PUG, ancora pochi giorni

Ceglie Messapica. Siamo agli sgoccioli, entro il 20 settembre bisogna proporre le osservazioni al PUG. La capacità di autodeterminazione di una comunità si vedrà dalla quantità e qualità delle osservazioni. Non ho idea di cosa accadrà, il 21 ne trarrò comunque le mie conclusioni nel frattempo, mi permetto di chiedervi collaborazione in merito alla salvaguardia storica e paesaggistica. Perchè non segnalate anche qui le emergenze da salvaguardare? Abbiamo perso un patrimonio unico, facciamo in modo di conservare e recuperare quello che ci è rimasto. Ecco un esempio di tesori scomparsi:

Immagini tratte da “IL FENOMENO DELLE CINTE DI SPECCHIE NELLA PENISOLA SALENTINA” di GIOVANNI NEGLIA, Adriatica editrice – Bari – 1970.

The show must go on

Come si fa a non pubblicizzare questo manipolo di ragazzi che sono riusciti in poco tempo a costruire un polo d’attrazione culturale così forte in una realtà così dura? I giorni scorsi l’associazione Mittaffett è stata sotto attacco e in un momento di sconforto qualcuno di loro voleva abbandonare. La solidarietà ricevuta è stata davvero così grande che li ha confortati. “Non lavoro per la politica o per le istituzione, quindi non percepisco denaro. L’unica retribuzione che potrei ricevere è la solidarietà, la forza e la gratitudine della gente ed è proprio quella che ho appena ricevuto da lei e da altra gente.” Parola di Antonio Ciracì, un responsabile dell’associazione”.

Il 24 agosto vi aspettano al Castello Ducale di Ceglie Messapica per la serata di premiazione del 1° Concorso Nazionale Letterario “MittAffett allo Scrittore – Gea Mea

A proposito di commenti anonimi, oggi ne ho cancellato una dozzina sebbene fossero TUTTI a mio favore. Comunque questo qua sotto, lo lascio.


CHI DI DERISIONE FERISCE

DI DERISIONE PERISCE

A volte ci capita di assistere a dei comportamenti che non riusciamo nemmeno a giustificare a noi stessi. Ci capita in famiglia, nelle relazioni sociali, un po’ dappertutto. Ci impegniamo nel lavoro, con i figli e nei momenti un po’ liberi ci dedichiamo anche alle cose del nostro piccolo paesello, alla cronaca a volte bizzarra della politichetta locale. Negli anni della mia gioventuù era molto fiorente l’associazionismo, amavamo i Beatles e i Rolling Stones, cantavamo tutti la canzone Imagine di John Lennon, tutti contro la guerra, chi lo faceva per moda ma la maggior parte lo faceva con convinzione, con l’entusiamo di quell’eta’. Oggi la Societa’ si è evoluta, sotto certi aspetti si e’ involuta, adesso invece di socializzare ci si affida a Facebook con tutti i risvolti che ne conseguono.
Veniamo al sodo, all’oggetto di questo mio piccolo intervento. Non conosco i ragazzi di MITTAFFETT ma ne condivido, per quello che mi è dato di sapere, l’entusiasmo, la voglia di sentirsi protagonisti, gli obiettivi, le motivazioni. Il fatto di andare controtendenza, FACEBOOK, di organizzare incontri culturali ecc, dovrebbe fare piacere a tutti, dico a TUTTI, specialmente a noi adulti che potremmo rispecchiarci nella loro eta’, nel loro entusiasmo. Invece qualcuno, con un cinismo degno di miglior causa, cerca di tagliargli le gambe, di non farli volare, di deriderli.Ragazzi, non vi scoraggiate, certe voci sono veramente fuori dal coro, sono voci stonate. Andate per la vostra strada con lo stesso entusiasmo che avete profuso in passato. La derisione ricadrà con effetto boomerang su chi ha voluto deridervi. In futuro potrete anche commettere qualche errore ma sarà solo conseguenza della vostra giovane eta’ e dell’inesperienza, ma saremo in tanti, la stragrande maggioranza, a capirvi, a comprendere. Concludo, dicendo a chi vi denigra, cu mett veramente affett.

Commento non firmato