Caccia? No grazie!

Non sono un politico e quindi non m’interessa per nulla seguire il pensiero dominante. Vivo in una terra di frontiera che ha il più alto numero di cacciatori in Italia ovvero, Ceglie Messapica. Ieri per me fu una giornata di dolore di rabbia. Attraversare in bici le nostre stradine bianche, costeggiare i trulli ed avere come sottofondo i boati dei fucili dei cacciatori sapendo che il giorno prima era morto per un incidente un nostro concittadino è stato bruttissimo. NON HANNO AVUTO RISPETTO NEMMENO PER UN GIORNO!


Comunicazione di servizio per gli anonimi che mi stanno scrivendo indignati stamattina. Non pubblico i vostri commenti (di cui comunque sono grato) perchè davvero non vale la pena avere a che fare con il nulla.