ACCA’ NISCIUNO E’ FESS’

Risultati immagini per totò

A proposito di insoluti ENEL, mi sconvolse la risposta data dal Sindaco di Ceglie Messapica. Fortunatamente nel nostro paese c’è ancora chi riesce ad utilizzare la materia grigia. Constato che tali dichiarazioni non sono passate sottogamba. Ne parla ampiamente anche Tribuna Libera, e se clicchi qui puoi leggere le dichiarazioni rilasciate al Quotidiano.
Questo invece è il comunicato stampa del Consigliere Domenico Convertino.
“Dopo aver letto la determina n.ro 790 del 27/11/2017, dove si evince chiaramente che il Comune di Ceglie Messapica NON HA PAGATO le bollette ENEL dal 23/09/2016 al 06/06/2017 e dove l’ente chiede dilazione dei pagamenti per un importo di € 196.503,20 dal 30/11/2016 al 30/04/2018, personalmente ritengo gravissimo quanto accaduto sia per il mancato pagamento ma soprattutto per un evidentissimo DANNO ERARIALE per gli interessi di € 11.401,97, che i cittadini saranno costretti a pagare per palese inettitudine del sindaco Caroli. 
Si legge inoltre nel documento che il PIANO DI RIENTRO E’ STATO RICHIESTO PER RAGIONI DI EQUILIBRIO DI BILANCIO, spero, cosi come fatto nell’ultima variazione di bilancio, non sia una strategia amministrativa per “salvaguardare” i conti comunali.
Ancor più grave, è stato però, leggere quanto dichiarato dal sindaco alla stampa e cioè che le bollette sono state pagate ma solo in RITARDO; delle due l’una, o il sindaco non sa leggere la documentazione oppure, come costantemente fa da qualche anno a questa parte, è convinto di poter prendere in giro i cittadini.
Preannuncio che nei prossimi giorni per far luce sull’accaduto ma soprattutto per evidenziare le responsabilità amministrative presenterò interrogazione all’amministrazione comunale”.