Diritto di replica

Oggi metto a disposizione di Tommaso Argentiero questo spazio (molto affollato in questi giorni). E’ stato chiamato in causa durante una pubblica assise, ha diritto di controbattere. Con l’occasione Tommaso potrebbe dirci a che punto è la relazione finale degli Ispettori e se è stata pubblicata sul sito istituzionale.

Risultati immagini per anticorruzione

Ieri sera mi sono dovuto armare di santa pazienza per vedere parte del Consiglio Comunale. E pensare che alle passate elezioni non mi sono candidato, tra le altre cose, proprio per evitare di continuare ad ascoltare le fesserie e inesattezze del consigliere Cesare Epifani. Con il consigliere Epifani, aldilà di qualche battuta di stampo interista, non parlo da quando lui era all’opposizione di Caroli e ne diceva e scriveva di tutti i colori. In merito all’accusa via etere nei miei confronti voglio solo precisare una cosa. Gli ispettori del MEF e il Comitato della Trasparenza e legalità che rappresento non hanno mai messo in discussione i titoli e la professionalità dell’ing Lopez. il rilievo evidenzia che è stato disatteso il principio della selezione pubblica, infatti per un incarico di responsabile di Attività Produttive, tra i requisiti richiesti, pena l’esclusione , veniva richiesta la laurea in ingegneria o architettura e l’abilitazione e l’iscrizione all’albo con esperienza di almeno cinque anni nelle pubbliche amministrazione in particolare sulla pianificazione del territorio (che ci azzecca ?). Gli ispettori sottolineano che l’ente si è privato di una figura esperta nel settore dell’aria attività produttive poichè i requisiti obbligatori richiesti non avevano attinenza con l’incarico. Altro fatto grave è che questa assunzione va attribuita ad una libera iniziativa del responsabile dell’are affari generali ed economici, dott. Guidotti, poiché questa assunzione non era prevista nella programmazione triennale del personale. inoltre ,e questo il Comitato Cittadino continua a sostenerlo, nel comune di Ceglie Messapica ci sono almeno 4 figure professionali che possono assumere quella responsabilità. A nostro parere il MEF è stato chiarissimo. Quella assunzione è da revocare immediatamente e non perché l’ing. Lopez non è un bravo professionista ma perchè non ci sono le condizioni e necessità amministrative per fare una ulteriore assunzione con incarico di fiducia del Sindaco. Tommaso Argentiero

15 pensieri su “Diritto di replica”

  1. La trasparenza si vede ma non si sente
    e chi sbraita e millanta trasparenza
    evidentemente lo fa perchè a sua volta fece lo stesso? A quei tempi non vi era albo pretorio su internet
    In pochi sapevano di atti delibere e determine
    Ma le varianti alla zona 167 furono fatte anche in zone vincolate
    Le lottizzazioni abusive alla luce del sole
    I rogiti senza voltura e le strade private come funghi spuntavano

    Secondo me non riuscite a vedere oltre il vostro naso
    E continuate a seguire un paladino che falla sua ha solo ***

    Auguri

    Mi piace

  2. Caro Domenico , ti ringrazio per lo spazio che mi dai. Ora se me lo permetti, poichè la questione del Centro di Raccolta molto spesso viene sollevato in maniera strumentale, voglio riproporre un Comunicato stampa che come consiglieri comunali pubblicammo nell’aprile 2013. Questo per ricordare ,ad alcuni in particolare, come stanno veramente le cose. Grazie, Tommaso Argentiero
    IL CENTRO DI RACCOLTA : I FATTI

    Il sequestro,da parte della magistratura, del Centro Raccolta Materiali è solo un punto di arrivo, di interrogativi e quesiti che i consiglieri comunali del centrosinistra hanno posto all’attenzione del Comune di Ceglie Messapica, della Regione Puglia e del Provincia di Brindisi.

    A novembre 2010, attraverso una interrogazione urgente, il Consigliere Comunale Rocco Argentiero chiedeva al Sindaco di conoscere lo stato del progetto presentato alla Regione Puglia per il tramite dell’ATO BR 2 al fine di ottenere un finanziamento per la realizzazione di un Centro Raccolta Materiali.

