Immagine straordinaria!

Si, è il termine giusto quello usato dallo storico Michele Ciracì riferendosi a questa immagine. La Ceglie prima del “sacco” degli anni settanta!

QUESTA UNICA E STRAORDINARIA IMMAGINE, QUASI CERTAMENTE OPERA DEI FRATELLI CAMPANELLA, DOCUMENTA UNO DEI POCHI SPAZI VERDI RIMASTI A RIDOSSO DEL CENTRO STORICO, DISTRUTTO NEGLI ANNI ’60/7 PER FAR POSTO A CIVILI ABITAZIONI..
E’ IL GIARDINO-ORTO DELLA FAMIGLIA ALLEGRETTI IN VIA BOTTEGA DI NISCO, L’ORTOLANO PROVVEDEVA A PORTARE AVANTI I LAVORI E PROVVEDEVA A PIANTARE OGNI TIPO DI ORTAGGI NECESSARI A SODDISFARE LE ESIGENZE DELLA NUMEROSA FAMIGLIA DEL PADRONE.
UN GIARDINO MOLTO IMPORTANTE ANCHE PER LE NUMEROSE PIANTE DA FRUTTA, IN PARTICOLARE ARANCE E MANDARINI, ANCORA OGGI PRESENTI NELLA ESEGUA PARTE DEL GIARDINO GIUNTO AI NOSTRI GIORNI.
TRA LE PIANTE SI INTRAVEDE L’ANTICO POZZO.
SIAMO A POCHE DECINE DI METRI DALLA PORTA MEDIEVALE DETTA DI “GIUSO”., SULLA SINISTRA DELLA FOTO PALAZZO COLUCCI-ALLEGRETTI. SULLO SFONDO PALAZZO ALLEGRETTI E LA PORTA D’INGRESSO ALLA TERRA.
LA TORRE DEL CASTELLO E LA CUPOLA DELLA CHIESA MATRICE PADRONEGGIANO SULLE CASE. (Da Ceglie Storia).