Stampa libera

Siamo al 77.mo posto nel mondo per libertà di stampa! Il Benin ci segue a ruota.

77

E a Ceglie Messapica la situazione è ancora più grave. Adele Galetta, giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno ci spiega sul suo profilo fb quanto sia difficile raccontare le storie di una città sempre più imbarbarita e incattivita. Ecco cosa ha scritto.

“Anche se cestinato non cambia il fine del tuo commento deplorevole, da ominicchio. Non devo dare conto a nessuno del mio operato giornalistico se non alla Direzione del giornale per il quale scrivo e alla gente che legge i miei articoli. In dieci anni di attività ne ho viste e sentite di tutte e di più ma da qualche tempo a questa parte la cattiveria ha superato tutti i limiti. Stai tranquillo che continuerò a scrivere sempre di quello che va bene e di quello che non va bene, piaccia o no. Che tu sia giallo, verde o rosso. Così come sono convinta che continuerai a commentare con cattiverie gratuite la mia persona ma questo non mi spaventa, ai nemici sono abituata.”