Onorevole Ciracì, ci spieghi Lei!

Il popolo della rete intanto ha capito.

Ho unito il testo di due  dei tantissimi commenti non firmati (ma non per questo anonimi) che stanno pervenendo in queste ore. Di fatto dicono entrambi la stessa cosa.

No PerQua sopra un’immagine del Consiglio Comunale di ieri.

Caro Domenico, anche questa volta ha individuato la parola chiave… comunità! Ma perché a Ceglie siamo una comunità?!? Se così fosse non ci troveremmo in questa situazione, anzi avremmo reagito appunto da comunità e spazzato via in un attimo, il tempo necessario ad esprimere il voto nella cabina elettorale, questa “classe dirigente” che sta portando allo sfascio tutto, ha impoverito la città, riempiendola di debiti, come purtroppo constateremo tra qualche tempo…quando la tesoreria comunale alzerà bandiera bianca e smetterà di finanziare un bilancio ormai palesemente non veritiero! Già oggi questi signori hanno prosgiugato tutte le risorse che saranno disponibili nel 2016 e mi chiedo quando assisteremo anche a Ceglie allo spettacolo, si fa per dire, che i cittadini di Castellaneta stanno vedendo oggi, dove i dipendenti comunali hanno saltato il secondo stipendio consecutivo!!
Il guaio é ancora più grosso, se fosse possibile, perché la cosidetta opposizione é formata da soggetti che non vedono l’ora di essere cooptati dal Sindaco, accomodandosi come mendicanti ai suoi piedi per ricevere qualche briciola, che cade dalla tavola del nostro signore e padrone, perché tale si sente il Rag. Caroli, il padrone di Ceglie, mentre si circonda di giullari, nani e ballerine!! Mi chiedo e dico ma l’onorevole che dice, che pensa…al momento tace, sdegnato forse o come dice qualcuno compiacente regista di questi ripetuti ribaltoni morali e sociali. E che dire della se dicente “sinistra”, anch’essa silente e compiacente, tutta presa dal dimostrare al dominus di essere “opposizione costruttiva”…ma costruttiva de’che?!? Della tomba amministrativa e politica di quella che fu una grande storia e tradizione di valori e di impegno civile?


Tante nuove figure si sono affacciate in politica nell’ultima campagna elettorale e tutto ciò faceva presagire ad un cambio di rotta ,ad un rinnovamento generazionale e morale della politica,ad un eliminazione di quei personaggi seppur giovani anagraficamente ,vecchi nelle modalità di gestire il bene pubblico!Guardando il nuovo cons.comunale quasi quasi si stava realizzando un sogno…Ora invece sembra tutto naufragar…Un uomo solo al comando sempre più borioso che accoglie tutti alla sua corte dispensando favori e disponibilità ,anche coloro che lo avevano attaccato duramente sul piano pubblico e personale…Pseudo politici che sono stati votati per fare opposizione e che invece “affamati” si prostrano ai piedi del Sindaco in cerca di una fetta di torta ,anzi di briciole..Tutti accondiscendenti verso il despota e le sue scelte anche se alcune new entry possono far storcere il naso…Consiglieri di maggioranza minacciati, al primo mugugno, di essere catapultati fuori dai giochi di potere ed eventualmente sostituiti da ribaltonisti dell’ultima ora…Quella ragazza che si professava indipendente e antiCaroliana che si affretta a passare in un partito di maggioranza dalla porta secondaria per prendere un treno che esso stesso la sotterrerà..un sistema malato,una mentalità malata,una gestione affaristica malata che saranno difficile da estirpare,ma che prima o poi finiranno…Confido nelle persone oneste e degne ,nei ragazzi orgogliosi che non scendono in compromessi spiccioli,che credono nella politica delle idee…Suburra deve finire!


Il popolo della rete s’indigna.

Migliaia di accessi, decine e decine di commenti. Il comunicato di Perrino, Antelmi e Gianfreda sta scuotendo il paese.

“Il trasformismo tende i suoi tentacoli in ogni realtà politica… non esiste più maggioranza e opposizione, ma l’annullamento del dibattito politico, l’allontanamento dall’interesse collettivo e una ricerca sempre più sfrenata di salvaguardia di propri interessi a patto anche di sedere al fianco di nemici giurati e spergiurati,le scelte al chiuso di una stanza… Speranzoso di credere che un mondo diverso esiste!” Vito Rodio su fb.

Il Diavoletto Sindaco di Milano!

La foto di copertina l’ho scattata all’Expo durante il prologo della mia campagna elettorale. Da candidato Sindaco di Milano seguirò anche le vicende di Ceglie. Buon divertimento.

 

 

 

Infettati.

