Povero Perrino… magari è pure juventino!

Gli hanno fatto una pernacchia per strada, lo hanno inseguito coi cartelli gridandogli dietro Caroli! Caroli! Comunque il Direttore non demorde ed è più motivato che mai. Lui resta a Ceglie!

CEGLIESI BRAVA GENTE!

Perrino

COMUNICATO STAMPA.

NULLA E’ CAMBIATO
Ieri sera, venerdì 5 giugno 2015, si è tenuto un pubblico comizio di ringraziamento, in seguito al quale, sono stati presentati all’intera cittadinanza manifesti diffamatori, offensivi e dai toni violenti che di ringraziamento hanno ben poco.
Sinceramente ci saremmo aspettati un comizio che dovesse tener conto di TUTTA la cittadinanza, anche dei cittadini che non l’hanno votato ed invece abbiamo visto da foto pubblicate sui social che ancora una volta si scende ad attacchi personali al limite della legalità.
Leggere cartelloni con su scritto “cavoli tuoi a merenda, pranzo e cena” oppure “on muert” dimostrano, per l’ennesima volta, che non si vuol cambiare, si vuole continuare a seminare odio e veleni.
Tali azioni costituiscono atti gravissimi ancor più perché provenienti da rappresentanze istituzionali, le quali, in virtù della loro investitura, hanno la responsabilità sociale di veicolare messaggi sani alle nuove generazioni ed alla cittadinanza tutta. Le Istituzioni rappresentano, in tal senso, un prototipo sociale, culturale, etico e normativo cui fare riferimento.
Noi come Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale di Ceglie Messapica diciamo BASTA, vogliamo una città vivibile e rispettosa verso tutti, vogliamo un’amministrazione che sappia rispettare TUTTI ed è per questo che CHIEDIAMO all’attuale Sindaco ed a tutte le persone presenti sul palco (visto che ancora non l’hanno fatto) di dissociarsi da quei cartelli.
Inoltre CHIEDIAMO sempre al Sindaco di formare la nuova Giunta Comunale da persone che si dissocino dai gesti effettuati ieri sera.
Se lo slogan era “sindaco ancOra” o “continuità”, noi rispondiamo con “ancora odio e cattiverie”, vogliamo un Sindaco di tutta Ceglie.

40 pensieri su “Povero Perrino… magari è pure juventino!”

  1. Finalmente questa “VERA DESTRA” cegliese risorge. Sono stanca di quei soliti nomi che atteggiandosi di destra hanno cambiato tremila partiti da FLI a ncd per la smania della poltrona. E forza Antonio Rodio che ha mostrato sempre coerenza politica a dispetto di chi ha detto che ha preso 30 voti, ma non era informato o forse sta rosicando un pò troppo. Continua così perché ai “vecchi” fai un pò paura e anche a quelle donne che si atteggiano professioniste ma che di questo concetto hanno solo il nome.

    Mi piace

  2. Sono convinto che il “popolo è sovrano” e che in quanto tale ha comunque fatto una scelta nel bene o nel male che sia. Io non ero in quei 7000 voti pro Caroli perché ho sempre pensato, carte alla mano, che sta portando Ceglie e i cegliesi alla rovina. E va bene cantieri aperti e qualche cantante lá e di qua in qualche sporadica serata estiva ma vi chiedete perché a differenza di altri paesi Ceglie è lontana anni luce?!?C’è ancora troppa differenza da una Ostuni o Cisternino che da tempo hanno preferito un turismo di qualità e non “all’ammasso” fatto peraltro di cultura e riscoperta della tradizione. Sono convinto che il sindaco Caroli, nonostante una schiacciante vittoria, avrebbe dovuto dissociarsi da quei cartelloni infamanti. E sono convinto che grazie a questi ragazzi della “VERA DESTRA” fratelli d’Italia possa fare una giusta opposizione di onestà e coerenza politica. Faccio un in bocca al lupo ad Antonio Rodio che avrebbe tutto il diritto di capeggiare il partito, dato che è stato il più suffragato della lista, a dispetto di chi ha insinuato di aver preso solo una trentina di voti e soprattutto a dispetto di chi ha cambiato trecento mila partiti solo per accaparrarsi una poltrona andando da FLI a ncd. Vergogna!!! Per fortuna che ancora esistono giovani coerenti politicamente e professionisti che qualcosa per Ceglie possono fare. Ancora complimenti a questo giovane, che voterò sicuramente anche alla prossima tornata elettorale, e non demordere porta in alto la vera destra cegliese tanto prima o poi i vecchi andranno in pensione e fatti largo tra chi si atteggia come professionista ma che di questa categoria porta solo il nome.

