Lezioni di comunicazione.

TOMMASO E’ VIVO E LOTTA INSIEME A NOI!

E’ UNO SCANDALO!
Da oltre un anno e mezzo la ditta che vinse l’appalto per la pubblica illuminazione al Comune di Ceglie Messapica avrebbe dovuto completare i lavori. L’Amministrazione comunale, invece di verificare le inadempienze ed espletare le procedure necessarie per garantire l’ente, continua a nascondere la polvere sotto il tappeto. Ma prima o poi qualcuno solleverà il polverone. Una delle condizioni dell’appalto era che le bollette della fornitura elettrica dovevano essere pagate direttamente dalla ditta affidataria. Il Comune in questi giorni , ancora una volta, si è sostituito alla ditta inadempiente pagando le bollette di luglio. Inoltre ,dopo averla nascosta per mesi, per ragioni elettorali, oggi è stata pubblicala anche la Determina che riguardava il pagamento effettuato, sempre da parte del Comune, per il mese di maggio. L’appalto della pubblica illuminazione ha tanti altri punti interrogativi ma loro continuano a lavorare di scopa e tappeto. Dal profilo fb di Tommaso Argentiero.


“Per le strade, tra la gente, perdersi e cercare” (Nina Zilli)

Si, mi hanno isolato politicamente, ho osato dissentire. Però non mi dispiace essere “solitario ma in fondo in pace col mondo” (Col tempo sai – Leo Ferrè).

Vado comunque avanti e provo a raccontare questa meravigliosa terra e i suoi personaggi.  Non sono solo i gay a credere nel matrimonio. Ecco come si sposano a Ceglie. Clicca qui.

Chiedo scusa a Natangelo se ho leggermente contraffatto la sua vignetta.

Despota

 

La sai l’ultima?

E ora dopo questa SCOMUNICA sono completamente isolato!

Marziano 5

Caro Domenico,

nutrivamo e continuiamo a nutrire stima nei tuoi confronti per la continua attività di informatore dei fatti che interessano la nostra città ma sulla tua continua e gratuita provocazione rivolta al direttore Perrino non solo non condividiamo i modi, il contenuto ed il perché ma aggiungiamo che trattasi di una sterile ed inutile polemica.

Avere in consiglio comunale una persona del calibro del direttore Perrino, noto a tutti gli italiani e non solo per la sua elevata professionalità e capacità di comunicatore tali da permettergli di essere quotidianamente invitato a presiedere e relazionare temi di elevata attualità di portata nazionale ed internazionale, dovrebbe essere un onore ed un vanto per tutti i suoi concittadini. Vederlo relazionare, per citarne alcuni, alla BIT di Milano, a Expo 2015, alla trasmissione Uno Mattina e per ultimo all’evento Ponza d’Autore con figure istituzionali di portata nazionale, come il Ministro Poletti, dimostra concretamente le sue notevoli capacità.

Tutti noi possiamo uscire dall’autoreferenzialità in cui siamo fisiologicamente caduti solo grazie a delle personalità di questo calibro che hanno la voglia e, se vogliamo, il coraggio di “mettere la faccia” per cercare di portare un contributo positivo e reale alla nostra comunità. Consentici di dire che la critica è costruttiva solo quando mira a dei miglioramenti ma nel momento in cui la stessa è solo prettamente personale diventa ridicola ed irrispettosa.

Il contributo del consigliere comunale Perrino sarà fondamentale affinché si possa avere una azione politica basata tanto sulla comunicazione quanto sulla collaborazione di tutte le forze politiche, concetto chiaro a noi, visto anche il suo intervento di stima nei confronti di un consigliere comunale di maggioranza tenutosi durante il consiglio comunale di insediamento, e a tanti altri concittadini.

Pertanto siamo sicuri che il direttore Perrino, incurante della tua gratuita polemica, continuerà a sedere con noi tra i banchi del consiglio comunale e a darci quel suo prezioso contributo affinché possiamo svolgere al meglio la nostra attività di consigliere comunale voluto dai cittadini cegliesi.

I consiglieri comunali GIANFREDA Giovanni – Laboratorio Perrino

ANTELMI Marcello – Oltre con Fitto


 

A Ceglie l’estate comincia a ottobre!

Tasse a non finire, confusione totale nel paese, i commercianti che si grattano la pancia e dicono: “Ah bè… si bè… comunque …” la presentazione di Cegliestate rinviata di giorno in giorno. C’è poco da ridere.


L’arte di arrangiarsi

Da Mina a Nina.

Si può sopravvivere anche senza Estate Cegliese. Torre Regina Giovanna sabato notte. Magico concerto di Nina Zilli. Arrivo in biglietteria e constato che avevo dimenticato il portafogli. Stavo ritornando a casa desolato quando ad un tratto mi ha bloccato il titolare: – Non puoi perderti questo concerto!-. Mi ha fatto entrare sulla fiducia. Pagherò più tardi.

 


SBAGLIARE E’ UMANO…

E’ del tutto evidente che a Ceglie hanno scelto Caroli pur di non votare Mita e Perrino. Basta fare il confronto con i risultati delle Regionali. Considerato che questi ultimi (scusate se ho scritto ultimi) si proponevano a guidare la città, mi sembra logico che lascino spazio a chi può agire invece da aggregatore anche verso i nuovi Consiglieri della maggioranza Caroli che mai e poi mai accetterebbero di seguire Mita e Perrino.

Marziano Perrino