Ai poster l’ardua sentenza.

Correva l’anno 2002 e con questo scatto volli immortalare lo scempio che si stava perpetrando nell’indifferenza generale. Quell’incredibile pugno nell’occhio firmato architetto Nespega, preso pari pari da qualche progetto di scuole medie realizzato da qualche schiavetto edificato contro ogni logica paesaggistica ed economica, ha di fatto imbruttito anche i rapporti sociali.

Clicca qui per vedere meglio l’immagine

Come ben vedete dalla struttura, si tratta di una vera e propria bomba energetica. E’ esposta a tramontana, ha le pareti di carta velina e per riscaldarlo (e raffrescarlo) si spendono tantissimi soldi pubblici.

7 pensieri riguardo “Ai poster l’ardua sentenza.”

  1. Abbiamo rischiato di avere un altro scempio con la colata di cemento per fare l’anfiteatro tanto voluto dal ragioniere e da qualche altro che su fb ne prometteva la costruzione.
    Fortunatamente una petizione, Sgarbi, un’interrogazione parlamentare, il buon senso di alcuni cittadini e di tecnici preparati si è fortemente voluto la realizzazione di ortali terrazzati e oggi possiamo vedere qualcosa di decente e pulito.
    Immaginate il comune con un anfiteatro di cemento. …. poveri noi.

    Mi piace

  2. Diavoletto vai nello stesso punto e scatta un altra foto vediamo le differenze. Penso non siano solo quelle dello scatolone Merdacipo (questo termine usato solo per indicare quell’edificio di enorme bruttezza)

    Mi piace

  3. …urge (i tempi sono maturi) un referendum popolare per abbatterlo. In caso di vittoria quello si sarebbe un bel giorno di riscatto per Ceglie. Punta Perotti insegna, o per lo meno dovrebbe.

    Mi piace

  4. Anche lo scatolone metallico sospeso sui resti della Brindisi romana è firmato dallo stesso progettista ormai buonanima. Altri simili capolavori purtroppo non potranno essere fruiti dalle generazioni future…

    Mi piace

  5. Aggiungo che i Paladini di Oggi del tuo Comitato potrebbero scrivere un romanzo sulla questione.
    Come ad esempio la assenza tutt’ora della agibilità della struttura
    Ma questo librai già!

    Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...