Comunicato stampa.

Apprendiamo dello sfogo suicida del parlamentare cegliese relativamente all’allarme lanciato di promesse di posti di lavoro in cambio del voto, di minacce di licenziamento in caso di mancato voto al candidato prescelto e di candidature forzate di dipendenti da parte di un imprenditore.

Invece di porre attenzione sulla gravissima e inquietante questione, ha accusato, per deviare l’attenzione, in maniera sconclusionata e falsa, l’ Amministrazione comunale.

  1. Non esistono candidati nelle nostre liste che siano lavoratori interinali del comune, a differenza di imprese schierate dalla sua parte che minacciano la perdita del posto di lavoro se i dipendenti non accettano la candidatura al consiglio comunale;

  2. Non esistono affidamenti diretti fatti in violazione della normativa vigente, invece esiste un conflitto di interessi enorme di un consigliere comunale della sua parte che ha sollecitato, pressato e sensibilizzato gli uffici comunali in relazione al trattamento di un’azienda da lui seguita professionalmente, la cooperativa Kalia, della quale compagine compariranno candidati, invece, nelle liste del candidato sindaco da lui sostenuto;

  3. E’ una calunnia il fatto dell’ esistenza di rapporti di lavoro con la ditta COGEIR nati successivamente alle elezione di Luigi CAROLI a Sindaco , in quanto la ditta che gestisce il servizio RSU era già cliente da anni dello stesso sindaco e che l’affidamento dell’ appalto era già avvenuto con l’Amministrazione FEDERICO.

Forte del ruolo parlamentare il Ciracì dimentica che le campagne elettorali non si fanno con le calunnie, le menzogne e le minacce ma con i programmi.

L’ Amministrazione Caroli è l’ amministrazione dei fatti e si propone di continuare a farli, lui rappresenta l’inconcludenza di un soggetto politico che pensa solo a se stesso e che è stato solo capace, in questi pochi mesi, di presentare interrogazioni e interpellanze parlamentari contro la sua Città.

La candidatura di un uomo di paglia non nasconde affatto che il parlamentare in questione abbia voluto sempre, da decenni, mettere le mani sulla città.

NON CI RIUSCIRA’ MAI

Firmato: Maggioranza Caroli

15 pensieri su “Comunicato stampa.”

  1. Comunicato della maggioranza(?) Carolina patetico oramai sono allo sbando e con le assicurazioni sono stati smascherati. Dimissioni è meglio se non si ricandidano

    Mi piace

  2. Maggioranza Caroli…..patetici!
    Sono accecati dal loro incubo, riescono solo a dire cattiverie.
    La maggioranza con la giunta più mediocre della storia.
    Ecco per cosa sarete ricordati.

    Mi piace

  3. “di minacce di licenziamento in caso di mancato voto al candidato prescelto e di candidature forzate di dipendenti da parte di un imprenditore”

    Perchè non riescono a trovare il lavoro da soli e vogliono uno stipendio cazzeggiando…
    Ceglie un paese di cazzacarn…..

    Mi piace

  4. sono un ragazzo che non ha avuto lavori interinali ma che comunque conosco tutti quelli che l’hanno avuto. Sono in attesa delle liste di Caroli e se ci sara’ qualcuno di loro o qualche loro parente prossimo, ne faro’ i nomi su questo blog. In quanto al comunicato, nella prima parte e’ veramente sgrammaticato? Ma chi l’ha scritto? Lo stesso Caroli o Antonello?

    Mi piace

  5. Il rammarico, l’assenza di una donna come candidata a sindaco. Dobbiamo aspettare ancora, per sfruttare la sensibilità e l’arguzia delle donne e metterle al servizio della comunità, per favorirne la crescita. Le donne sono una grande forza, hanno sensibilità ma anche praticità ed il dono della sintesi, abbiamo bisogno, perciò, della loro partecipazione per far crescere Ceglie Messapica, ma per adesso dobbiamo aspettare (peccato).
    Giuseppe Cancellieri

    Mi piace

  6. E quindi l’autorità Anti corruzione, il collegio dei revisori l’ispettorato della funzione pubblica, la Corte dei conti….. dicono tutte fesserie?
    Ma difendete ciò che è indifendibile.
    Quindi la veneziana non lavora per il comune?
    Non ci sono mogli o mariti di persone candidare che stanno con interinale al comune?
    Quindi oltre 400.000 alla DAF per le strisce è secondo normativa? Ci dite la norma per cortesia?
    Quindi un sindaco può con la sua attività garantire le inadempienze di una ditta e dall’altro lato come sindaco le deve contestare? E addirittura proporre transazioni?
    Quindi secondo voi si può fare?
    Ma avreste potuto fare una sola cosa intelligente. .. stare zitti.

    Mi piace

  7. Perchè non vengono pubblicati i nomi dei (***) parenti e amici dei soliti noti che da anni percepiscono stipendi interinali senza svolgere alcuna attività lavorativa?

    Mi piace

  8. ormai con questo comunicato siamo al delirio. Un consiglio a Perrino ormai prossimo sindaco di Ceglie: affidi a questi firmatari il rifacimento delle strisce pedonali, ormai sono specialisti

    Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...