PIU’ SPAZIO AI TRULLI E MENO AI CONSIGLIERI

Su FB (clicca qui) il Dott. Angelo Maria Perrino si rivolgeva così al mitico Vito Rodio: “E mo’ che Vito Rodio e’ passato a Forza Italia con Cristina Elia e l’associazione che insieme hanno fondato Visit Ceglie, come faccio io a dimettermi dal consiglio comunale?”.

Ora Angelo Gasparro esponente politico dei Conservatori e Riformisti e suo grande elettore gli scrive papale papale:

CARO direttore non credo che il problema sia l’appartenenza di Vito Rodio a questo o quel Partito per cui lei oggi più che mai non si dimette. Per la verità nessuno ha chiesto le sue dimissioni per far entrare Vito Rodio in Consiglio Comunale.  Anzi quando Domenico Biondi attraverso il suo blog le ha chieste il primo a difenderla (indifendibile) è stato il sottoscritto. Adesso non è Vito Rodio consigliere si o no o chi è passato a Forza Italia a rafforzare la sua decisione di non dimettersi. Qui è in discussione il suo ruolo in Consiglio comunale. A me risulta zero presenze in commissione e nessuna iniziativa politica sui temi di maggiore interesse per i cittadini. Per primo ordine pubblico, situazione finanziaria dell’ente, trasparenza amministrativa, Istituto Alberghiero e chi più ne ha più ne metta. Su questi argomenti zero iniziative. Poi vi è un argomento di vitale importanza che non è né Vito Rodio ne chi è passato a Forza Italia. Posso comprendere i due consiglieri Antelmi e Gianfreda per la scelta fatta. La sua NO. Sa perché le dico che non la comprendo? Perché lei è stato candidato sindaco di una coalizione che nel bene e nel male l’ha sostenuta e diciamo che per mano l’ha portata nelle case della gente e non sono solo Vito Rodio e chi è passata a Forza Italia, ma sono tanti giovani candidati che hanno creduto in lei e che quindi avevano bisogno il giorno dopo le elezioni di essere almeno ringraziati e di essere coinvolti nella sua scelta. Invece no nemmeno un incontro nemmeno un cenno ad un dialogo anche per mettere in cantiere iniziative di opposizione. Le dico subito che non accetto giustificazioni del tipo ho chiesto a tizio di convocare un incontro e non lo ha fatto. Tizio non è un intera coalizione. Voi tre avevate un ruolo di consiglieri comunali scelti dagli elettori che hanno creduto in un progetto pertanto eravate titolati a convocare incontri per stabilire la linea politico amministrativa dell’opposizione. E lei più che i consiglieri Antelmi e Gianfreda aveva il dovere morale di convocati e discutere. Ecco perché oggi più che mai deve DIMETTERSI


Personalmente vorrei destinare più spazio per pubblicizzare il nostro territorio e meno alla politica istituzionale locale.

Se vi piace questa mia foto, mettete mi piace sul mio profilo fb. Grazie.

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpf1/t31.0-8/12239424_10206963773764312_1549325525956005777_o.jpg

Ricevo dall’Avv. Cesare Epifani e pubblico volentieri.

Non è più tempo di aspettare. La messa in sicurezza della strada provinciale Ceglie-Francavilla Fontana va fatta subito. Il capogruppo di Forza Italia, avv. Cesare Epifani, prende carta e penna e scrive al presidente della Provincia Maurizio Bruno per sollecitarne “tutti gli interventi necessari a mettere in sicurezza una strada ad alta densità di traffico e teatro, purtroppo, di innumerevoli incidenti mortali”. Strada, per la verità, da sempre ritenuta a rischio e, dopo ogni incidente, come un rituale, si preannunciavano immediati interventi. “In questi giorni – afferma Epifani – leggiamo di inaugurazioni di rondò da parte del presidente della Provincia. Fatto positivo che aumenta però il nostro malcontento per la trascuratezza verso una strada importante, ad alto flusso”, E’ fondamentale intervenire subito con la sua messa in sicurezza. “Anni passati – è sempre Cesare Epifani a parlare – era stato progettata una rotonda in prossimità del curvone, subito dopo il distributore di benzina. Curvone teatro di incidenti mortali, specie quando la strada è bagnata”. E’ con l’inverno, e quindi le piogge, il pericolo è dietro l’angolo. “E’ nostro auspicio –conclude il capogruppo di Forza Italia- che il presidente Bruno vorrà prendere in considerazione la necessità di attivarsi per la creazione della indispensabile rotonda che scongiurerà altri lutti. Da parte nostra ci attiveremo perché non venga perso ulteriore tempo”.

