Matera 2019

Durante il week end dell’Immacolata c’è stato il boom di presenze a Matera. Non c’era un posto libero nemmeno a comprarlo dai bagarini dei Coldplay. Se ora è così figuriamoci cosa accadrà nel 2019 quando sarà Capitale Europea della Cultura. Di questa manna potremmo beneficiarne anche noi in Valle d’Itria. Settimanalmente il Diavoletto proporrà percorsi, storie e personaggi della “Terra di Mezzo” e della “Terra della Fine“.

I personaggi e i luoghi di una volta ce li propone quotidianamente anche Michele Ciracì con la sua Ceglie Storia.

FINE ‘800. UNA STRAORDINARIA E SBIADITA FOTO DI VIA SAN ROCCO. L’IMMAGINE DI OGGI E’ DAVVERO UNICA. L’ANONIMO FOTOGRAFO CI HA LASCIATO UN DOCUMENTO DI GRANDE FASCINO DI UNA DELLE PIU’ BELLE STRADE DELLA CITTA’ POPOLATA DA TANTA GENTE E ATTRAVERSATA DA CARROZZE APPARTENENTI ALLE FAMIGLIE PIU’ FACOLTOSE DEL PAESE. SULLA DESTRA IN PRIMO PIANO PALAZZO URGESI, OGGI BANCA POPOLARE PUGLIESE, A FIANCO E’ ANCORA VISIBILE L’INGRESSO DEL GIARDINO CHE SARA’ SUCCESSIVAMENTE OCCUPATO DA CIVILI ABITAZIONI. LA STRADA E’ ANCORA PAVIMENTATA IN CIOTOLATO MAC ADAM E SI STANNO ULTIMANDO I LAVORI PER COSTRUIRE I MARCIAPIEDI E ALCUNI SPAZI VERDI DOVE DOVEVANO ESSERE POSIZIONATI FIORI. NEGLI ANNI ’30 DEL NOVECENTO IN VIA SAN ROCCO DOVEVA NASCERE IL PARCO DELLA RIMEMBRANZA PER RICORDARE I CADUTI CEGLIESI DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE, FURONO PIANTATI GLI ALBERI DI PINO CHE FANNO BELLA MOSTRA IN QUALCHE ANTICA IMMAGINE, ELIMINATI NEGLI ANNI ’60. (CENTRO DI DOCUMENTAZIONE “M. CIRACI'” – BANCA DELLE IMMAGINI – FOTOTECA – Ceglie Messapica)