La Giunta del Tiramolla

Riassunto delle puntate precedenti. Nicola Ciracì si candida alla Camera e questo scatena la reazione del Sindaco di Ceglie Messapica che propone il suo assessore Nicola Ricci in contrapposizione al suo nemico storico. Contemporaneamente la moglie di Cesare Epifani esponente FI ed alleato del Sindaco si candida al Senato. Alla fine come prevedibile non ce l’ha fatta nessuno però Giusy Resta e Forza Italia hanno avuto a Ceglie un ottimo risultato. A questo punto è logico che Forza Italia rivendichi visibilità all’interno della Giunta. Qua sotto il comunicato stampa.

E’ doveroso da parte di Forza Italia ringraziare gli oltre tremila elettori che ci hanno accordato la loro fiducia alle recenti elezioni politiche, facendoci diventare la prima forza politica a Ceglie e, con il suo 35%, il miglior risultato conseguito dal partito nell’intera Regione.
Un grande grazie all’avv. Giusy Resta per aver interpretato come meglio non si poteva il suo ruolo di candidata ed un saluto all’on. Luigi Vitali per la sua affermazione, che non farà mai venir meno il suo sostegno alla nostra città.
Il dato delle elezioni politiche del 4 marzo ci induce a porre alcuni paletti perché è fuor di dubbio che Forza Italia a Ceglie merita più visibilità, forte proprio del consenso ottenuto. Il ruolo del nostro gruppo consiliare in questi anni è sempre stato significativo e sempre a sostegno al sindaco Luigi Caroli. Sostegno che non viene meno.
Ciò premesso, ci rivolgiamo proprio al primo cittadino perché possa ora riconoscere a Forza Italia un ruolo che non può essere più marginale, anche per dare un senso al forte consenso ottenuto. I tremila elettori ce lo chiedono e se lo aspettano con l’intento di dare ulteriore vigore alla vita amministrativa della nostra città.
Pertanto è preciso dovere sedersi attorno ad un tavolo politico per aprire formalmente una verifica tesa proprio al rilancio della vita amministrativa con Forza Italia che deve ora avere più rilievo e visibilità nell’esecutivo della città“.
Il coordinatore cittadino
Luca Dipresa