Mezzo secolo di follia!

Guardate questa immagine aerea di Ceglie datata 1943. Era circondata da orti suburbani!

Incantevole la visione questa torta di bianco calcare sorretta da candidi terrazzamenti.

Orti suburbani 1

Dopo la guerra è arrivata lei: LA DEMOCRAZIA CRISTIANA! Maggioranza assoluta per quasi mezzo secolo. Ha distrutto la Chiesa dei Cappuccini per costruire quello scatolone marrone, ha lottizzato la collina facendo realizzare quell’eco-mostro chiamato palazzone Ricci, ha costruito quell’orrendo Palazzaccio chiamato Municipio in spregio a qualsiasi logica paesaggistica e di ecosostenibilità. La sua idea di città era il quartiere Habitat a Montreal ed infatti, ha permesso la creazione di un suo clone anche qui. La colpa di tutta questa apatia e rassegnazione della nostra comunità è in buona parte sua ovvero della Democrazia Cristiana.

6 pensieri su “Mezzo secolo di follia!”

    1. Di fatto non vi erano altre forze politiche che avessero prospettive di espansione edilizia differenti. Semplicemente non vi era coscienza paesaggistica, anzi era in odio la crudele campagna che ammazzava di lavoro o in alternativa ti mandava in Germania.
      La speculazione edilizia era considerata una benedizione: tutti volevano l’appartamento per sfuggire alla “cas di funn”, gli obbrobri pubblici quali osoedale e comune servivano a giustificare lottizzazioni mostruose o trasferimenti di moneta sotto forma di suoli, anche la diocesi ebbe la sua parte.
      Anche allora bisognava rispettare i famigerati “standard urbanistici” ed infatti suamo pieni di verde attrezzato, servizi e viabilità eccezzionali.
      Nessuno fiatava allora, i voti a sinistra arrivavano ugualmente, solo ultimamente qualche giustiziere “sinistro”, causa la malaparata, si è ricordato che gli standard urbanistici vanno rispettati, ma solo su via francavilla e contro i centri di raccolta della monnezza.
      A questo siamo arrivati, ora: che volete?

      Mi piace

      1. Certo potremmo fare infinite apprezzabili valutazioni con il senno di poi, ma oggi viene accusata una passata classe politica senza tenere conto che il nostro paese molto probabilmente fra qualche mese avrà un nuovo pug privo di qualsiasi visione e prospettiva per il futuro. Che vogliate o no un paese per potersi sviluppare ha bisogno di un piano commerciale che si adegui alle realtà socio economiche sulla quale si basa l’economia del paese; ha bisogno di prevedere servizi per assolvere e migliorare le esigenze della comunità; ed infine ha bisogno di salvaguardare il territorio. Secondo il mio parere il pug adottato è vecchio e monco mi riesce di paragonarlo ad un mutilato di guerra pertanto altro non è che un reduce.
        Possiamo dare le colpe a chi volete per il passato, ma sappiate che la colpa per le questioni future è delle amministrazioni che si sono susseguite negli ultimi 20 anni.
        Pazienza, chi resterà sarà un reduce. Un reduce che continua la sua vita diventa un eroe.

        Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...