Accanimento terapeutico.

.

Ceglie Messapica, a proposito di Revisori dei conti…

Accanimento

 

COMUNICATO STAMPA.

La situazione di ostilità e ostruzionismo determinata dall’Amministrazione di Ceglie Messapica del Sindaco Caroli e dalla maggioranza NCD nei confronti del Collegio dei Revisori non è più tollerabile.

Da tempo il Collegio dei Revisori, tra le altre cose, denuncia la mancanza di collaborazione degli uffici, la mancata fornitura dell’attrezzature minime per svolgere adeguatamente la propria funzione di collaborazione e controllo,il mancato accesso al Sistema informatico contabile.

Nei confronti del Collegio dei Revisori è stato costruito ad arte un isolamento tecnico amministrativo

Come forze di opposizione abbiamo più volte evidenziato questa incomprensibile e ingiustificabile situazione

L’organo di garanzia del Collegio dei Revisori del Comune di Ceglie Messapica, per responsabilità precisa e voluta dell’Amministrazione Comunale, non viene messo nelle condizioni per adempiere a quello che è il suo compito primario “attività di collaborazione con l’organo consiliare” .

Come consiglieri comunali abbiamo sottoposto all’attenzione del Collegio dei Revisori decine di atti amministrativi sbagliati, illegittimi e carenti di giustificazioni amministrative.

Dalla lettura dei Verbali del Collegio dei Revisori risulta evidente che ,in merito alle nostre segnalazioni, l’organo di vigilanza contabile, finanziaria ed economica dell’ente non riceve , nonostante vari solleciti, alcuna documentazione e collaborazione da parte dei Funzionari nominati dal Sindaco Caroli.

Dal Verbale n. 79 del 24.03.2015 (scritto a mano perché redatto senza l’utilizzo di alcun supporto informatico) si legge: “ Per quanto concerne la documentazione a supporto delle Determine contestate dal consigliere Tommaso Argentiero il Collegio prende atto che nulla è stato fornito dagli Uffici e pertanto si stigmatizza tale comportamento”

L’ Amministrazione Caroli, nella sua folle corsa a depauperare la città di Ceglie Messapica, non ammette intromissioni di alcun genere da parte di organi di controllo e consiglieri comunali di opposizione chiamati a fare il proprio dovere.

Da tempo denunciamo la situazione di sperpero e di mancata correttezza nella predisposizione degli atti amministrativi. Situazione più volte evidenziata anche dal Collegio dei Revisori .

Questa situazione è ormai al vaglio della Corte dei Conti, Prefetto, Procura della Repubblica e altri organi dello Stato.

Alla luce di quanto evidenziato si ritiene doveroso esprimere piena solidarietà ai professionisti componenti del Collegio dei Revisori e offrire la massima disponibilità ai vari organi dello Stato interessati a fare piena luce su questa situazione di ostruzionismo nei confronti del lavoro e delle responsabilità dei Revisori e sulla situazione economica e finanziaria determinatasi al Comune di Ceglie Messapica.

Ceglie Messapica 03.04.2015 Tommaso Argentiero Consigliere Comunale di Ceglie Messapica “Noi con Federico”

5 pensieri su “Accanimento terapeutico.”

  1. Basta! A casa questi soggetti da bar. Fanno solo danni alla comunità.
    Scegliete chiunque ma mandate a cosa (***), ha avvelenato tutti i pozzi!

    Mi piace

  2. Non fanno nemmeno in tempo ad arrivare le fatture della (***) che vengono subito liquidate vedi la determinazione n. 215 del 3 aprile
    Tu che come me aspetti da mesi la liquidazione di fatture da parte di questi personaggi, aspetta e spera.
    VIA DEVONO ANDARE VIA

    Mi piace

  3. È una vergogna ed uno schifo quello che stanno facendo.
    Dobbiamo assolutamente bloccare questa continua prevaricazione delle norme.
    La giustizia farà il suo corso e sicuramente verrà tutto a galla ma oggi tocca a noi cittadini fermarli con il nostro voto.
    Vogliamo TRASPARENZA E ONESTÀ.
    A giugno vogliamo brava gente e questi attuali amministratori a casa.

    Mi piace

  4. Mi domando e dico: di grazia possibile che non esista un’Autorita’ qualsivoglia in grado di fermare lor signori, sindaco e assessori vari, che credono di poter fare il bello è il cattivo temo?!?! L’Italia, dunque, è diventato uno Stato in cui ognuno fa quello che gli pare e le Amministrazioni pubbliche sono cosa privata di ciascun amministratore?!?! Ma i principi di contabilità dello Stato esistono ancora e il TUEL è applicato da qualcuno, o meglio, qualcuno vigila sulla sua applicazione?!?!
    Confido nella Magistratura affinché non faccia sentire i cegliesi figli di un dio minore e ripristini la legalità in questo paese.

    Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...