11 pensieri su “La luce dell’est!”

  1. Bello e interessante il commento di Artas Leone di Messapia.
    Ma se uno cerca di cambiare le cose e da la sua fiducia a gente che in campagna elettorale si schiera contro il degrado, contro i ricatti occupazionali, contro la violenza verbale e fisica, contro i compromessi e poi una volta eletti salgono sul carro ribaltando tutti e tutto, ed essendo loro stessi autori e promotori di degrado, di ricatto occupazionale, di violenza fisica e verbale, di COMPROMESSI, cosa dobbiamo fare?
    Non ci resta che ingoiare polpette… amare e purtroppo le nostre non sono nemmeno GRATIS!

    Mi piace

  2. Artas Leone di Messapia, condivido in toto il tuo commento, ma dimmi, chi ha contribuito ulteriormente, pur avendo ricevuto un mandato diverso, a questo lercio degrado cittadino? E si lamenta pure affermando che a Ceglie il dibattito politico fa schifo. Ma ha pure la presunzione di dibattere? Ma con chi e su che cosa? La credibilita’ non si acquista al supermercato e una volta persa e’ persa per sempre. Buona giornata

    Mi piace

  3. Il sarcasmo e l’ironia sono due doni che non andrebbero sprecati, innanzitutto perchè non tutti ne sono dotati e poi perchè vanno centellinati altrimenti rischiano di annoiare chi legge o ascolta sempre lo stesso disco. Assodato che questa classe “dirigente” cegliese, in gran parte autoreferenziale, non é all’altezza di rappresentare nessuno e sopratutto ha poche idee e pure confuse, credo però che sia arrivato il momento di lasciare da parte “polpette e polpettari” e di iniziare a ragionare di che cosa vogliamo fare della nostra bellissima città, come ci viene per l’ennesiva volta proposto dall’amico Domenico. E’ arrivato il momento che la gente perbene, onesta, che svolge un lavoro vero o una professione all’altezza di garantirgli quella autonomia economica che significa anche libertà di pensiero di azione, prenda in mano le sorte della comunità e senza titubanza si faccia avanti e si proponga come vera alternativa alla cialtroneria e alla depravazione morale che questi figuri, gli attuali “capi”, hanno sparso in tutto il paese. Basta con i ricatti occupazionali, basta con la violenza verbale e fisica, basta con i compromessi. Costruiamo insieme la città che vogliamo, libera da questi condizionamenti e dal peso di soggetti che ogni giorno si alzano dal letto con il chiodo fisso di come devono fregare il prossimo per sbarcare il lunario. Non é utopia…basta volerlo veramente!

    Mi piace

    1. Tutto giusto, peccato che la parte di popolazione, per così dire, autonoma possa contarsi sulle dita di due mani.
      Perdipiú, cotale gente benestante, contrariamente a quella borghesia illuminata di alcuni decenni addietro, non ha nessun interesse a cambiare lo status quo che gli consente di accumulare beni, denari e proprietà di cui tra l’altro non ne gode, vittime della loro stessa avida avarizia, senza dire poi del loro stato di crassa ignoranza nonostante lauree e professioni.
      Il problema si riconduce all’estinzione della classe media, intenzionalmente bloccata essendo l’unica con ambizioni di scalata sociale, resa impossibile dalle condizioni che sono sotto gli occhi di ognuno: precariato, taglio salariale, ricatto sociale tout court.
      Resta la plebe, ignorante, aggressiva e cattiva, purtroppo anche votante e votata al godimento immediato, soggetta alle più idiote mode e facilmente controllabile con feste, farina e forca come mirabilmente rammentava altro commentatore.
      Ora ditemi: come ne veniamo fuori?

      Mi piace

  4. Il commentatore ha ragione. Ad una persona normale, alla lunga, le polpette possono provocare nausea e rigetto. Purtroppo, c’e’ qualcuno che non puo’ fare a meno delle polpette, le ha fatto diventare l’ombelico del mondo e noi, poveri mortali, dobbiamo sopportare queste esternazioni e questa continua “NANGA”. Polpette nunc et semper.

    Mi piace

  5. Questi commenti che ogni giorno parlano di polpette iniziano a essere noiosi. Ci tengo a precisare che non so che significano e non lo voglio nemmeno sapere.sono snervanti!!
    scusate lo sfogo.

    Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...