    Solo il 18 gennaio 2011, il Sindaco, per il tramite il suo Funzionario di fiducia, comunicava che il 21/12/2010 era stata rilasciata autorizzazione per la realizzazione del Centro Raccolta Materiali su area comunale prospiciente Viale della Lavoro ( Zona Artigianale).

    A quel punto, i consiglieri comunali del csx hanno voluto capire meglio cosa stesse accadendo, con interrogazione del 25/05/2011 è stato fatto rilevare che la realizzazione del Centro Raccolta Materiali era stata prevista su Area destinata a Verde Pubblico

    Però, come il più delle volte accade, il Sindaco non ha ritenuto rispondere, cosa che invece ha fatto Regione Puglia prima con nota n.11240 del 27/09/2011, poi con nota 7090 del 6/7/2012 .

    Con tali note, la Regione Puglia – Assessorato alla Qualità del Territorio, ha precisato al Sindaco di Ceglie Messapica e al Responsabile dell’ Area che:”La localizzazione del Centro Raccolta Materiali su area destinata a Verde Pubblico, al servizio della zona artigianale, risulta ad oggi non conforme alla strumentazione urbanistica comunale vigente e/o adottata, richiedendosi nella fattispecie la preventiva adozione di una variante urbanistica di competenza del Consiglio Comunale”

    Anche la Provincia di Brindisi con nota 104284 del 19/12/2011 esprimeva stesso parere e invitava l’Ufficio Tecnico Comunale a revocare in autotutela il Permesso a Costruire rilasciato il 21/12/2010.

    Pur in presenza dei pareri, di Regione e Provincia, il Sindaco Caroli e il suo Dirigente hanno fatto finta di nulla, per loro le segnalazioni dei Consiglieri Comunali, le raccomandate degli Enti superiori erano carta straccia.

    Oggi per responsabilità esclusiva del Sindaco e della maggioranza di centrodestra il Centro Raccolta Materiali è stato sequestrato perchè non in regola o peggio abusivo.

    Adesso il Sindaco Caroli vuole addossare ad altri, responsabilità che sono solo sue.

    Provi invece a spiegare alla Città perchè :

    E’ stato rilasciato un Permesso a Costruire su un area destinata a Verde Pubblico ?

    Non ha tenuto conto delle indicazioni degli Uffici Regionali e Provinciali per evitare problemi?

    Non ha valutato le preoccupazioni dei consiglieri comunali, a cui non si è degnato neanche di una risposta??

    Quanto accaduto è il frutto dell’arroganza e dell’approssimazione amministrativa della Giunta Caroli che tanto danno stà provoncando alla Città.

    Il tutto per responsabilità esclusiva di chi le leggi non le ha rispettate e non di chi ne ha denunciato la loro violazione.

    Il Sindaco lasci stare i luoghi comuni, faccia solo quello che non ha fatto sino ad ora, se pensa che per nascondere le proprie responsabilità è sufficiente additare i consiglieri comunali quali responsabili, ha sbagliato di grosso.

    Il servizio di raccolta dei rifiuti può e deve continuare regolarmente, anche con la chiusura (speriamo breve) del Centro Raccolta Materiali, la città deve essere pulita più di prima, senza alibi per nessuno .

    Agitare lo spauracchio che la città potrebbe essere sommersa dai rifiuti è da irresponsabili, il tentativo di creare allarmismi tra la gente è inqualificabile e non trova alcuna giustificazione.

    Per ultimo ad un Sindaco che continua a parlare del passato, al quale sta sfuggendo di mano il presente, è utile ricordare, che nei primi tre mesi del 2010 ( gli ultimi della Giunta Federico) la raccolta differenziata era la 49,65% nei primi tre mesi del 2012 ( dopo 24 mesi della Giunta Caroli) la percentuale era al 45,81%, ossia 5 punti in meno. Tutto qui !!!

    Ceglie M.ca lì 20/04/2013

    I Consiglieri Comunali del Centrosinistra

    Rocco Argentiero Tommaso Argentiero Donato Gianfreda Nicola Trinchera.

