La ruota gira…

Termina con queste parole l’esternazione su fb di Angelo Palma.

Ceglie Messapica

isola pedonale SI, isola pedonale NO.

Tutto è affidato alla buona volontà della gente.
Al sostegno che essa vorrà dare al centro settecentesco e ottocentesco, il centro della città.
Alla consapevolezza che non si tratta di un aiuto alle singole persone che gestiscono gli esercizi e gli studi professionali.

Noi faremo la nostra parte. Ricorreremo ai mezzi utili per far cambiare idea all’Amministrazione.

Un’Amministrazione che non ha mantenuto le promesse elettorali di apertura al traffico, nella persona del sindaco, e non rispetta le sue stesse delibere, come quella del 11 dicembre 2015 con la scusa di una inutile proroga della sperimentazione o arrabatta giustificazioni infondate, come nel caso di due assessori.

Ho già spiegato nel mio post di ieri quali aree devono essere soggette alla pedonalizzazione e prospettato una soluzione di compromesso.

Il Sindaco ha invece imposto l’isola pedonale senza consultare nessuno degli interessati, senza badare agli interessi dei commercianti, dei professionisti e dei residenti.

Nessun altro sindaco avrebbe attuato un programma di riqualificazione che invece dei vantaggi comportasse degli svantaggi.

Però, caro sindaco, bisogna soltanto attendere perché nella vita la ruota gira.

14 pensieri su “La ruota gira…”

  1. Giustamente chi deve riscuotere gli affitti tira l’acqua al suo mulino. Aprire nuovamente quella strada per la contentezza di alcuni commercianti non sarà una buona scelta. Già le prime chiazze d’olio sulle chianche, il via vai di aiuto fuori controllo e senza controlli. In pratica mesi di lavori inutili, è tornato tutto come prima. Non ci siamo evoluti. Mi dispiace dirlo, ma il sindaco lo hanno spinto a cambiar idea con le pressioni continue di alcuni commercianti, gli stessi che pensano di vendere di più con l’avvento dei “nuovi” parcheggi. Ma non è così, per migliorare noi stessi abbiamo bisogno di un cambio culturale importante, proprio questo è il punto, la paura di cambiare e abituarsi a qualcosa di nuovo non ci fa guardare con le dovute prospettive. L’area pedonale dovrebbe incentivare il passeggio, le vetrine, in tutte le città del mondo si guardano a piedi e non comodamente dall’auto. Per me area pedonale e stop.

    Mi piace

    1. Quali vetrine di quali negozi?
      Il commercio, che non è mai stato il forte di questo paese, ha smesso di agonizzare ed è passato a miglior vita, anzi, é passato a francavillesi e cinesi.
      Con questo non intendo dire che si dovrebbe riaprire al traffico; il senso è che se si riapre a fini commerciali l’operazione è inutile all’economia del paese, forse è utile a solo pochi venditori di cibo da strada e dolciumi sopravvalutati: proprio uguale uguale ai peggiori sobborghi di qualche paesone thailandese, allucinogeni compresi.
      Non fatevi illusioni: la riapertura delle strade del “centro”, non risolverà nulla, come pure tenerle chiuse.
      La miseria, economica e culturale, l’abbrutimento della popolazione, ha raggiunto da tempo il punto di non ritorno e quindi ogni intervento ha carattere palliativo: vogliamo curare il cancro con l’aspirina.
      Dovevate pensarci ed agire almeno 25 anni fa, quando avete puntato tutto sull’edilizia residenziale intensiva, chiuso gli occhi su abusi di tutti i tipi, sull’artigianato truffaldino a base di contributi statali e finte officine con le manuglie d’oro al piano superiore et cetera.
      Ficcatevi in quella testaccia che non c’è più rimedio: i personaggi ancora saldamente al comando vi hanno fottuto da anni, continuate a sottometervi in cambio di qualche cicca ed elemosina di vario genere, seguitate pure a dargli ragione: forse riuscirete a campare e mandare i vostri figli…in Germania, ancora una volta.

      Mi piace

  2. In via Muri nei pressi di via Porticella: a sinistra segnale con divieto di sosta su entrambi i lati. A destra divieto di transito con obbligo di svolta a destra. Poco piu’ avanti segnale che indica un parcheggio.Come bisogna comportarsi guidando?

    Mi piace

  3. Il camposanto è possibile perché a Ceglie si è creato un sistema totalitario. L’opposizione non svolge il suo ruolo, è in parte connivente, alcune categorie sociali che potrebbero dar voce e sostanza alle critiche alla maggioranza sono colluse. Ci vuole del tempo perché la popolazione se ne renda conto, ci vuole del tempo perché la ruota giri.

    Mi piace

  4. I ***, come si dice a Ceglie. Non deve meravigliare il mancato rispetto delle promesse elettorale, il comportamento da dittatore, le scorrettezze verso i cittadini che vanno a presentare i loro problemi

    Mi piace

  5. *** predica bene e razzola male perchè non dovrebbe percorrere con la propria auto corso Garibaldi chiuso al transito.
    Quindi prima di fare il Masaniello della situazione comportati da cittadino e rispetta le regole. Comprì.

    Mi piace

  6. Preservare il centro storico dovrebbe essere una priorità
    A cui molti Cegliesi pian piano si stanno abituando!
    Vai avanti Sindaco che questi non hanno capito niente

    Mi piace

    1. La priorità deve essere non affossarlo. Perché non ti firmi? Sarei curioso di conoscere la reazione dei commercianti. La conosci la storiella dell’asino che si era talmente abituato a non mangiare che morì? Tu credi di esserti sistemato con il tuo par…..e!!!!!!!

      Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...