Correva l’AD MDCCXL…

Ed in quell’anno i Padri Domenicani della Terra di Ceglie completarono la Platea con la descrizione dei beni di loro proprietà.

Mi ritrovo tra i miei vecchi file questa pagina che avevo scaricato dalla rete tanto tempo fa e ve la ripropongo. Ho cominciato anche a trascrivere la prima parte: “Possiede questo Monastero di San. Domenico di Ceglie un’appartamenta di case sita in questa terra e negoziam vicino all’Orologio e Campanile della Chiesa Matrice, consistente in due camere superiori, con cisterna d’acqua, (…)”

Ritengo che si tratti dell’arco presente in via Maddalena e che l’orologio fosse ubicato vicino al palazzo dei Nannavecchia.

Buon 25 Aprile a tutti i lettori del blog da parte del Diavoletto.