    Mi piace

  3. Livello bassissimo vedere appaltatori del comune fare il tifo e minacciare avversari politici che sicuramente stanno controllando la regolarità degli affidamenti e’ nauseante e preoccupante, povera Ceglie .
    Spero che Pierino e gli altri due non si vendano ma facciano seria opposizione

    Mi piace

  4. Sono state dette tante falsità e malignità in questa tornata elettorale e la colpa non credo sia stata di Caroli e dei suoi sostenitori. Quello che ha dovuto sopportare Caroli in questa campagna elettorale non ha precedenti nella storia cegliese. Uno sfogo di un sostenitore ci sta tutto. Ora è troppo semplice e pretestuoso voler manipolare a proprio piacimento il gesto,seppur non condivisibile nei toni, di un suo sostenitore. Fra un po’ daremo la colpa a Caroli se viene a piovere……..
    La vera destra cegliese ha votato Caroli è un dato palese senza se e senza ma bisogna farsene una ragione e se si vuol fare opposizione ben venga ma deve essere costruttiva e propositiva altrimenti ricadrete nel banale e nel solito attacco personale che non porterà da nessuna parte. Buona giornata

    Mi piace

  5. Certo è che questi di Fratelli d’Italia hanno un po’ di ragione, venerdì ero in piazza a gioire ma sinceramente quei striscioni mi hanno fatto riflettere

    Mi piace

  6. C’è un dato inconfutabile quando ARGESE LOCOROTONDO E CONVERTINO concorrevano con il loro candidato a Sindaco sono sempre arrivati ultimi. Questa volta che concorrevano con la coalizione stravincente la CITTÀ GLI HA ESCLUSI CATEGORICAMENTE fatevene una ragione QUESTA CITTÀ NON VI VUOLE .

    Mi piace

      1. Danni irreparabili…linguaggio corrente degno delle peggiori trasmissioni televisive, trasfuso poi nei cosiddetti “social network”, universi d’accatto per frequentazioni tra semianalfabeti che scrivono “ad orecchio”…Libro? Che sarebbe?

        Mi piace

        1. Ognuno ha il diritto di esprimersi, caro Tony ti illumino: siamo in democrazia! Non focalizzarti sulla forma di quanto scritto, guarda alla sostanza! Credo, però, che la tua “spocchia” da colto sfigato (sottolineo sfigato) ti accechi a tal punto da non capire cosa voglia dire l’anonimo delle ore 20:12. A meno che tu non sia uno dei tre esclusi, potresti essere il “-tondo”! Ora fai pure ricorso al mio commento.

          Mi piace

          1. La forma E’ sostanza quando essa è l’unica manifestazione possibile come nella fattispecie; la parola, lo scritto e’ tutto…ti qualifica e ti distingue dai restanti primati, quella che tu chiami spocchia e’, lo sai bene, superiore capacità, in gergo pugilistico, per te, diviene “manifesta inferiorità”. In quanto ai contenuti, premesso che sono tutt’altro che uno della sacra Trimurti bensì solo il primo di chi è stanco dei mediocri, e’ opportuno stendere il classico velo pietoso, tutto e’ perduto in ogni caso, resta solo l’astio ed il rimorso.

            Mi piace

          2. POST SCRIPTUM: Perdonami Primula, ero veramente accecato. Tanto che ho tralasciato le tre parole magiche: “diritto”, “democrazia” e, soprattutto “sfigato”, notare prego l’ordine di citazione; prima si invoca il “diritto”, che evidentemente pare non conporti nessun dovere (sensi civico in primis), in seconda istanza: siamo in “democrazia”, come se ad Atene votassero tutti, ovviamente non era così ed invito gli interessati ad informarsi; pare inoltre di capire che il combinato delle due precedenti citazione voglia significare che, come le patate, siamo tutti “pari pari”. In quanto a diritti elementari e garanzie potrei essere d’accordo ma per tutto il resto dissento fermamente: nonostante tutto c’è sempre chi, a parità di mezzi in partenza, diventa Pericle e chi invece resta mediocre, appunto.
            Quando poi non ci si capacita di quanto sopra, ultima spes, si passa a dare dello “sfigato”; con questo indicando chi non conosce donna, in senso biblico…più semplicemente riproponendo il “gioco” del “io c’è l’ho più grosso del tuo” quando tutto il resto e’ stato un fallimento più o meno riconosciuto. Non è il caso di descrivere qui le implicazioni patologiche della condizione infantile oltre che tribale di cui il siggetto potrebbe soffrire.
            Insistete, hi tanto tempo da perdere…e se perseverate, forse, potreste imparare qualcosa. Grazie.

            Mi piace

  7. Quei cartelli tenuti in mano da chi ha preso affidamenti diretti e condivisi dal Caroli spiegano tante cose.
    I veleni e la cattiveria hanno una sola sorgente.
    La brava gente che ha votato Caroli non ha assolutamente colpa. Il vaso di Pandora prima o poi sarà scoperchiato e allora si capiranno tante cose e si capirà anche il motivo di questo consenso.

