Vogliono chiudere Alenia Grottaglie.

.

Ceglie Messapica. La campagna elettorale comincia a scaldarsi.

Il Dott. Dario Chirulli scende in campo con due liste.

La notizia è rimbalzata su Dagospia alle 18.04 “ECCO PERCHE’ IL NUOVO AD DI ALENIA E’ IL DURO FILIPPO BAGNATO: MAURO MORETTI VORREBBE CHIUDERE LA FABBRICA DI GROTTAGLIE, CONSIDERATA ‘IMPRODUTTIVA‘…”

Alle 19.33 la smentita: FINMECCANICA SMENTISCE: E’ QUINDI COMPLETAMENTE FALSA LA TESI DI UNA PRESUNTA VOLONTÀ DI CHIUDERE L’IMPIANTO ALENIA DI GROTTAGLIE – DAGO: CHI VIVRA’ VEDRA’….

Che paese sarebbe senza Tommaso Argentiero?

TOMMASO DEVI RI-CANDIDARTI!

L’ultimo suo comunicato stampa

Lavori Pubblici a Ceglie Messapica

La realizzazione e la gestione delle opere pubbliche a Ceglie Messapica ha determinato una serie di ritardi ingiustificati e la lievitazione dei costi determinati da varianti in corso d’opera (persino le rotonde hanno avuto “necessità” di variante).

I lavori per l’installazione dell’impianto di Videosorveglianza dovevano terminare entro il mese di ottobre 2014, quelli per la realizzazione del centro socio-assistenziale “Casa Mea” dovevano essere ultimati a dicembre 2013, la messa a norma ed in sicurezza dell’impianto di pubblica illuminazione doveva essere completata entro gennaio 2013, e qui regna il caos più completo, infatti non sono state nemmeno eseguite tutte le previste volture dei contratti dei contatori . Il centro per la valorizzazione dei prodotti tipici locali previsto presso la ex struttura del mercato coperto continua ad essere chiuso, il progetto Bollenti Spiriti, presso la struttura recuperata dell’ex mattatoio, con l’arrivo di Caroli e della sua maggioranza, è miseramente naufragato. Dei lavori di ristrutturazione delle scuole non si riesce ad avere notizie utili, i lavori presso il Museo Archeologico (MAAC) ,nonostante che la ditta abbia usufruito di un’anticipazione del 10% e il termine dei lavori era previsto per Dicembre 2014, sono ancora in corso. Per i lavori al campo sportivo, che per una promessa elettorale del Sindaco Caroli dovevano essere realizzati nei primi 50 giorni del suo mandato, per il momento ci dobbiamo accontentare di un disegnino messo in bella mostra nell’entrata del Comune.

Evito di proseguire con altri esempi , purtroppo i cegliesi e in particolare gli operatori commerciali della zona centrale di Ceglie Messapica stanno toccando con mano l’incapacità di una corretta programmazione dei lavori pubblici. Quello che sta succedendo in Piazza S. Antonio, dove da settimane il cantiere è fermo, ha dell’inverosimile. La realizzazione di lavori e servizi propedeutici alla messa in posa della pavimentazione della piazza dovevano essere previsti prima. Diventa inconcepibile che in una situazione del genere si continui a non aprire momentaneamente un varco, dividere in due parti il cantiere e consentire un passaggio pedonale.

La gestione dell’ufficio tecnico, settore opere pubbliche, del Comune di Ceglie Messapica è un vero colabrodo, dove sembra regnare l’improvvisazione e l’impegno costante e immotivato ad affidare incarichi esterni, procedure dirette senza una reale comparazione tra offerte e affidamenti artificialmente frazionati. In maniera specifica queste situazioni sono state evidenziate agli organi di controllo competenti e sono in corso specifiche verifiche.

Sui ritardi accumulati sulla realizzazione di alcune delle opere pubbliche evidenziate e sul possibile mancato rispetto dei capitolati speciali di appalto nei giorni scorsi ho inviato alcune denunce all’Autorità Nazionale Anticorruzione- servizio vigilanza.

Il recupero della funzionalità della struttura comunale, e tra questi il settore delle opere pubbliche, dovrà essere uno degli impegni prioritari per la nuova classe politica che avrà la responsabilità della futura gestione di questa città.

20 pensieri su “Vogliono chiudere Alenia Grottaglie.”

  1. Credo che il manifesto se è stato fatto ci saranno dei motivi e delle prove che verranno fuori quando usciranno le liste con i candidati , verranno fuori tante cose davvero interessanti e sicuramente qualcuno farà un salto a depositare qualche documento per dimostare cose molto strane.

    Mi piace

  2. Certo che sentire minacce di denunce per il manifesto di Mita da parte dell’Assessore dei bombardamenti non ha prezzo e poi anche col contorno di Locorotondo e Convertino. Ma da giugno in poi che faranno questi tre moschettieri? Se lo troveranno un lavoro serio?

    Mi piace

    1. (***) il sindaco di Cellino che un anno fa fece lo spavaldo dicendo “se sono colpevole venissero a prendermi alle 4 del mattino e a portarmi in prigione!”
      e un anno dopo…… così è stato!
      dal 31 CEGLIE libera!!!!
      o PERRINO o MITA o CHIRULLI ma questi via!