ANNI ’30. UNA STRAORDINARIA IMMAGINE DELL’ANTICA VIA CHE CONDUCEVA A FRANCAVILLA FONTANA. SULLA SINISTRA SONO ANCORA PRESENTI I VECCHI MURI A SECCO. IN LONTANANZA IL PANORAMA DI CEGLIE E NU šciarabbàllə CHE STA FACENDO INVERSIONE DI MARCIA. (Biblioteca Michele Ciracì – FOTOTECA – Ceglie Messapica

16 pensieri riguardo “PIU’ SPAZIO AI TRULLI E MENO AI CONSIGLIERI”

  1. Perrino ormai a Ceglie e’ un pesce fuor d’aqua, non lo calcola piu’ nessuno nemmeno chi, in buonafede, lo ha votato. Lo ho votato anche io ma solo perche’ rappresentava un’aòlternativa a Caroli. Bisogna convincersi, in questo paese non cambiera’ mai niente, visto e considerato che anche chi e’ stato eletto per fare opposizione a Caroli e’ diventato caroliano: vero Perrino, Antelmi e Gianfreda? Che delusione siete stati, avete fatto sparire la democrazia e la politica da Ceglie, certo, e’ vcambiato il modus operandi.

    Mi piace

  2. Vogliamo che la strada Ceglie – Francavilla venga fatta la rotonda,transitano migliaia di persone al giorno,sosteniamo con una petizione L’avv.Epifani,raccogliamo le firme e portiamo le al Presidente della Provincia,avvocato conta sul nostro appoggio.

    Mi piace

  3. Ecco la politica dell’onorevole…. prima candida a sindaco persone stimate e poi le distrugge mandando comunicati con i suoi amatissimi chiedendo le dimissioni cosa che voleva fare anche con Caroli ma non ci è riuscito…..

    Mi piace

    1. Preciso che io non sono amatissimo di nessuno…sono un Fittiano libero e quindi non scrivo comunicati sotto dettatura come avvenuto fino ad ora per altri. Io sono abituato a discutere e quindi scrivo liberamente e senza chiedere permessi a nessuno tanto e vero che ho scritto personalmente come esponente dei Conservatori e Riformisti. Angelo Gasparro

      Mi piace

    2. In Politica sono stato, dopo la diaspora DC, sempre Fittiano e quindi libero di commentare e scrivere comunicati perché mai ricevuto ordini contrari. Ribadisco per l’ennesima volta, anche per chi conosce la storia, che quando scrivo non ricevo ordini da nessuno ne dà l’onorevole ne da nessuno. Infatti il mio era un intervento personale in qualità di esponente dei Conservatori e Riformisti. Stia tranquillo che in politica sono stato e sarò un uomo libero senza condizionamenti e non vedrai mai un mio intervento anonimo ma a viso aperto.

      Mi piace

  4. Perrino se ha ancora un minimo di buon senso si deve dimettere e allontanarsi dal camposanto , Rodio Vito se segue Cristina del grande Puffo lo prendiamo a pomodori, Cesare non esiste punto e basta .
    Mai siamo stati tanto precipitati che alla fine i migliori sono iangli Gasparr e vit
    argentieri
    Perrino che delusione

