A volte risorgono!

Anche Ciro Argese diventa “Libero e pensante”? Sicuramente in questo suo sfogo su fb ha fatto sue le tematiche del Comitato per la trasparenza coordinato dal mitico Tommaso Argentiero. Dimenticando comunque l’argomento più importante: LA TASSAZIONE IPERBOLICA!

Risorgono

 

È ora di darsi una regolata! Dopo la copiatura del regolamento per l’anticorruzione dal Comune di Cellino San Marco con relativa sanzione dall’autorità di vigilanza, dopo la perdita del finanziamento per il Castello, dopo un aumento notevole di tasse non certamente previsto nel programma elettorale, dopo questo ennesimo errore del “mare a Ceglie” che, a prescindere dalla opinabile gravità dell’accaduto, ha messo in ridicolo l’intera città , penso che sia ora di darsi una regolata! Non ho contribuito ad una vittoria storica per questo! Ora, ovviamente, mi aspetto che come Mose’ il Sindaco divida le acque perche’ noi cegliesi, e’ risaputo, non siamo un popolo di pescatori.

Firmato: Ciro Argese

Cronaca di un dicembre da cani.

https://i1.wp.com/www.leohoxholli.com/wp-content/uploads/2015/10/mos-fol-armiku-te-degjon.jpgE ve lo immaginate se avessi raccontato per davvero la cronaca Cegliese di questi ultimi trenta giorni? Che ricaduta d’immagine avremmo avuto? Mi autocensuro e passo alle … frivolezze.

SI SBARACCA!

Anche in questo caso meglio non pubblicare foto! Se vi fidate della mia parola vi dico che su via San Rocco sono rimaste solo quattro baracche e che stasera solo due erano aperte. I visitatori si potevano contare sulle dita di due mani.

DISFATTISTA!

Caro Tommaso Argentiero su fb te ne hanno dette di tutti i colori facendo riferimenti anche fisici però per Il Diavoletto sei un Mito!

EGOISTA!

E solo a Ceglie può accadere che uno storico del calibro di Michele Ciracì che sta condividendo la nostra storia GRATUITAMENTE su Ceglie Storia venga definito in questo modo. Caro Michele, nessuno è poeta in Patria ma qui si rischia di passare per disadattato.

Inserisci una didascalia

CEGLIE MESSAPICA NELLE FOTO D’EPOCA
UNA FOTO, UNA STORIA.

ANNI ’50/’60. L’IMMAGINE DI OGGI E’ DAVVERO UNICA. L’ANONIMO FOTOGRAFO CI HA CONSEGNATO UN MOMENTO DI VITA CITTADINA ALLORA USUALE. IL PERIODO NATALIZIO ANCORA OGI, E’ IL PIU’ PROPIZIO PER ACQUISTARE IL PESCE.

IN QUEGLI ANNI NELLA PIAZZA COPERTA, INAUGURATA DA POCHI MESI (1958) ERANO PRESENTI NUMEROSI BANCHI DI FRUTTA E DI ALTRI GENIRI ALIMENTARI.
NUMEROSI I VENDITORI DI PESCE, IL PIU’ CONOSCIUTO ERA SICURAMENTE “miminə u tarandinə” (NELL’IMMAGINE CON IL CARTOCCIO DEL PESCE IN MANO) CHE RECLAMIZZAVA I SUOI PRODOTTI IN GIRO PER LE VIE DEL PAESE TRAMITE “zappuddə” e TOMMASO CONTE.
CHI ENTRAVA NELLA PIAZZA COPERTA ERA SUBITO CATTURATO DAL VOCIONE DI MIMINO E DALLE SPECIALITA’ DI PESCE, A VOLTE NON PROPRIO FRESCO, MA PRESENTATO IN MODO CHE APPARISSERO TALE.
QUANDO MIMINO SI RITIRO’ DALL’ATTIVITA’ NELLA PIAZZA COPERTA SI AVVICENDARONO ALTRI VENDITORI, MA NON FU PIU’ LA STESSA COSA E I BANCHI DEL PESCE NEL VOLGERE DI QUALCHE MESE SPARIRONO.

(CENTRO DI DOCUMENTAZIONE “M. CIRACI'” – BANCA DELLE IMMAGINI – FOTOTECA – Ceglie Messapica)

Falso d’Autore.

Il mare a Ceglie Messapica c’è. Ce lo dice (mostrandocelo insieme a un suo ristorante tipico) Tripadvisor. Ce lo conferma Repubblica e ovviamente lo certificano per Giunta!

https://i2.wp.com/www.repstatic.it/content/localirep/img/rep-bari/2015/07/06/133942541-c1f51094-c9c1-494d-af56-fe88b0a19d2e.jpg

Dalla pagina fb di Tommaso Argentiero coordinatore del Comitato di coloro che si sentono Liberi e Pensanti.

“Errare humanum est, perseverare autem diabolicum”

Con la Delibera n. 232 del 23.12.2015 la Giunta Comunale di Ceglie Messapica del Sindaco Caroli ha approvato il Documento Unico di Programmazione 2016-2018 . Nella sezione dedicata al turismo c’è il “BOTTO DI FINE ANNO”

STRATEGIA GENERALE
(………….) Riqualificazione del litorale, completamento della passeggiata a mare; miglioramento delle
(………) Miglioramento delle strutture balneari con attenzione all’ulteriore abbattimento di barriere architettoniche

Un consiglio costruttivo: il Documento ,composto da 111 pagine, riporta tante , ma tante, cose che nulla hanno a che fare con la nostra città ,pertanto , per evitare ulteriori figuracce, sarebbe opportuno revocarlo e presentarne uno che parli di Ceglie.

Tasi, il nemico ti ascolta!

Senza batter ciglio, s’è beccato il massimo della TASI e il massimo dell’IMU. A Ceglie Messapica infatti, la TASI sulla prima casa è al 2,5 mentre sulla seconda è all’1,6. Nessuna remora, nessun orgoglio, il Cegliese medio si vende per poco, quattro ore di lavoro “una tantum” lo rendono fiero. Sta bene così in un paese fatto a sua immagine e somiglianza senza il minimo di una strumentazione urbanistica. Il PUG? Cos’è, si mangia?

CEGLIESE MEDIO HAI VINTO!


 

Diavo 2015 ultimo

Cegliese dell’anno

Anche quest’anno com’è di tradizione metteremo in copertina il Cegliese dell’anno. Mancano pochi giorni. Nel frattempo potete anche suggerire i nomi. Oltre al Cegliese dell’anno sarà assegnato anche il “Fatichiccho d’oro”.

Diavo 2015

Nel frattempo possiamo dimostrare la nostra Cegliesità votando per il nostro concittadino LORENZO ELIA. Per maggiori informazioni clicca qui. Personalmente voterò sia per lui che per Bobo Aprile.

https://i0.wp.com/www.senzacolonnenews.it/media/k2/items/cache/097311a795fe02a9fefaac110c4f600d_L.jpg