Tutti gli articoli di eldiablo1959

Quel burlone di un Crosetto

All’ombra del castello Rocco Monaco patron di Video M Italia l’ha chiamato ripetutamente On. GROSSETO e lui, l’On. Giudo CROSETTO insieme al suo candidato locale è stato al gioco, non lo ha corretto ed ha continuato come se niente fosse. Però caro Onorevole potevate almeno dirglielo a fine intervista e invece no! Ed ecco che anche nella post-produzione l’Onorevole Crosetto a Ceglie si chiama On. Grosseto.

Nonostante i disfattisti…

Diciamocelo chiaramente: queste elezioni sono una truffa! Napolitano e Plasticoni se ne sbattono del consenso popolare e il 5 marzo vada come vada consegneranno la nostra povera Italia ai Poteri Forti. Ma ci rendiamo conto? Pietro Grasso leader della Sinistra! Siamo ammattiti? Per difendere gli umili, i deboli, gli oppressi, (come si diceva una volta) per IL SOCIALISMO, per LA PACE dovremmo delegare D’Alema? A questo punto alzo le mani, ritengo che la partita sia truccata e quindi il mio voto non servirà a nulla. Questo non significa che abbiano vinto loro anzi, fortunatamente LA RETE C’E’ e grazie ad internet si aprono scenari impensabili fino a poco tempo fa.

Detto questo vediamo cosa succede alla periferia di questa Italietta sempre più prostrata ed in affanno. Andiamo a Ceglie Messapica, sempre più simile al “Paese mio che stai sulla collina,  disteso come un vecchio abbandonato…”. Ad essere sinceri vorrei sapere anch’io che cosa passa nella testa dei miei compaesani. Vorrei sapere cosa pensano del disfattismo del Sindaco che sta tentando in tutti i modi di boicottare la candidatura dell’On. Nicola Ciracì inventandosi la candidatura del suo Assessore (ben sapendo che non ha nessuna possibilità) e dall’altro lato appoggiando i candidati Francavillesi!

Alla fine può anche darsi che la spunterà lui e che Ciracì non sarà eletto ma ritengo che comunque perderà Ceglie.

P.S. La foto è relativa all’incontro con Fitto di questa sera. 

 

Ottima … per raccogliere i pomodori

Ceglie Messapica. Quindi tutta la zona a sud di via Maresciallo Maggiore (lato sinistro della foto) con il PUG è diventata CR1 ovvero, -Zona agricola in ambito periurbano- Ed ecco cosa dice la norma: “Lotto minimo 8000 mq. IF: 0,03 mc/mq esclusivamente per locali annessi all’attività agricola; in considerazione dell’adiacenza al centro urbano sono escluse le residenze anche per gli imprenditori agricoli.” 

Golizia 2

Questa è la dura realtà, tutto il resto sono chiacchiere e PROPAGANDA!

Povera Ceglie!

Se Ceglie non avrà una rappresentanza politica in Parlamento, sappiamo di chi è la colpa!

Comunicato stampa
Ciracì (Noi con l’Italia – Udc): «L’Amministrazione comunale di Ceglie vìola la par condicio per favorire un candidato». Esposto ad Agcom e Corecom
Ho appena inviato all’AGCOM (Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni) e al CORECOM (Comitato regionale per le comunicazioni Regione Puglia) un esposto col quale denuncio la sistematica violazione, da parte del sindaco di Ceglie Messapica Luigi Caroli e di vari altri amministratori comunali, dell’articolo 9 comma 1 della legge numero 28/2000 che promuove e disciplina, al fine di garantire la parità di trattamento e l’imparzialità rispetto a tutti i soggetti politici, l’accesso ai mezzi di informazione per la comunicazione politica. Considerato il susseguirsi di comunicati e conferenze stampa, oltre a tutta una serie di altre attività propagandistiche, che hanno il solo fine di condizionare la volontà degli elettori in barba alla par condicio tra le forze politiche che partecipano alle elezioni.
Di tanto ho appena informato anche il Prefetto di Brindisi chiedendo un suo autorevole intervento per sanzionare queste condotte e ripristinare il rispetto della normativa.

È spudorato, difatti, l’intento di favorire il candidato Nicola Ricci, al momento assessore comunale, onnipresente alle manifestazioni patrocinate od organizzate dall’Amministrazione comunale. Una propaganda neppure tanto occulta che non può e non deve essere, a mio parere, accettata.

Resto stupito dal fatto che anche le emittenti locali collaborino a queste operazioni illecite, trasmettendo tali eventi con tanto di carrellate a beneficio del candidato e degli amministratori suoi supporters.
Vale la pena ricordare come il Comune di Ceglie Messapica fosse già stato sanzionato dall’AGCOM in occasione delle elezioni politiche del 2013, e rilevare come anche un consigliere comunale giornalista come Angelo Perrino prenda parte in prima persona alle suddette manifestazioni.
Domattina, qualora si terrà l’ennesima conferenza stampa già annunciata con pomposo comunicato sul tema degli incentivi alle attività commerciali, risulterà ancor più evidente la volontà di violare la legge da parte degli amministratori comunali e, ovviamente, tanto sarà valutato dagli organi preposti.

On. Nicola Ciracì (Noi con l’Italia – Udc, candidato nel collegio plurinominale Puglia 3 per la Camera dei deputati)

Cronache di periferia.

Ceglie Messapica, estrema periferia di Francavilla Fontana. E mentre i piccoli politicanti locali girano come trottole impazzite alla ricerca di qualche briciola buttata dai capintesta ecco che scoppia la QUESTIONE FOTOCOPIE. E pre questo dobbiamo ringraziare il Consigliere Domenico Convertino che sulla sua pagina fb ci dice che: “Il sindaco,come suo solito, da la colpa agli altri (assurdo prendersela, sempre e solo, con i dipendenti). Non ha capito che ha SPERPERATO soldi dei cittadini prendendo in locazione fotocopiatori USATI e non NUOVI come previsto da contratto, che paga annualmente fino € 5.221,00 per un solo fotocopiatore (pari al costo dell’acquisto) e che soprattutto per 11 macchine paga il DOPPIO rispetto al mercato.”

Nessun testo alternativo automatico disponibile.