L’Unto dal Diavoletto

Ceglie ai tempi del colera e altre storie.

Il colera a Ceglie si era presentato alla fine di maggio del 1865, il picco si ebbe dal 13 al 17 giugno con centinaia di morti,in particolare bambini e anziani, trasportati su carrette di fortuna nel camposanto di Sant’Anna, o seppelliti in fosse comuni, fuori la città. Don Giuseppe Ciciriello parroco della chiesa di San Rocco nel registro dei defunti di quell’anno annota: a causa dell’epidemia di colera non è stato possibile fare i festeggiamenti di Sant’Antonio, Patrono della città. Il colera si presentò anche nel 1867 e causò numerose vittime, ma fu combattuto con successo vista l’esperienza dell’anno precedente. (Da Ceglie Storia di Michele Ciracì)


Ceglie Messapica. Nella malaugurata ipotesi delle dimissioni di Angelo Maria Perrino da Consigliere Comunale, subentrerebbe Vito Rodio, Cegliese verace con casa nella parte bassa del paese.

Vito Rodio