A proposito di tombe Messapiche!


Delle reliquie dell’antica muraglia, ond’era cinta, si fa’ menzione in una lettera fralle carte del de’ Tomasi.L a Celia, che la tav.Peut. situa dopo Fasano verso Canosa, e la Kailia di Strabone VI p.50. Da “Ceglie storia” di Michele Ciracì.

Li avete ascoltati i soloni del paesino?

Ve lo hanno detto chiaro: tipi come il Diavoletto, Michele, Vito, Tonino, Cosimo e tutti quelli del flash mob messapico sono solo degli ILLUSI (tanto per usare un eufemismo). Addirittura volevano che si verificasse che cosa hanno trovato davvero nel cantiere di Don Guanella!


Questo blog prosegue nella sua follia fottendosene degli pseudo-storici dei miei stivali. Imparassero almeno un po’ di dizione.


E se invece di sperperare soldi per gli spettacoli in piazza (quelli costosi) si investisse nel segnalare le aree di interesse storico/turistico con segnaletica, sarebbe un investimento per la città? Ho preparato un fotomontaggio del Paretone a ridosso della “necropoli” Don Guanella, dove ho inserito un cartello tipico delle aree archeologiche! Cosa ne pensate? Segnalare le aree con indicazioni del genere (specchie/paretoni, grotte, santi, ecc.) non indurrebbe la gente, i turisti e viaggiatori, a fermarsi e approfondire? 

Dalla pagina fb di Vito Amico.

10 pensieri riguardo “A proposito di tombe Messapiche!”

  1. Guardate l’albo pretorio del comune…altro che tombe messapiche.
    Come si fa a parlare di qualsiasi cosa dopo che un assessore viene riconfermato dopo i bombardamenti e dopo che un consigliere …
    Indignato cegliese!

    Mi piace

  2. parlare del frantoio ipogeo( in buona parte già distrutto) è come parlare della necessità di valorizzare tutto il sottosuolo perchè è bucato come una groviera , piena di grotte e di anfratti interessanti, cioè parlare di niente e di nulla. La cosa che viene fuori dall’ennesima avventura archeologica è l’approssimazione, l’approccio anche degli esperti, la casualità che spesso viene a rompere i coglioni alla calma di esperti e avventori alla indiana jones. Abbiamo il museo e qualcuno pensa che basti compreso il rappresentante della soprintendenza locale che dovrebbe dimettersi visto che la sua figura risulta così silenziosa e ininfluente da essere deleteria alla causa e al titolo per cui esso da anni (troppi) si fregia. Sarà anche un esperto ma non è che ne abbiamo tanto bisogno e guadagno. Lasci la carica ad altri e anche la carica di presidente onorario del museo a venire.
    luigi idraulico disoccupato

    Mi piace

  3. Ricorderei anche la questione del frantoio ipogeo in Piazza Sant’Antonio, del quale sono emerse grazie al vostro impegno le prove documentali della sua esistenza e su non è stato permesso di fare piena luce a causa dalla presunta necessità di concludere i lavori al più presto (addirittura prima di Sant’Antonio dicevano)

    Mi piace

    1. Si sapeva che per p.zza san antonio, dopo tanto clamore con cui tutti, archeologi e non, si sono sciacquati la bocca, si sarebbe ridotto tutto a una colata di cemento!

      Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...