S’addà appiccià!

Sant’Antonio è o’ nemico dò demonio!”

(Così cantano i Bisca-99 Posse)

A proposito dei lavori in piazza Sant’Antonio a Ceglie Messapica.

Secondo me le problematiche in ordine di priorità sono le seguenti:

1) Completare quanto prima, si sta perdendo troppo tempo;

2) Indennizzare tutte le attività che stanno soffrendo in conseguenza dei mancati incassi;

3)  Investire un migliaio di euro per ricerche storiche cartografiche che identifichino l’ingresso del frantoio ipogeo per poi recuperarlo e restituirlo alla città.

4) Prevedere IMMEDIATAMENTE un piano parcheggi in conseguenza della pedonalizzazione della piazza.

La foto qui sopra ci viene gentilmente offerta da Michele Ciracì e documenta piazza Ettore Tagliaferro (ora piazza Sant’Antonio). La foto è stata scattata dal terrazzo del fabbricato demolito il 1946 sotto il quale insisteva il frantoio ipogeo.