    Mi piace

    1. Tutto vero.
      Ma l’interrogativo, volgare quanto si vuole, rimane: era proprio necessario?
      Era indispensabile ricorrere alla Legge contro un’opera pubblica e utile?
      Quale vantaggio resta a noi plebei? Il “verde pubblico” intonso della zona industriale? Cos’è, non riuscivate a dormire la notte a causa dello sfregio perpetrato, abusivamente, al noto Parco Verde Attrezzato di Via degli Emigranti?
      Se proprio l’abusivismo edilizio vi provocava convulsioni legali, perché mai in tempi precedenti non avetevagito con altrettanta solerzia contro privati, camerati, compagni e complici?
      Chi è senza peccato scagli la prima pietra, prima di essere a sua volta lapidato.
      Ora datemi pure addosso.
      Me ne fotto.

      Mi piace

      1. Tranquillo nessuno ti dara’ addosso. Ognuno è libero di pensare quello che vuole, ma permettimi solo di dire che il rispetto della legalità e correttezza è alla base del vivere quotidiano e noi cittadini dobbiamo pretendere che questo valga sempre e per tutti. Tommaso Argentiero

        Mi piace

        1. Amen.
          Ma ancora non comprendo perché la stessa dottrina non valga per gli abusi edilizi di privati, quelli davvero dannosi per la comunità e per l’ambiente, in barba a tutti gli strumenti urbanistici e piani paesaggistici.
          Se vuoi ci facciamo un giro su a Montevicoli e poi insieme ai compagni sottoscrittori del post, portiamo qualche denuncia esemplare in Procura.
          Perché la Legge é uguale per Tutti.

          Mi piace

    2. Ricapitoliamo, dopo quattro anni Caroli é ancora sindaco e saldamente a capo dell’amministrazione, qualche dipendente é stato condannato o allontanato, ci siamo privati di una struttura fondamentale come il centro di raccolta, i cittadini dovranno pagare per un nuovo centro o per la riattivazione di quello sequestrato, la raccolta intanto ci costa sicuramente di più, é meno efficiente e istiga all’abbandono selvaggio dei rifiuti in campagna, il tanto protetto verde pubblico della zina industriale resta quello che è sempre stato: un ritaglio di brutta campagna abbandonata e sporca tra capannoni altrettanto sporchi e abbandonati.
      Caroli ê sempre al suo posto dopo quattro anni.
      Tutto questo porta alle seguenti conclusioni:
      1) L’esposto non è servito a niente sul piano politico;
      2) Quelli che ne hanno subito le conseguenze sono solo e soltanto i dipendenti condannati ed i cittadini;
      3) La lotta politica é fine a se stessa ed è una menzogna lo scopo di perseguire il bene comune;
      4) La Giustizia ha comunque vinto, noi abbiamo perso;
      5) Caroli é ancora lì e se la ride bellamente.

      Mi piace

  3. fare delle critiche a Tommaso Argentero è azzardato e fuori luogo per uno che non ha scheletri nell’armadio. se poi le critiche vengono da *** ,il buon tommaso ne esce alla grande e vorremmo 1000 tommaso per far risorgere questa ceglie umiliata e viĺipesa.

    Mi piace

    1. Ma che dici
      Mille rubamazzi che in passato hanno fatto i loro comodi
      Facciamo una cosa
      Chiediamo per trasparenza… che siano rese pubbbliche tutte le delibere del periodo di Federico Sindaco
      Cosi dalla trasparenza vedrete emergere le cagate dei vostri beneamini

      Come gli atti di indirizzo per i banchetti alla pizzeria e tanto altro

      Mangiavano anche loro e a quattro ganasce

      Mi piace

  4. aggiungo: il sig. Epifani( quello della commissione d’inchiesta sul conservatorio) ha detto che gli ispettori sono incompetenti, come si permettono di mettere in dubbio le capacita’ dell’ing. Lopez? E poi, e torno al tuo post di ieri, ma avfete visto il teatrino di Mita iunior? Sembra un personaggio uscito dai fumetti

    Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...