Com’eravamo

Le foto di Ceglie degli anni cinquanta sono le più interessanti. Il sacco è iniziato subito subito dopo. Costruttori improvvisati: sarti, barbieri, contadini, frantoiani, professori, bottegai. Non ricordo nemmeno un nome di persone che provenivano dall’edilizia.

La foto qui sotto è tratta da Ceglie Storia

ANNI ’50/’60 DEL SECOLO SCORSO. IN QUESTA IMMAGINE, DAVVERO MOLTO RARA VIA LEONARDO DA VINCI COME SI PRESENTAVA PRIMA DELLA COSTRUZIONE DI CIVILI ABITAZIONI. SULLA DESTRA DI CHI GUARDA LA FOTO, SONO PRESENTI LE PRIME CASE POPOLARI.NON E’ STATA ANCORA COSTRUITA LA SCUOLA MEDIA “G.PASCOLI” E IL VERDE DELLA CAMPAGNA LA FA ANCORA DA PADRONE. SULLA SINISTRA IL CASTELLO, LA CHIESA MATRICE E QUELLA DI SAN GIOACCHINO. AL CENTRO DELLA FOTO ANCORA IN PIEDI IL CONVENTO E LA CHIESA DEI PADRI CAPPUCCINI. QUESTA E’ ANCHE LA ZONA DOVE, DURANTE LA COSTRUZIONE DI ABITAZIONI SONO STATE SCOPERTE DECINE DI TOMBE DI EPOCA MESSAPICA DI CUI, PURTROPPO, NON RIMANE ALCUNA TRACCIA.. . (CENTRO DI DOCUMENTAZIONE “M. CIRACI'” – BANCA DELLE IMMAGINI – Ceglie Messapica

Fortunatamente prima dei “distruttori” in questi luoghi viveva gente abitava in armonia con il territorio lasciandoci un gioiello chiamato borgo medievale. Skyscanner a maggor ragione ci inserisce infatti tra le più belle città bianche italiane.

12 Bellissime Città bianche da vedere in Italia