    Mi piace

      1. Gli affidamenti diretti nascondono tutti fenomeni corruttivi! A meno che l’inchiesta MAFIA CAPITALE sia un’altra fiction televisiva….
        Presto scopriremo chi sono i nuovi mister 7% ****, sulle orme di quelli dei primi anni novanta.

        Mi piace

  8. spero che sia solo una boutade il nome di Dipresa alle prese circa un mese fa a votare alle primarie di Mita! siamo seri o scendiamo dal treno…poi che nominativo è se non ha mai speso una parola per questa amministrazione? a cesare quel che non è di cesare…dai, con tanti giovani e professionisti che si sono fatti il culo anche in FI!
    gl

    Mi piace

  9. Solo due parole: Ero al comizio, volevo e ho voluto festeggiare. Ero con mia moglie con mio figlio, la piazza era bella, prima avevamo gustato un bel gelato al Bar Centrale e volevo stare i piazza a sentire i ringraziamenti di Caroli per averlo votato. Diro’ di piu’, se si rivotasse domani rivoterei ancora Caroli, in effetti questo paese l’ ha rivoltato come un calzino, tanti cantieri, ha fatto lavorare tanti giovani, ma una domanda. Servivano quei cartelli vergognosi? Perche’ Caroli non si e’ dissociato? Mi piacerebbe che lo facesse con un comunicato. Scusare l’anonimato, ma non mi va di di alimentare commenti pretestuosi.
    a.c.

    Mi piace

  10. non mi riconosco in questo uomo di “destra” che scrive certe cazzate contro a delle ironie molto superficiali…
    gli uomini di destra, anzi le famiglie di destra, a ceglie son ben altre con altri ideali, l’80%, dei cosidetti “cuori fascisti”, ha votato caroli e quindi, ad oggi, si rispecchia nei programmi e nella cultura di questa amministrazione…

    avrei preferito, da un uomo di destra, solidarietà per il sindaco accredito e condanna al gesto..

    con 30 voti non sei degno di nominare la destra…

    Mi piace

  11. Manca solo Farinacci e qualche altro con l’olio di ricino e poi la squadraccia e’ completa ed operativa. Quant’è vero che la storia si ripete….anima di G.B.Vico, batti un colpo!!

    Mi piace

    1. Ecco Tony il saccente, meglio conosciuto come: “Ciccio la spocchia”. La botta l’hai presa dritta in testa, ma ti rendi conto di quello che scrivi? Dormi un po la notte, riposati, accetta che gli elettori non ti hanno voluto, fattene una ragione! Ora scrivi pure il tuo lungo e pesante monologo in risposta ricco di tante “cazzate” (come hai fatto ieri).

      Mi piace

      1. Sai, oggi non sono dell’umore giusto…e poi non sopporto gli uomini volgari con scarsi o nulli argomenti; forse uno dei prossimi giorni ti potrò concedere un breve sunto di quanto già scritto visto che tuttora ti rimane oscuro, una sorta di Bignami dei poveri. Un’ultima cosa: non rientra lontanamente nei miei desideri candidarmi in checchessia; candidato viene da candido=bianco, o meglio “pulito”….e sinceramente il più lindo di codesti candidati, tutti, pare uno scaricatore di carbone. Visto? Anche oggi ti ho comunque regalato un quanto di saggezza. Su, ringraziami.

        Mi piace

  12. Non ho mai visto un boccone che rimane così sullo stomaco, è vero pure che non è facile da digerire quindi bisogna anche capirli.
    E poi, da che il mondo è mondo i cavoli sono indigesti …
    quindi si consiglia MAALOX oppure CAAROLOX tre volte al dì.
    Nel frattempo si trovano in offerta delle ottime ventose per facilitare
    l’arrampicata su superfici lisce, ad esempio specchi.

    Mi piace

  13. A Ceglie dovremmo proporre la istituzione di una nuova lista di proscrizione per i politici…a Roma gli impresentabili …a Ceglie i…villani!!! Sapete spargere solo odio e offese, ma tanto non avrete lontano ***, e compagni…siete finiti, morti politicamente e non ve ne accorgete. Basta ricatti, basta imbrogli…BASTAAAAAAAAA!!!!!!!

    Il Diavoletto: Ho cancellato i nomi perché questi personaggi non sono più pubblici.

    Mi piace

      1. Ma quale magistratura? Ma non seguite più fiction e sopratutto leggete meglio atti e giornali visto che siete interessati……… Se la Vs speranza è che intervenga la magistratura a sovvertire il risultato elettorale e di consensi a Caroli , beh potreste anche fare la barba bianca. …….Auguri

        Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...