Tutto sommato, ieri è andata bene.

Bomba d’acqua ieri a Ceglie Messapica, in poche ore sono venuti giù 38,4 mm di pioggiaa. Un’occasione davvero unica per verificare sul posto gli effetti di quest’acquazzone eccezionale. Come ben sapete, nel PUG (che ancora non c’è)  hanno inserito chilometri e chilometri di vincoli idrogeologici. Il territorio di Ceglie è pieno di fiumi (stagionali). Si, la Foggia Vetere è allagata, ma non è esondata, qualche muretto a secco di contenimento ha ceduto ma nulla di grave. Non ci sono state inondazioni.

Qua sopra la mappa con tutti i corsi d’acqua inseriti nel PUG (che ancora non abbiamo).

Il paese all’incontrario

Ceglie all'incontrario

E’ del tutto evidente che una specie di incantesimo (per non dire di maledizione) aleggia su questa incantevole cittadina che non smetterò mai di amare nonostante tutto.

Qualcuno di voi può indicarmi qualche altro luogo al mondo nel quale un candidato Sindaco sconfitto dal voto popolare si allea col suo antagonista e si permette addirittura di far verificare l’operato e la composizione della Giunta nonchè di istituire una fantasmagorica figura manageriale che gestisca l’amministrazione? A Ceglie Messapica è possibile. Qua sotto la dichiarazione del Consigliere Angelo Perrino rilasciata ad Adele Galetta

«Sarà il sindaco a decidere se e chi cambiare, chiamandosi gli assessori uno per uno e verificando se è intatta la voglia di lavorare e impegnarsi per la città. Chi è stanco o ha perso le motivazioni può fermarsi un giro o chiedere al sindaco di cambiare settore. Abbiamo ottime riserve pronte a subentrare. Ma chi resta deve produrre risultati certi che andranno rendicontati e controllati. Noi di Dc non abbiamo veti, nè avanzato candidature. Vogliamo solo che sia incrementata l’efficienza dell’attività amministrativa attraverso una maggiore collegialità e un maggior coinvolgimento del Consiglio. A tal proposito, abbiamo chiesto l’istituzione di un Consiglio di maggioranza e l’introduzione di una figura manageriale di coordinamento e efficientamento al vertice della piramide amministrativa dove esiste un sorta di buco nero organizzativo».

Strana accoppiata

E chi l’avrebbe mai detto? Eppure è così, Rocco Monaco patron di Video Emme e l’On. Nicola Ciracì uniti nella lotta al Sistema.

Dall’Onorevole parole di fuoco nei confronti di Luigi Caroli Sindaco di Ceglie Messapica (dal 12mo minuto del video)

Ma Rocco Monaco non è da meno. E’ diventato un Pentastellato duro e puro, e vuole diventare il delfino di Di Maio. Lunedì mattina di buonora andrà sicuramente a firmare.

L'immagine può contenere: 3 persone, persone sul palco, persone in piedi e spazio all'aperto

M5S

 

Tombe profanate a San Michele Salentino!

COMUNICATO STAMPA DEL SINDACO GIOVANNI ALLEGRINI

Un’ altro raid è avvenuto questa notte all’interno del Cimitero Comunale dove, ignoti ladri, hanno profanato circa 35 tombe private e danneggiato lastre di marmo dei loculi interrati portando via oggetti in ottone, provando, inoltre, a scardinare un bassorilievo in rame dell’artista Stefano Cavallo, non riuscendo, però, nell’atto data la presenza di perni in ferro.

Questo è il risultato di un primo sopralluogo da parte dei Carabinieri e della Polizia Municipale e, al momento, non vi sarebbe una matrice particolare se non quella relativa ad impossessarsi di oggetti in rame, ottone e ferro, come già avvenuto alcune settimane fa. Gli inquirenti sono al lavoro per individuare autori e possibili connotazioni del gesto.

Uno scenario inquietante, un gesto tra i più vigliacchi e cattivi, perché una tomba è un luogo del ricordo, un angolo dell’anima, l’ultimo intimo appiglio con chi è mancato all’affetto e alla vita. Un gesto vile a prescindere dalle motivazioni.

Questa Amministrazione si era già attivata per l’installazione di telecamere e la convenzione con un Istituto di Vigilanza. Data l’urgenza, al momento, verrà installato un primo dispositivo che possa, in qualche modo, evitare che accade qualcosa di più grave.

Nelle prossime incontrerò S.E. il Prefetto di Brindisi ed il Capitano dei Carabinieri per chiedere rinforzi per il controllo del territorio che mai ha subito, in questi anni, attacchi di questa entità.

I danni causati sono in corso di quantificazione ed invitiamo i proprietari delle tombe profanate a recarsi al Comando dei Carabinieri di San Michele S.no per formalizzare regolare denuncia ed indicare, nel caso, gli oggetti mancanti dal proprio luogo sacro.

Il blog che vanta innumerevoli tentativi di intimidazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: