Mettete dei fiori nei vostri fucili.

CONTRO 

Caro Domenico, non so chi siano gli anonimi che ti stanno scrivendo indignati, io mi firmo invece per dire che condivido parola per parola quanto hai scritto!! Nel 2017 é davvero sintomo di gravi problemi psichiatrici se ancora c’é chi si ostina ad alzarsi alle tre di notte, bardarsi come se si andasse a combattere l’ISIS e prendere a fucilate inermi animali di piccole e piccolissime dimensioni, che hanno il solo torto di non girare al largo dell’agro di un paese e di una comunità che giorno dopo giorno, si dimostra crudele verso le persone, gli animali e il territorio stesso. Ci sarebbbero tantissime cose da dire, ad esempio su come violentiamo ogni giorno la Città con la spazzatura lasciata dappertutto o con l’incuria di ciascuno di noi verso le strutture pubbliche, i monumenti, la natura. La caccia poi é veramente assurda, per come é praticata e per le conseguenze nefaste che genera,anche da un punto di vista culturale e sociale. Ci sono ragazzini di 10/12 ANNI CHE SANNO MANEGGIARE BENE UN FUCILE MA CHE NON HANNO MAI LETTO UN LIBRO!! E non venitemi a parlare di economia che ruota intorno alla caccia o di sport all’aria aperta. Se volete stare all’aria andate a cercare funghi!!!

Firmato: Corradino De Pasqualis

A FAVORE

Salve comprendo il cordoglio e la disperazione per quanto accaduto e mi dispiace veramente per la gente coinvolta in questa assurda vicenda. La Caccia , intesa come arte e non come modo per sfogare le proprie frustrazioni è un sapere antico, un modo per comprendere meglio e per salvaguardare anche per gli interessi dei cacciatori stessi, la fauna e la flora del nostro territorio. Si perché la Caccia intesa come tale deve necessariamente e primariamente pensare alla salvaguardia dell’ambiente poiché sarebbe controproducente fare in contrario. Concordo con voi sul fatto che molti, sopratutto purtroppo giovani, vanno a caccia per “vantarsi” coi propri compagni di aver ucciso 30/40 capi (la legge ne impone 20 massimo di selvaggina migratoria). Gli abbattimenti degli ultimi anni nulla hanno a che vedere con i carnieri prodotti dai nostri avi e nonni……che cacciavano da fermo, con lo schioppo e non avevano limiti di prelievo. Ora se un Cacciatore osserva la legge e garantisce l’integrità dell’ambiente il prelievo è molto più controllato. Io comprendo chi non ha questa antica passione nel sangue, tramandata come per molte cose, ripeto, dai nostri nonni, padri, ecc. Personalmente cerco di educare i miei figli al massimo rispetto della natura e naturalmente a non essere crudeli assassini ma semplicemente dei Cacciatori che un domani anche grazie alla.propria educazione possano garantire una continuità dell’attività venatoria e della salvaguardia del territorio, intesa come educazione ambientale e non come sterminio di specie indiscriminato. Ricordiamo che per legge non è possibile l’abbattimento di capi e specie al di fuori di quelli ammessi per legge e oggetto di studi approfonditi e complessi sulla migrazione e svernamento delle specie che trascorrono l’inverno nel.nostro territorio.
La Caccia intesa come tale e non come “guerra” operata nel modo corretto e responsabile non compromette gli equilibri delle specie cacciabili. Ovvio che chi invece va a caccia solo per sparare allora potrebbe tranquillamente passare una giornata al poligono a sfogare le sue frustrazioni….
Comprendo che il mio discorso può non piacere a molti e soprattutto alimentare una polemica sterile che non porta da nessuna parte…..ma il mio intervento vuole suddividere due categorie di gente che va a caccia…..una che si impegna per.rispettare le regole e preservare l’ambiente e la fauna e una schiera….per fortuna non molti….che vanno per sfogare gli istinti primordiali come del resto succede negli stadi,, nei palazzetti e in.molte competizioni “sportive”

Firmato: Franco*

(*) Indirizzo mail comunicato al gestore

 

 

 

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...