PUG. ABBIAMO RAGIONE NOI!

Le osservazioni al PUG di Ceglie Messapica prodotte dal Comitato di Tecnici di cui mi onoro di fare parte sono in linea con le modifiche al Piano Casa varate a maggioranza dal Consiglio Regionale in data 11 ottobre. E’ del tutto evidente che il futuro è collegato alla possibilità di poter ampliare e recuperare il patrimonio edilizio esistente e quello che lo circonda. Ora attendiamo fiduciosi la data del 20 novembre entro la quale il Consiglio Comunale dovrebbe decidere previa relazione del progettista.

I punti salienti:

  • Il provvedimento estende gli interventi di ampliamento della volumetria degli immobili anche agli esercizi di vicinato, alle piccole botteghe artigiane e ai laboratori per arti e mestieri. Potranno essere ampliati, nel limite del 20% della volumetria complessiva, e comunque per non oltre 300 metri cubi, esercizi di vicinato, laboratori per arti e mestieri e locali per imprese artigiane.
  • Le novità riguardano le deliberazioni motivate del Consiglio Comunale che unitamente agli strumenti urbanistici generali vigenti, variati e modificati vengono trasmesse alla competente struttura regionale, la quale provvede a renderli accessibili attraverso il SIT.
  • norme meno severe per gli interventi di demolizione e ricostruzione infatti, ove l’ampliamento in contiguità fisica non risulti tecnicamente o fisicamente realizzabile oppure comprometta le caratteristiche tipologiche e architettoniche del fabbricato esistente può essere autorizzata la costruzione di un corpo edilizio separato, di carattere accessorio e pertinenziale, da collocarsi sullo stesso lotto dell’edificio esistente e ad una distanza non superiore a dieci metri.