Avrà sicuramente un asso nella manica.

L’ex assessore Danele Gioia (servitore dello Stato per professione) che lo attacca in piazza dicendo che i cestini stile ferro vecchio costano € 800 cad. La gente per strada imbestialita per la mazzata della Tari, (infatti a Ceglie anche se si è soli bisogna pagare per tre componenti del nucleo famigliare), gli ispettori dell’anticorruzione che ormai stanno seriamente pensando di prendere la residenza a Ceglie, Tommaso Argentiero che si schiera con i licenziati, i temerari che vogliono sostituire le piastrelle al bagno e che si ritrovano con un’intimazione di centinaia e centinaia di euro da versare come oneri concessori e dulcis in fundo un Onorevole della Repubblica Italiana che in conferenza stampa gli lancia delle accuse documentate da fargli tremare i polsi.

Chiunque altro avrebbe alzato bandiera bianca.Chiunque altro, ma non il rag. Luigi Caroli Sindaco di Ceglie Messapica che domenica alle 14 su Video M contrattacca mandando a dicre che farà delle dichiarazioni esplosive.

bombe