Ceglie Messapica. Segnalato un virus tra i componenti dell’opposizione ex Ciraciana. A quanto sembra, stanno diventando tutti Verdini!

VerdiniEd infatti, puntuale come una cambiale ecco il comunicato.

Nasce in consiglio comunale un nuovo gruppo, Democrazia Cegliese. Lo guiderà Giovanni Gianfreda, affiancato da Marcello Antelmi e Angelo Perrino. “Né di destra né di sinistra ma avanti, lavoreremo per la crescita economica di Ceglie Nostra e lo sviluppo della sua immagine in Italia e nel mondo. Al via l’associazione culturale “La Chianca”.

Marcello Antelmi, consigliere di minoranza, lascia Oltre con Fitto, la sigla presentatasi alle recenti elezioni amministrative, e aderisce all’altro gruppo di minoranza, Laboratorio Perrino, già rappresentato in consiglio dall’ex candidato sindaco Angelo Perrino e dall’ex consigliere comunale rieletto Giovanni Gianfreda, che assume la carica di capogruppo.

Il neo gruppo, per dare un segno di svolta e di discontinuità, abolirà la precedente denominazione “Laboratorio Perrino” usata in campagna elettorale in occasione delle votazioni di fine maggio scorso e si chiamerà ambiziosamente Democrazia Cegliese. Verrà  data vita ad un’associazione culturale che rappresenterà l’evoluzione dinamica della precedente associazione 72013 e che si chiamerà, con esplicito riferimento al territorio e alle tradizioni produttive e culturali cegliesi, ma anche ai valori di tipicità, solidità e bellezza  nel tempo, “La Chianca”, icona dell’habitat urbanistico cegliese.

“Vogliamo proseguire e rilanciare il grande programma di rinnovamento e di rilancio della buona politica e della buona amministrazione a Ceglie, offuscato durante le scorse elezioni da scontri di interessi e di potere e beghe non politiche ma personali, figli di precedenti e antiche contrapposizioni, gelosie, ripicche e risentimenti tra singoli che troppi danni hanno causato nel corso degli anni alla città e alla sua dialettica politica e amministrativa”, spiegano i tre consiglieri.

“Da non professionisti della politica e da imprenditori del fare, vogliamo voltare pagina e lavorare solo ed esclusivamente per il bene della città, per il rilancio della sua economia, per la crescita della sua immagine in Italia e nel mondo, per lo sviluppo e la valorizzazione dei suoi assett produttivi, culturali, ambientali in continuità con il nostro programma elettorale”, concludono i tre esponenti della minoranza consiliare.”Né di destra, né di sinistra ma avanti, faremo un’opposizione costruttiva e non pregiudizialmente e personalisticamente contro, sollecitando tutte le forze politiche, di governo e di opposizione, a confrontarsi sui contenuti e non sugli schieramenti e a realizzare convergenze e sinergie su percorsi e proposte che operino nell’esclusivo interesse della città e della sua crescita, con l’obiettivo della massima diffusione del benessere dei nostri concittadini ed elettori e delle loro famiglie”.

Ceglie Messapica (Br), 27/10/2015

I consiglieri comunali

PERRINO Angelo, GIANFREA Giovanni, ANTELMI Marcello

Luoghi comuni

Sitibonda Puglia?

In Puglia e nella Valle d’Itria piove in abbondanza. Piove più da noi che a Stoccolma. Il problema è che piove poco in estate. Ma forse non è un problema questo. Se solo riuscissimo a gestire l’acqua così come lo facevano i Messapi…

La foto di copertina è stata scattata stamattina nell’agro di Ceglie Messapica.

Vendere i frigoriferi agli Esquimesi.

La candidatura di Perrino a Sindaco di Ceglie Messapica è stata questa. Qua sotto pubblico l’analisi di un commentatore che si firma Il Re è nudo e che dovrebbe farci riflettere.

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/c6/4e/9c/c64e9c138d703881778bb3f114e4249d.jpg

