Le prove dello scempio.

Un’antichissima muraglia dell’età del Bronzo sita in agro di Ceglie Messapica in località Facciasquata detta “Paretone del Diavolo” perchè a quanto sembra fu realizzata in una notte dal Maligno è stata FINALMENTE distrutta. Ora al suo posto abbiamo trame e orditi di ulivi. La zona è vincolata sia paesaggisticamente che archeologicamente ma comunque non fateci caso. Buona notte a tutti. Clicca qui per sapere in che zona si trovava questa muraglia.

Lo scempio

Esplora la zona.

9 pensieri riguardo “Le prove dello scempio.”

  1. non da storico perchè la storia qui centra una mazza.
    piuttosto è stato che dopo aver scoperto e inquadrato storicamente i vari beni rurali (specchie, tratturi, paretoni, chiesette rupestri, grotte, insediamenti neolitici ecc.), scritti libri con tante di documentazioni corredate da ampia documentazione fotografica non è stato compiuto il passo successivo e necessario perchè questi tesori dello stato entrassero veramente nel patrimonio dello stesso di modo che venissero poi compiuti i necessari passi per la valorizzazione togliendoli alla proprietà e alla disponibilità dei proprietari dei poderi, recintando zone, impedendone il saccheggio o il deturpamento ecc. Ci siamo accontentati del canto degli storici, degli specialisti mentre il tempo e gli uomini spadroneggiavano in lungo e in largo nella disponibilità degli stessi. Chi doveva non ha fatto , chi conosceva è rimasto imbrigliato nella semplice contemplazione dei beni, senza parlare poi delle collezioni private più ricche del museo di Egnazia e non si sa perchè sono private e non pubbliche. Poi la babele della burocrazia e delle responsabilità!
    Ignavia, ignoranza, predatori non nella terra di mezzo come piace a domenico ma su tutto il nostro territorio ricco di storia e più ricco ancora di ignoranti superficiali.
    Si può recuperare il tempo perduto e cio che resta sul terreno, nella nuda terra? mah, in tempi di spending review e sempre con la stessa solfa di tiritere specialistiche e burocratiche la vedo difficile se non impossibile.
    ac

    Mi piace

    1. Dalle vie e dalle piazze della Città, unanime si eleva un coro….ma quali peccati abbiamo commesso e in quale vita, per doverci sorbire le puttanate di ac?!?!?!
      BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Mi piace

  2. La cinta muraria in contrada Facciascuata è anche oggi visibile sulla via per Villa Castelli dal lato opposto all’ omonima strada vicinale. Di un tratto di quella cinta, la parte lontana dalla strada, sembra ci fossero delle tracce fino al 1998. Oggi risultano del tutto eliminate. Ho capito bene? Chiediamo allora spiegazioni ai proprietari di quei terreni se abbiamo foglio e particelle catastali.

    Mi piace

    1. Anche dopo il 1998. Per datare lo scempio basta verificare l’età degli ulivi impiantati. Per quanto concerne la localizzazione… PIU’ CHIARO DI COSI’! Comunque caro anonimo stanne certo… NESSUNO CHIEDERA’ SPIEGAZIONI. La legge vale solo nei confronti di chi realizza un bagnetto o una tettoia senza permesso.

      Mi piace

  3. No al ricatto clientelare.
    Tutto questo nell’ultima settimana
    10.000 euro a un associazione culturale diventata cooperativa all’occorrenza per manutenzione del verde.
    40.000 euro ad un altra cooperativa per manutenzione del verde.
    70.000 euro per 40 borse lavoro per manutenzione del verde.
    40.000 alla solita Coop per manutenzione del verde.
    15 lsu per la manutenzione del verde.
    Non sapevo che a Ceglie avessimo così tanto verde…..
    Nel frattempo il bilancio del comune è. .. al verde.
    Le tasche di qualcuno invece…..
    Bastaaaaa fermiamoli!!!!!

    Mi piace

    1. Almeno lavorano ragazzi e ditte cegliesi al contrario di quello fatto fin’ora con appalti dati sempre a ditte fuori ceglie e borse lavoro inesistenti così almeno un paio di ragazzi lavoreranno per un po di tempo vergognatevi disfattisti e comunisti. Altro che diventare ricchi informati prima di parlare di argomenti a te sconosciuti.

      Mi piace

  4. Ignoranza dei proprietari terrierie? Abuso? Chi doveva controllare non ha controllato? La classica storia italiana.
    Oggi siamo orfani di pezzi millenari di storia!
    VERGOGNA

    Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...