LIBERTA’! GARANTISMO! LIBERTA! GARANTISMO!

LIBERTA’!GARANTISMO!LIBERTA’!GARANTISMO!LIBERTA’!GARANTISMO!LIBERTA’!GARANTISMO!LIBERTA’!GARANTISMO!LIBERTA’!GARANTISMO!LIBERTA’!GARANTISMO!LIBERTA’!

E ora? Chi ripagherà il dott. Giuseppe Amico della campagna di fango che gli è stata buttata addosso durante questi anni? Non ha violato nessuna pw del Comune ed E’ STATO COMPLETAMENTE SCAGIONATO!  Quello che diceva di avere quaranta anni di esperienza giornalistica avrà il coraggio di chiedergli pubblicamente scusa per essere stato complice di questa gogna mediatica?

Buone notizie!

Qualcuno avvisi l’Amministrazione che l’agro di Ceglie Messapica è attraversato da una incantevole ciclovia e che…

Il progetto di Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese nasce dalla volontà della Regione Puglia, Assessorato alle Infrastrutture e Mobilità, di rendere accessibile al pubblico e percorribile in bicicletta, quale greenway, la strada di servizio, normalmente vietata all’accesso e al transito ordinario in quanto destinata soltanto al personale autorizzato, che corre lungo il Canale Principale dell’Acquedotto pugliese. Si tratta di circa 500 chilometri attraverso 3 regioni. Il tracciato è stato già individuato all’interno del progetto di cooperazione internazionale di cui è capofila la Regione Puglia e la ciclovia dell’Acquedotto, d’intesa con la Fiab, titolare del marchio Bicitalia, è diventata variante pugliese dell’itinerario n. 11 (“Ciclovia degli Appennini”) della rete ciclabile Bicitalia. Continua qui.