Benvenute a Ceglie

Sono venticinque esseri umani. Fuggono dalla Somalia, una terra dimenticata e in mano all’islamismo più radicale. La loro guerra non fa notizia perché non hanno materie prime che possono far gola alle multinazionali. Sono silenziose e riservate. Hanno tanta dignità e meritiamo il loro aiuto. ABBIAMO MOLTO DA IMPARARE DA LORO.

10 pensieri su “Benvenute a Ceglie”

    1. Hai stabilito tu cosa é banale e cosa no?
      Non credi di essere tu il banale non argomentando le tue ragioni?
      Ormai funziona così: appartenenza non ragionata ad una fazione o l’altra, battute, slogan e frasi fatte, nessun tentativo di discussione nel merito e sopratutto in base alle evidenze.

      Mi piace

    2. Tu sei uno di quelli che risolve tutto con l’accoglienza! Poiché sono banale, perché non ospiti una di quelle fanciulle a casa tue così dimostri di essere al passo ” coi tempi” ! Ab salut!

      Mi piace

      1. ecco appunto, la fiera delle banalità e delle frasi fatte che tanto critichi: “perchè non ospiti tu”… Matteo docet. E cosa ci sarebbe da argomentare? Pensi davvero che ci sia bisogno di “argomentare” la scelta di chi scappa da una guerra, dalla fame, dalla morte certa?
        E secondo te io a che fazione apparterrei? Non dirmi a quella dei “buonisti” tanto in voga oggi, cadresti nell’ennesima banalità che mi pare di capire vendi sottocosto.

        Mi piace

        1. No.
          Dimmelo tu.
          Dimmi tutto.
          Quanti, dove, perché alloggiarli questi che scappano da guerre che certo non sono colpa nostra.
          Dimmi anche a spese di chi li alloggeremo.
          Dimmi che mestiere faranno, che lingua parlano.
          Dimmi tutto tu.
          Convincimi.
          Convinci me, che sono banale, cinico e cattivo.
          Tu fallo, tu che sei l’eletto.
          Ma fallo con ARGOMENTI.

          Mi piace

          1. Non meriti risposta, dato che pensi che la guerra non sia colpa nostra. Non meriti risposta, dato che già altri ti hanno detto che l’Unione Europea (e quindi anche tu, io ed altri cittadini dei 27 stati), paga.
            Non meriti risposta dato che non hai letto che il bimbo parla italiano e la maggiorparte di loro parla inglese.
            Non meriti risposta dato che tu cinico, cattivo e soprattutto banale, pensi solo ed esclusivamente ad un cosa: ai SOLDI!
            Tu non meriti risposta, io non sono un eletto, loro sono PERSONE.

            Mi piace

          2. Ecco. Appunt.
            Non hai risposto poiché non hai risposte.
            Le guerre sono quelle che chiamavi “primavere arabe”, l’orgia della democrazia esportata coi soldi dei sauditi, personalmente non mi sento in colpa; le guerre in Europa ce le siamo sbrigate in casa comunque.
            Sono persone, certo, come tutte quelle che conosco e che pure loro hanno tanto bisogno, da chi cominciamo?
            Prima o poi dovrai trovarle le risposte, che io le meriti o meno.

            Mi piace

  1. Bene l’accoglienza! E il lavoro chi glielo dà per vivere dignitosamente! Tra poco le vedremo fuori a qualche supermercato a raccattare qualche euro! Bella prospettiva! Non basta accoglierle perché tutti si sentano con la coscienza a posto, ad iniziare dai ” radical chic” che poi concretamente ” scompariranno”!

    Mi piace

    1. La fiera delle banalità. A quanto fai oggi le stupidaggini? Le vendi anche ai supermercati di cui sopra?

      (erroneamente postato fra i nuovi commenti, era ovviamente una risposta al sig. marchione)

      Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...