      Mi piace

      1. Sarebbe auspicabile che questa questione la risolvessero i cegliesi, non possiamo sempre delegare gli altri. Quello che stanno facendo è sotto gli occhi di tutti, e ci risparmiassero le loro false indignazione di fronte a un manifesto che parla molto chiaro.

        Mi piace

    2. Anche sprovveduti sono. Un manifesto che nessuno aveva notato lo hanno portato alla ribalta..e poi..perchè si sono sentiti chiamati in causa? coscienza sporca?

      Mi piace

  3. Per appagamento personale vorrei vedere le palestre scolastiche aperte con i ragazzi a fare sport, vorrei vedere i ragazzi suonare nel laboratorio bollenti spiriti, vorrei vedere ceglie più sicura con un impianto funzionante di Videosorveglianza, vorrei vedere operatori e associazioni presentare , vendere e valorizzare i prodotti locali nella struttura dell’ex mercato coperto. Una migliore percentuale di raccolta differenziata, grotte, museo, pinacoteca aperti, avrei voluto evitare a Ceglie il tracollo finanziario determinato da questa amministrazione comunale ecc. ecc. . Tommaso Argentiero

    Mi piace

    1. Che schifo.
      Povera Ceglie maltrattata e umiliata da certi personaggi.
      Non hanno fatto nulla.
      Solo promesse e veleni.
      Basta a casa devono andare.

      Mi piace

  4. “Quello che sta succedendo in Piazza S. Antonio, dove da settimane il cantiere è fermo, ha dell’inverosimile. La realizzazione di lavori e servizi propedeutici alla messa in posa della pavimentazione della piazza dovevano essere previsti prima. Diventa inconcepibile che in una situazione del genere si continui a non aprire momentaneamente un varco, dividere in due parti il cantiere e consentire un passaggio pedonale.” dice Argentiero.

    Io dico asfaltate e riaprite al traffico.

    Mi piace

  5. “…. L’Amministrazione Comunale si conferma, ancora una volta, per il suo buon operato e per il costante impegno per il recupero di tutte le situazioni di degrado presenti sul nostro territorio. Ceglie diventa ogni giorno più vivibile e più bella.
    Il Sindaco
    Luigi Caroli”

    Cosa ne pensate? Eccesso di ottimismo, affermazioni da campagna elettorale, dichiarazioni non veritiere?

    Mi piace

    1. Ormai questa frase di chiusura ha dell’epico. Presente (con minime varianti…) in TUTTI i comunicati stampa inerenti i lavori di riqualificazione. Considerato che, allo stato attuale detti lavori risultano fermi (Piazza Plebiscito, Anfiteatro, Via Ancona…) o non funzionanti (Mercato Coperto -mi riferiscono però che non rimarrà coperto a lungo causa crolli di calcinacci-, Videosorvaglianza…), mi chiedo: non sarà il caso di cambiare una frase così portatrice di sfortuna? Soluzione: propongo di assumere qualche (almeno 3!) interinale come “suggeritore delle frasi di chiusura comunicati stampa”. Dai su, vi voglio creativi e fantasiosi però! In questo modo la sfiga vi abbandonerà!!

      Mi piace

  6. Piazza Sant’Antonio, la sovrintendenza non ha dato ancora una risposta, l’acquedotto non sa come procedere, fa dei sondaggi e chiude, i lavori sono bloccati, non saranno finiti non soltanto per le elezioni ma nemmeno per la fine dell’estate. La riaprissero questa piazza con un poco di asfalto e a settembre riprendessero.

    Mi piace

  7. Cari ragazzi, non abboccate al ricatto infame di chi vuole comprarvi per 40 giorni di lavoro. Se proprio non ce la fate andate al nord, il lavoro lo si trova e ritroverete anche la vostra dignità. E poi, caro imprenditore, (***)?

    Mi piace

  8. Condivido l’invito a Tommaso Argentiero di ricandidarsi. I suoi comunicati sono la parte esteriore del suo impegno e rappresentano il suo miglior biglietto da visita. Piazza S. Antonio è lo scandalo più evidente e ultimo della cattiva amministrazione Caroli. Questi lavori bloccati sono l’immagine più chiara dell’approssimazione, dell’impreparazione e dell’incapacità. Non sanno cosa fare, brancolano nel buio. Se non avessero cominciato sarebbe stato meglio. Hanno voluto farlo per pure scopi elettorali, ma non erano assolutamente pronti.

    Mi piace

    1. Tommaso, la politica non è inquisizione. Hai sollevato mille questioni, scritto centinaia di lettere, inviato denunce. Cosa hai raccolto, cosa è stato scoperto di così illegale? Forse lo fai per appagamento personale? mah….fai tu, che ti devo dire!!!!

      Mi piace

      1. Il controllo da parte dell’opposizione sull’operato della maggiorana è un diritto e un dovere verso i cittadini. Se non ci fossero le basi, le osservazioni non verrebbero fatte.

        Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...