Cari diavolettisti…o diavolettari… boh…comunque cari lettori di questo blog, ma non vi pare sia arrivato il momento di smetterla con le critiche pretestuose, arroganti e violente nei confronti del Sindaco e della sua giunta?!?
Mi sembra, leggendo i vostri commenti, che Costui si sia impadronito dello scranno di Sindaco con la forza delle armi o cose simili… A me risulta che circa 7000 elettori lo abbiano voluto nella carica che ricopre e quindi legittimato a prendere tutte le decisioni amministrative che ritiene, al netto di eventuali interventi della magistratura che comunque al momento non si intravvedono, anche se queste non piacciono ad un elité politico-culturale,quella che ogni giorno, si fa per dire, affolla piazza Plebiscito. A me che frequendo la strada invece che la piazza, capita di ascoltare nei supermercati, nei bar, nelle pizzerie, al mercato settimanale, perfino in chiesa di ascoltare la frase…ma Luigi le cose le ha fatte…declinata in tutte le forme italiane o dialettali possibili! Ergo sarebbe il caso di essere meno ipocriti e più consapevoli di quello che Aristiotele duemilacinquecento anni fa aveva gia profetizzato…OGNI POPOLO HA IL GOVERNO CHE SI MERITA…e noi ci meritiamo questi!! Anche perchè questi abbiamo voluto, fortemente voluto, fortissimamente voluto!!
Quindi, dico a coloro che non condividono questa magggioranza e questa gestione amministrativa, non sarebbe meglio convgliare le energie per ricostruire un percorso politico tale da consentire al momento opportuno, una proposta di governo alternativa?
Al PD per esempio chiedo quando vorrà uscire dalla palude e dalle nebbie, composte essenzialmente da assenza totale dalla scena politica e da compronessi con l’attuale amministrazione per questioni personali e affari privati? A Brindisi si é trovato il coraggio di commissariare, perché a Ceglie, dove spazio per politiche di sinistra c’è ne sarebbe tanto, non si ha la stessa attenzione e lo stesso coraggio? Oppure quello che si sussurra nei corridoi é vero e cioè che in realtà il Sindaco sia una espressione occulta di una certa anima del PD? Se ciò fosse vero, sarebbe grave… non per il merito, ogni forza politica sceglie i propri leader come crede, ma per l’inganno perpetrato agli elettori cegliesi, illusi di aver votato un sindaco di una certa area politica e ritrovandosi ad essere governati da tutt’altro schieramento!
E che dire del centro destra, frammentato tra mille personalismi, odii e rivalità personali, incapace di individuare leadership credibili e sopratutto accettate dalla società civile, poiché mi sembra chiaro che alcuni personaggi, pur se votati da un certo numero di elettori, devono questo successo personale solo ed esclusivamente a ricatto o promesse o peggio, inganno, tutte cose effimere che il tempo si sta incaricando di spazzare via.
Cari Senatore e Onorevole, che vi sfidate quotidianamente a chi fa il partitino più piccolo, non srebbe ora di fare un passo indietro, lasciando che le forze sane, giovani e capaci di questa comunità, che si ispirsano ai valori del centro-destra, possano esprimere le loro potenzialità e magari offrire alla Città quella alternativa che Voi non siete in grado di offrire, per limiti vostri ma sopratutto per la pletora di nani, avvocati e ballerine di cui vi siete circondati?!?
So bene che questa mia intemerata, non sortirà alcun effetto, però non é tacendo che si fa il miglior servizio alla propria comunità. Ora, per quanto mi riguarda, il Re é nudo…speriamo che qualcuno se ne accorga!

Castelli e mummie.

Questo comunque non è un lavoro per James Biond. Entra quindi in azione Stefano di Martazit che ci racconta la cronaca vera dell’assalto al Bancomat della CREDEM di Ceglie Messapica. Clicca qui.

James enigmaEra una notte autunnale fredda e buia. Nella stanza l’odore dei funghi ormai era diventato più famigliare dei tronisti della De Filippi.
Il colore azzurrognolo del tablet si stagliava sul volto confuso ma in pace col mondo  di James. La serata di joga era stata provvi denziale. Sprofondato sul divano James stava sfogliando distrattamente i comunicati stampa serali.
Le sue pupille ad un tratto si dilatarono:
– Ma com’è possibile?- Pensò.  -Leggo o son desto? Quindi il Sindaco Caroli ha ottenuto il finanziamento per il castello?-

James rimettiti lo smoking c’è lavoro per te!

Per saperne di più clicca qui.

(Continua)


Scomparsa

UNA GROSSA TENAGLIA PER L’ISPETTORE ARGENTIERI

In questo nuovo episodio dal titolo “una grossa tenaglia per l’Ispettore Argentieri” , l’indispettito Ispettore, con una robusta tenaglia tenterà un’impresa ai limiti dell’impossibile e mai riuscita a nessuno: rompere la catena che tiene chiusa la sede del partito democratico di Ceglie.
Riuscirà il nostro eroe?
Intanto, l’incazzatissimo ispettore ha formulato alcune ipotesi su cosa si nasconda dietro quella porta:
1) i corpi mummificati dei dirigenti del pd.
2) una catasta di aspirapolveri rimaste invendute alle ultime elezioni.
3 ) Pierino Mita ibernato per essere scongelato alle elezioni del 2020.

L’Ispettore Argentieri lo trovi qui.