio dei termometri segneranno, all’ora di pranzo, valori compresi tra 6°C e 11°C.

Fonte: Meteo Valle d’Itria.

E per colpa delle condizioni atmosferiche avverse, l’estrazione prevista di “Io compro a Ceglie” sarà spostata nel teatro comunale. Sempre alle ore 18,

Befana Messapica

      Ore 18,30 ennesima rapina a Ceglie?

C’è folla e ci sono i carabinieri davanti ad una tabaccheria. Ci ragguaglierà senz’altro Stefano Menga.

Ore 20 (minuto più minuto meno…) la rapina c’è stata. Ecco il resoconto clicca qui.

Ecco il volto della Befana che domani alle ore 18,00 sorteggerà in Piazza Plebiscito i biglietti vincenti di Io Compro a Ceglie, si tratta di Angelica Gianfrate. Inoltre ci saranno i tamburellisti di Otranto ed il cabarettista Mueli. Quest’anno hanno  aderito 200 attività e sono stati distribuiti 105.000 biglietti. Il tutto organizzato dalla locale Confommercio presieduta da Marcello Antelmi in collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

Sperando che domani Angelica non si faccia fotografare davanti al cancello della vergogna!

Quell’orribile sconcio nel borgo medievale di Ceglie Messapica che

NON E ANCORA STATO RIMOSSO!

Popoli coraggiosi

.

Con l’Assennato di poi.

“Non scherziamo. L’Arpa, in assenza di riferimenti ed elementi concreti, non è preposta a dare la caccia ai fantasmi. E’ impensabile avviare una campagna di monitoraggio su tutto il territorio comunale di Ceglie sulla scorta di voci e dicerie popolari”. Ecco la dichiarazione del Direttore regionale dell’ARPA.

Volevo chiedere al Direttore dell’Arpa: ma nei vostri uffici che tipo di lavoro svolgete? Siete per caso una banda musicale?

A parte gli scherzi… ARPA Puglia è preposta all’esercizio di attività e compiti in materia di prevenzione e tutela ambientale, come individuate dall’art. 4 della legge istitutiva, ai fini della salvaguardia delle condizioni ambientali soprattutto in relazione alla tutela della salute dei cittadini e della collettività.

intanto su Cronache e cronachette leggiamo che… “l’Amministrazione Comunale ha invitato il prof. Giorgio ASSENNATO, Direttore Generale dell’ARPA Puglia, a partecipare ad un incontro per discutere delle risultanze dell’avviso di cui sopra e dei conseguenti provvedimenti da intraprendere con ogni sollecitudine.”

Ecco il comunicato stampa dell’Amministrazione Comunale.

Forse è la prima volta

nella storia del nostro paesino che una mobilitazione popolare riesce a far sentire la propria voce senza dover delegare a politici, sindacalisti o associazioni. Tutto è partito dal gruppo di facebook Ceglie contro il cancro che conta circa 1200 iscritti.

Ma voi lo sapevate che…

In una zona di campagna nei pressi della strada provinciale per Cisternino avveniva il passaggio dei rifiuti dei mezzi che avevano fatto la raccolta per le strade comunali , ai camion che avrebbero portato gli stessi a destinazione?”

Io personalmente non lo sapevo. L’ho appreso leggendo l’articolo di Emilio Mola su Senzacolonne di ieri.

Domanda:

Quindi le precedenti Amministrazioni comunali sapevano che esisteva un sito dove avveniva la movimentazione e lo stoccaggio di rifiuti? Questo sito era recintato? Le operazioni erano controllate? E da chi? Era dotato di piattaforme in cemento armato? Era stata concessa la variazione di destinazione d’uso dell’area considerato che tutt’oggi il nostro territorio è tutto in zona agricola?

Che vento che fa

 Eolico e P3.

Un connubio criminale. Leggi qui.

REGIONE PALENTO

Finalmente qualcuno comincia a far sentire la propria voce.

Movimento Regione Salento sul parco eolico a Villa Castelli

VILLA CASTELLI- “Pensiamo sia necessario, dopo aver ascoltato le dichiarazioni del Sindaco di Villa Castelli, intervenire nuovamente sullo scempio in atto sulla Collina di Villa Castelli”, si legge nel comunicato di Movimento Regione Salento. Leggi tutto.

 A proposito dell’allarme scorie. Vi invito a collaborare con l’Amministrazione. Assurdo parlare di allarmismo anzi, questa iniziativa serve a sgomberare il campo ed a fare chiarezza. Se non si trova nulla SAREMO TUTTI PIU’ CONTENTI.

Ma se non è l’aria, cosa determina le patologie denunciate ripetute volte sia da ricercatori che dall’Ordine dei medici, ma anche al centro di una relazione della stessa Arpa? “Uno studio condotto nell’area a rischio di Brindisi da Gianicolo e colleghi con l’ausilio dell’Atlante Cislaghi evidenzia che, nel periodo 1991-2001, il comune di Ceglie Messapica presenta eccessi di rischio per tutte le cause (uomini Smr 117,5; donne Smr 118,9), per le malattie ischemiche (Uomini Smr131,9; Donne Smr127,2), per i tumori della laringe (Uomini Smr 124,2) e per i tumori del polmone (uomini Smr 123; donne Smr222,2). Per questi ultimi, l’Smr di Ceglie risulta anche superiore al dato dell’area a rischio come definita dall’Oms, dove l’Smr è pari a 113”, rileva l’Arpa. Smr sta per Rapporto di mortalità standardizzato. Leggi tutto.

Il blog che vanta innumerevoli tentativi di intimidazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: