Accanimento terapeutico

Game over

Ma davvero continueremo ad offrire concerti gratuiti con una situazione finanziaria simile? Ma si rendono conto di quanto sia grave il contenuto del documento prodotto dalla Corte dei Conti e che sarà obbligatoriamente pubblicato sul sito istituzionale?

 Qua sotto il comunicato stampa dell’On. Nicola Ciracì. Attendiamo le prese di posizione degli altri gruppi politici.

cirafabbri

La Corte dei conti bacchetta il Comune di Ceglie, Ciracì: “Con Caroli dissesto finanziario, si rischia il default” 

L’Amministrazione comunale di Ceglie Messapica, dopo essere essere stata “attenzionata” dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e dall’Anac (in attesa della Procura) oggi è stata duramente bacchettata dalla sezione regionale di controllo per la Puglia della Corte dei Conti. Un’altra lunga serie di gravi contestazioni è piovuta sull’ente e si chiede al Consiglio comunale di assumersi la responsabilità entro 60 giorni, ratificando questo disastro finanziario.

Risulta evidente la crisi di liquidità sotto la gestione Caroli, una crisi che genera il ricorso continuo ad anticipazioni di cassa, peraltro non restituite al termine degli esercizi 2013/14/15/16, e causa il continuo sforamento di uno dei parametri di deficitarietà strutturale dei bilanci.

La Corte dei Conti ha rammentato al Consiglio comunale che il mancato rispetto di questo parametro costituisce un indice di allarme sulla tenuta dei conti in termini di sana, prudente e corretta gestione finanziaria. 

Di fronte a questa ennesima censura contabile, immagino che sarà dura per i singoli consiglieri comunali assumersi la responsabilità anche erariale di dissennate gestioni amministrative passate, soprattutto per chi, come il consigliere Perrino, si era proposto come alternativa a questa mala gestione o per chi, come il consigliere Gianfreda, ha votato contro quei bilanci.

Rimane il fatto che il Comune di Ceglie Messapica è oramai stato inserito nella black list da tutti gli organi di controllo, è a rischio di illiquidità e a un passo dal default e di fronte a questo dramma si continuano a spendere centinaia di migliaia di euro in concerti gratuiti e clientele varie come se Ceglie fosse una città senza futuro!

9 pensieri riguardo “Accanimento terapeutico”

  1. Il comunicato stampa del ragioniere è ridicolo. Mancava che scrivesse che la corte dei conti gli avesse fatto un elogio ed era perfetta.
    Ma crede che i cegliesi non sappiano leggere?
    Sicuramente quelli che hanno messo “mi piace” al post del ragioniere non sanno leggere!
    E poi mettetevi d’accordo… gianfreda scrive che lui lo aveva detto!!

    Mi piace

  2. Il comunicato stampa del ragioniere è ridicolo. Mancava che scrivesse che la corte dei conti gli avesse fatto un elogio ed era perfetta.
    Ma crede che i cegliesi non sappiano leggere?
    Sicuramente quelli che hanno messo “mi piace” al post del ragioniere non sanno leggere!
    E poi mettetevi d’accordo… gianfreda scrive che lui lo aveva detto!!

    Mi piace

  3. Un cartellone estivo riempito di feste da bar di quartiere che niente hanno a che fare con l’attrazione turistica un paese praticamente vuoto basta fare un giro e chiedere agli operatori economici in pieno luglio l’andamento turistico e da flop totale… mentre a Carovigno il 28 29 30 ci copiano il nostro food festival con il Summer Food Festival ad Ostuni e pienone gia in questi giorni…. potremmo avere il pienone pure noi se fossimo in grado di offrire in primis Sicurezza e una maggiore offerta turistica unendo centro storico grotte gastronomia…. e nel catrellone estivo sostituire quelle feste di bar con degustazioni in pieno centro di prodotti tipici di cui i turisti vanno in cerca

    Mi piace

  4. I CITTADINI DI CEGLIE MESSAPICA CHE CON REGOLARITA’ E SACRIFICIO, PROVVEDONO A PAGARE LE TASSE, DOVREBBERO RICORRERE AL “l’accesso civico “generalizzato” ai sensi del d.lgs. 33/2013, come modificato dal d.lgs. 97/2016.
    Con tale norma si stabilisce che: chiunque senza motivazione ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalla P.A., non solo quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria. L’accesso civico non ha più come presupposto l’inadempimento degli obblighi di pubblicazione, come nel d.lgs. 33/2013, ma è agibile da chiunque senza motivazione anche sui dati e sui documenti detenuti dalla P.A. ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione. Il Consiglio di Stato ha opportunamente parlato al riguardo di trasparenza di tipo “reattivo”, cioè in risposta alle istanze di conoscenza avanzate dagli interessati, che si aggiunge a una trasparenza di tipo “proattivo” realizzata grazie alla pubblicazione sui siti istituzionali dei documenti, informazioni e dati indicati dalla legge (d.lgs. 33/2013).
    Alla luce di tale norma, magari con la stesura di un documento firmato da miglia di donne e uomini CEGLIESI ( a prescindere dall’appartenenza politica) dovrebbero chiedere all’amministrazione comunale :
    1)perchè sono state impegnate delle spese senza avere a disposizione certa, le conseguenti disponibilità di cassa?
    2) tali spese erano vitali e urgenti per il paese, quindi non se ne poteva fare a meno? A tal proposito, per fortuna Ceglie non è stata interessata da nessun fenomeno catastrofico;
    3) il ricorso dell’amministrazione comunale, alle anticipazioni di cassa disposte dalla Banca P.P. ,ai cittadini Cegliesi quanto è costato e ci costerà in termini di interesse, e a quanto ammonta il tasso di interesse
    di tali operazioni?
    Tale situazione potrebbe essere paragonata alla seguente favola con un finale non a lieto fine.
    Una società ha allestito la propria attività con investimenti sovradimenzionati rispetto alla domanda del mercato .
    Di conseguenza ha sperperato le risorse dei soci senza nessuna utilità. P.S. (I soci sono i contribuenti CEGLIESI)
    A questo punto il consiglio di amministrazione della società chiede ai soci un aumento di capitale,(MAGGIORI TASSE) ma questo aumento non basta.
    In ultima spiaggia, l’amministratore richiede un finanziamento alla banca , la banca vendendo che l’azienda è in difficoltà richiede un’interesse
    elevato, tale da non essere assorbito dai ricavi.Quindi sempre più costi senza nessuna utilità.
    A questo punto ai CEGLIESI pongo questo cruciverba:
    la società che fine farà?
    FALL__ME_TO

    Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...