    Mi piace

  5. Sono totalmente d’accordo con il Diavoletto forse è arrivato il momento di dare più spazio al nostro territorio,alle sue bellezze e magari alle problematiche anzichè impelagarsi in sterili polemiche su chi debba occupare o meno uno scranno consiliare…Ultimamente poi è di moda tirare in ballo persone(nello specifico me medesimo)attribuendone cambicasacca o addirittura forzando l’appartenenza a questo o quel schieramento…Non sono mai intervenuto in merito a questa spiacevole situazione perchè la ritengo marginale rispetto ad una serie di argomenti degni di nota che dovrebbero essere affrontati dagli esponenti politici locali.Per chiarezza ed in estrema sintesi ritengo opportuno puntualizzare che non c’è nessuna lobby che si muove per le dimissioni di Perrino che può dormire sonni tranquilli,magari impegnando il suo tempo citando meno la mia persona (semplice cittadino)e partecipando più attivamente alla vita amministrativa della città!Per quanto riguarda me, do il mio contributo nelle realtà associative nelle quali mi sento libero da condizionamenti e più utile alla causa comune,tra queste Visit che non ha nessuna velleità politica ma organizza eventi di vario carattere sociale,culturale…E che Cristina, una mia carissima amica nonchè presidente di Visit abbia fatto una determinata scelta politica esula dal contesto associativo e dalle sue finalità e sarebbe ingeneroso pensare il contrario fosse solo per rispetto nei confronti di tanti ragazzi che in questa Associazione si attivano con passione e impegno …Grazie Vito Rodio.

    Mi piace

    1. Da un pò di tempo preferisco non intervenire su questo blog in merito alle vicende politiche del nostro amatissimo paese, poiché essendo, com’è del tutto evidente, il mio uno pseudonimo, tuttavia coinvolge in qualche modo una figura istituzionale e storica, alla quale tutta Ceglie dovrebbe il massimo del rispetto e, per tante cose, il massimo della gratitudine. In questo senso mischiare il nome di Giuseppe Elia alla palude maleodorante in cui si é trasformata la politica cegliese negli ultimi venti anni (cosiddetta seconda repubblica), non mi sembrava e non mi sembre cosa giusta e sana! E però la misura, il tono, lo stile con cui questo giovane, oramai non tanto giovane, politico cegliese, VITO RODIO, ha saputo rispondere alla spudorata provocazione del se dicente cegliese Angelo Perrino, merita da parte mia un plauso vivissimo e un sentito apprezzamento! E’ raro ai tempi d’oggi che alla maleducazione politica si risponda con l’onesta intellettuale e la moderazione nella forma e nella sostanza.
      Vi é, tuttavia, una questione sulla quale non concordo con il bravo RODIO, e mi riferisco alla posizione della Ingegnera ELIA e alla sua scelta politica, con riferimento alla contemporanea presidenza dell’associaizone VISIT, iniziativa assai lodevole e meritevole di ogni attenzione da parte della cittadinanza. Infatti, passi per le esternazioni rispetto alle scelte politiche, ognuno ha il diritto di scegliersi i compagni di viaggi che vuole, quello che secondo me dovrebbe indurre l’Ingegnera ELIA a dimettersi da presidente di VISIT é l’incarico ricevuto di responsabile del settore turistico provinciale di un noto, famoso o famigerato, lascio a voi la scelta, partito politico.
      Come non pensare che, dunque, ViSIT é o sarà in futuro al servizio appunto di quel partito e dello scheramento politico del quale quella forza politica é parte integrante?!?
      In definitiva, caro RODIO, scelga meglio, non le sue amicizie personali ci mancherebbe, ma le alleanza politico-amministrative e sopratutto mantenga le ottime qualità di cui sopra delle quali Le ho dato pubblicamente merito, senza farsi attrarre per legittima ambizione personale o per troppa generosità verso gli amici, da compromessi con la sua coscienza personale e umana, dei quali in futuro potrebbe pentirsi amaramente. Con immutata stima.

      Mi piace

  6. Gasparro ha ragione,Perrino non è mai a ceglie,non conosce la nostra realtà,dimettiti e in consiglio entra un bravo ragazzo.In ordine al secondo punto Diablo il nostro territorio
    è fantastico,ci viene invidiato dappertutto,sono d’accordo con te.Il terzo punto penso sia il più importante,parla di sicurezza stradale,l’avvocato Epifani nella sua. veste ha chiesto al Presidente della Provincia di intervenire su quella strada che tante vittime ha fatto,mi auguro che la sua richiesta venga accolta,questa è la politica che i cittadini vorrebbero,grazio per lo spazio concessomi.

    Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...