Un bel modo per fare cassa.

E’ come andare all’Aiacca!

Leggo su facebook: “****A T T E N Z I O N E **** sulla provinciale Ceglie – Martina Franca (all’altezza della quercia secolare nei pressi del cimitero), è stato installato un rilevatore elettronico fisso, della velocità, senza obbligo di fermata. È giusto rispettare i limiti di velocità (in questo caso 50 km/h) ma siccome sono tarati per emettere il verbale anche alla velocità di appena 60 km/h se non di meno, per non ricevere spiacevoli sorprese, prestate la massima attenzione!”.

Mi dicono che altri due dispositivi automatici sono stati attivati all’incrocio semaforico della circumvallazione che porta a via Martina e all’incrocio semaforico sulla via per Francavilla Fontana (zona PEEP).


A quanto sembra, la scorsa notte c’è stata un’ennesima rissa in piazza. E se le telecamere le usassimo per proteggere i cittadini e non per tartassarli?

15 pensieri su “Un bel modo per fare cassa.”

  1. Per il rilevamento della velocità nei pressi del cimitero non si poteva avvisare i cittadina dell’installazione? Spero che lo si faccia e che ci sia un periodo di tolleranza. Così l’amministrazione comunale dimostrebbe di essere per i primi tempi dalla parte dei cittadini più ” sbadati “!

    Mi piace

  2. Meglio la camicia bianca aperta che la tua nera, chiusa al collo.Mo’ pure i finti moralisti che danno opinioni di estetica e comportamenti,Leggi Agora’ ,in greco .Ti spiega cosa e’ la piazza.

    Mi piace

    1. Non mi risulta che agorà significhi luogo di accoltellamenti, di risse, di cafoni, di pavoneggiamenti, di sporcizia,….
      D’altronde citi un nome che mi fa venire in mente un episodio dove il primo cittadino è stato querelato da un gestore di un bar…..
      http://m.quotidianodipuglia.it/brindisi/articolo-1467764.html
      “Secondo l’uomo, il sindaco lo avrebbe offeso e minacciato all’interno del suo esercizio commerciale”
      Se questo è l’esempio non ci meravigliamo poi del risultato.
      E abbottonati quella camicia che sei ridicolo, e hai una certa età….

      Mi piace

  3. Diavoletto hai visto quanti mi piace ha preso il post di Tommaso Argentiero di ieri con la foto della strada con l’asfalto scasciato? Tanti mi piace se consideri che Tommaso non ha 4000 amici e passa su librofaccia come qualcun altro, ma meno di 1 quarto. Tanti mi piace se consideri che la gente spesso ha paura a esporsi sulle critiche ai potenti. Secondo me il malcontento sta crescendo.
    Fai una cosa, invita i tuoi lettori a inviarti foto delle strade scasciate e poi le pubblichi con una mappa della città in cui sono indicate le strade scasciate, indicarle con il colore rosso che spicca.

    Mi piace

    1. Ne verrebbe fuori un affresco “rosso pompeiano” così tanti sono i dissesti stradali che non sarebbero distinguibili le zone danneggiate da quelle meno, perché di strade percorribili non esistono da tempo.
      A proposito: qualcuno avverta il campione LL.PP. che PRIMA di rifare le pavimentazioni stradali vanno portati in quota i chiusini dei vari sottoservizi, esempio negativo Via Roma che sembra daccapo la litoranea Balbia da Tripoli ad El Alamein.

      Mi piace

  4. E pensare che Ceglie avrebbe avuto le telecamere in funzione già dal 2013.
    Solo che il ragioniere e il suo fedele scudiero vollero rifare una gara vinta regolarmente da una delle più grosse ditte internazionali; gara assegnata poi a qualcun altro…. una ditta della provincia napoletana che è fallita. E oggi è sotto gli occhi di tutti che non c’è sistema di telecamere funzionante ma solo telecamere mobili vicine ai cassonetti.
    Quanti disastri si sarebbero evitati in questi anni.
    Epifani che cosa dice a riguardo?
    https://diavoleggo.com/2014/03/26/e-sbrigatevi-a-sorvegliarci/

    Mi piace

  5. Mi dispiace tanto, ma io in piazza non esco più.
    Risse, parolacce, grida in dialetto sguaiate, nessuno che parla in italiano, paninoteche stile favelas, per non parlare di chi si atteggia con camicia bianca aperta con un bicchiere di prosecco che lo tiene per tutta la sera!
    Con tutto il rispetto per i dialetti, ma vi rendete conto che solo a ceglie si sente parlare solo il dialetto? e anche nei bambini piccoli!
    Poi ci sono quelli che anche su facebook scrivono in dialetto credendo di essere simpatici, ma in realtà per nascondere gli orrori che farebbero scrivendo in italiano. D’altronde te ne accorgi anche da chi ci amministra, o dialetto o accento fortissimo!

    Mi piace

    1. Hai scritto in un italiano da accademia della crusca ,per esprimere dei pareri e dei ”concetti” da accademia dello stupido violento.Classista ,invidioso,frequento la piazza di Ceglie ,e ,quella che hai descritto tu mi sembra la piazza del tuo cortile,dove tu ,ovviamente ,passi il tempo a guardare il dito e ti perdi la luna.

      Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...