E il tipo strano, quello che ha venduto per tremilalire sua madre a un nano!

Ceglie Messapica, via San Rocco: ecco com’era IL MONUMENTO.

Da Ceglie Storia

OGGI E’ LA GIORNATA DEDICATA A QUANTI HANNO PERSO LA VITA IN TUTTE LE GUERRE.
UN RICORDO AI MILITARI CEGLIESI CHE NELLA PRIMA E SCONDA GUERRA MONDIALE HANNO SACRIFICATO LA GIOVANE VITA PER LA PATRIA.
ONORIAMOLI A 100 ANNI DALLA PRIMA GUERRA MONDIALE
RAMMENTO ALLE AUTORITA’ COMPETENTI LE LEGGI NAZIONALI, I RICHIAMI DELLA PREFETTURA E LE PARTICOLARI RACCOMANDAZIONI DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA RIGUARDANTE I MONUMENTI AI CADUTI ITALIANI CHE COSI’ RECITANO:”SUL SAGRATO E NELL’AREA CHE DELIMITA IL MONUMENTO AI CADUTI E’ SEVERAMENTE VIETATO SVOLGERE MANIFESTAZIONI NON CONSONI AL LUOGO SACRO CHE RICORDA I CADUTI IN GUERRA”.
UN POPOLO CHE SI DICE CIVILE NON PUO’ E NON DEVE BIVACCARE,GIOCARE A CARTE, BRINDARE, PEGGIO PORTARE I CANI A SPORCARE, FARE I PROPRI BISOGNI FISIOLOGICI IN QUESTO LUOGO SACRO. F.to: Michele Ciracì.


Caro Michele, se fosse solo questo. I maledetti vecchiacci che non hanno mai lavorato in vita loro nei pressi di quel luogo di mattina s’incontrano e contrattano le prestazioni sessuali. Poi si siedono sotto il monumento raccontandosi le loro gesta e il costo che varia da 5 a 20 euro.