NOVECENTO -BIOGRAFIA DI UN PAESE-

Di Vincenzo Gasparro.

Care/i amiche/ci vi avevo tempo fa preannunciato che avevo finito di scrivere il nuovo libro di storia sul novecento cegliese. Finalmente è in fase di stampa presso la casa editrice BookSprint che ha voluto stampare anche questo mio nuovo libro che è un viaggio nella memoria del secolo passato.E’ un affresco su Ceglie che parte dall’età giolittiana ,passando per il fascismo fino alla fine del secolo scorso. Chiunque ha interesse può prenotarmelo e le copie sono limitate. Il libro si compone di 140 pagine ed ha un formato 14×21 al prezzo di euro 16.90.
Nei prossimi giorni vi darò qualche anticipazione e per intanto vi passo la sinossi del libro che è ricco di documenti inediti ed è corredato da una galleria di personaggi cegliesi ,alcuni completamente sconosciuti ai più.

Foto:

Sinossi dalla quarta di copertina a colori:

“Novecento” è un viaggio nella memoria storica di una piccola comunità che s’intreccia con quella nazionale. I grandi temi della politica e del vivere civile sono recitati da piccoli e grandi attori di periferia e sulla ribalta la rappresentazione è a volte umoristica, a volte eroica e a volte tragica.Nel libro si respira tutto il fetore del trasformismo italiano, della ricerca egoistica del “particulare”, del familismo amorale di una piccola borghesia agraria e urbana, delle irrisolte contraddizioni di classe, ma il libro profuma anche della generosità e della lungimiranza di quelli che, sacrificando la carriera e anche la propria vita, hanno cercato di orientare la vela dell’etica pubblica e privata verso traguardi sempre più ampi di democrazia e progresso civile. Letto in questa prospettiva il racconto storico di una piccola comunità del Novecento diventa metafora dei mali e della grandezza italiana. Con questo libro l’Autore conclude e sintetizza l’affresco storico su una comunità che,raccontato dalla trilogia che precede “Novecento”, spazia dalla fine dell’800 fino alla parabola novecentesca.

 

PRESI!

Ottimo lavoro! Di nuovo grazie al Commissariato di P.S. di Ostuni.

20160913_103705.jpg

Furto di 40 metri quadri di chianche. Individuato il responsabile.

Nella tarda serata del 6 settembre del corrente mese, si presentava in Commissariato un piccolo imprenditore del luogo che, in preda alla disperazione per i danni subiti e per lo scempio patito ad opera dei malfattori che gli avevano letteralmente distrutto un antico basolato composto da chianche, si rivolgeva agli operatori dell’Ufficio Denunce cui, sconfortato, raccontava di aver effettuato la spiacevole scoperta, una volta recatosi presso la proprietà che, da diversi giorni, era intento a ristrutturare.

I malfattori, introdottisi all’interno del sito privato, utilizzando dei picconi ed altri strumenti, avevano totalmente scardinato un quantitativo di pietre antiquate che, una volta posizionate, avrebbe coperto una superfice di circa 40 metri quadri.

Tra quanto veniva asportato e i danni materiali, l’ammanco patito dal denunciante, superava di gran lunga la somma di 10 mila euro.

Muovendo da una puntuale e precisa formalizzazione di quanto riferito dalla vittima e mediante un accurato sopralluogo che permetteva di acquisire fondamentali spunti investigativi, su tutti la presenza di segni sul terreno di un particolare tipo di pneumatico per veicolo industriale, veniva avviata una dettagliata attività di ricerca che, attraverso lo studio di precedenti analoghi casi di furti, indirizzava le indagini verso una precisa pista investigativa. Continua a leggere PRESI!