Si sono buttati a pesce!

Avete visto che sfilza di comunicati da parte dei politici locali? C’è quello che si mette sempre gli occhiali sulla fronte e ti guarda con sguardo truce, c’è quell’altro che s’è portato mezzo ospedale Cegliese a San Pietro Vernotico, poi ci sono i piccoli politicanti di mezza tacca locali, i venditori di Folletto che esprimono solidarietà, impegno e chi più ne ha più ne metta. La verità è che vogliono papparsi i voti degli operai e delle famiglie dei lavoratori della Tecnomessapia. A loro E SOLO A LORO va la solidarietà del Diavoletto!

Se invece vogliamo capire davvero cosa sta succedendo in Alenia, leggiamo questo articolo. E’ interessante.

Tecnomessapia 2

16 pensieri su “Si sono buttati a pesce!”

  1. Io non solidarizzo con nessuno. Gran parte di quella gente si è venduta l’anima per un tozzo di pane. Chi non è stato capace di leccare è rimasto fuori. Bravi a tutti! Complimenti!

    Mi piace

  2. A volte convenienze e rispetto umano (siamo nati e cresciuti nello stesso quartiere, siamo della stessa contrada, in paese ci conosciamo quasi tutti… ecc. ecc.) fanno crescere i peli sulla lingua e gente che abitualmente straparla, in alcune particolari situazioni, non riesce a chiamare le cose col loro nome. oppure parla a vanvera.
    Ceglie ha una vocazione aerospaziale o -nautica di qualsiasi tipo? A parte lo sfottò ormai secolare di “lu mare a Cegghj” e qualche decina (una o due) di impiegati nella burocrazia periferica della Marina, credo che nessuno dei cegliesi abbia mai avuto o coltivato velleità di genere -nautico.
    Grottaglie stessa, mezzo secolo addietro, fu “usata” dalla Democrazia Cristiana per collocare a spese della collettività qualche decina di “clienti” sostenitori della circoscrizione elettorale della Camera (BR-LE-TA) e più recentemente è stata “riutilizzata” per scorporare qualche pezzo in esubero dell’industria aeronautica brindisina per non scontentare amici ed amici di amici.
    Ripeto allora l’invito del commentatore delle ore 07:47
    “Se vi capita un lavoro diverso non lasciatevelo sfuggire.”
    Perché?
    Forse perché a volte bisogna chiamare le cose col proprio nome: delocalizzazione e caporalato non fanno rima ma in alcuni casi stanno insieme.

    Mi piace

  3. Quel tale che si mette sempre gli occhiali sulla fronte e cioè l’assessore regionale al lavoro ha evidenziato come in tempi non sospetti la regione abbia sostenuto l’Alenia nel settore della ricerca e sviluppo. Non ha detto che ha dei meriti nella soluzione della vertenza.
    Chi si illude di averne sono i lavoratori. E invece se si fosse trattato di crisi vera nessuna manifestazione sarebbe stata in condizione di risolverla.
    Esprimo anch’io la solidarietà a questi lavoratori, ma accompagnata da un consiglio. Se vi capita un lavoro diverso non lasciatevelo sfuggire. In un mercato globale non esiste un’attività sicura. Pensate che i lavoratori indipendenti vivono nell’insicurezza da sempre. Eppure convivono con essa. Non avrebbero pure loro diritto alla solidarietà?

    Mi piace

    1. Conviene soffermarsi sul tema delle illusioni.

      In politica, quella buona, bisogna saper distinguere tra le cose desiderabili ma non possibili e quelle invece fattibili. E’ questo un argomento che divide la sinistra italiana ed europea e non da ora. Il buon senso vorrebbe che si trovasse un punto di incontro attraverso il reciproco rispetto e le discussioni pacate.

      Tsipras, Podemos, la Cgil, la Fiom, Sel e la stessa minoranza Pd sostengono le cose desiderabili. Il fatto è che i desideri non sempre sono attuabili e spesso stridono con la realtà del funzionamento dell’economia.

      Prendiamo il jobs act. E’ perfettibile, ma a giudizio di chi il lavoro è in condizione di crearlo è un buon testo adatto alla realtà. Che poi non rispetti i pareri espressi dal Parlamento è un problema teorico. Se li rispettasse sarebbe meno efficace e rientrerebbe tra le cose soltanto desiderabili.

      Prendiamo Tsipras. Ha dovuto – e non voluto – far marcia indietro su molte promesse elettorali e subito all’interno del suo partito si è creata una minoranza molto critica che già grida al tradimento. Tradimento di che? Dei desideri inattuabili?

      Prendiamo il discorso sullo spazio politico a sinistra del Pd. Esiste per i desideri inattuabili, non c’è per le cose fattibili. Non è soltanto la legge elettorale maggioritaria che lo impedisce. Il fatto è che quando questa formazione dovesse passare dai desiderata alle cose realizzabili perderebbe i propri consensi.

      Tuttavia le illusioni sono dure a morire e molti su di esse vorrebbero vivere.

      Mi piace

      1. piu’ realista del re.il quotidiano pensiero cinico ed astratto di chi ha la pancia piena.
        Fattibile cosa è,,,,,chi ha il potere pretende sempre di piu’ da quello che sta sotto (fino al 800 è stato cosi ed in alcuni regimi, ).dobbiamo ritornare indietro sui diritti?sul lavoro? poi passeranno alla parola ecc….. sarei curioso di sapere il lavoro che fai o hai mai fatto in vita tua.Io sono un libero professionista è mi da molto fastidio quando i miei colleghi giocano a ribasso (per te fai capire che conta il mercato…..eventualmente come agli amici del renzino che ne parlano ..ma poi campano ….. con la….. politica).Guarda il tuo idolo merchionne……vuoi un consiglio? stai con i piedi per terra!..e goditi la pensione…(contributiva)

        Mi piace

        1. Non ho bisogno di far conoscere a te la mia professione. Non ne vedo il motivo perché non ho esposto delle opinioni in funzione dei miei interessi personali.
          Però da come ti esprimi non credo tu sia un professionista. Mi riferisco al modo di scrivere e ai contenuti. Ma non pretendo che tu lo sia. Ho capito che sei forse un grillino.

          Intanto non hai risposto a tono. Cosa c’entra con il mio discorso l’ottocento, “quello che sta sopra, quello che sta sotto”, certi regimi. Ho comunque capito che ti riferisci alle tutele dei lavoratori.

          Se è così hai un’evidente posizione ideologica e poco legata alla realtà. Non hai chiaro come stiano le cose.
          Il lavoro dipendente ce n’è poco perché c’è la crisi e le imprese non investono. Non lo fanno in quanto non ne trovano la convenienza. Meglio perciò qualche diritto in meno per i neoassunti che rimanere senza lavoro.

          Se il jobs act non dovesse contribuire ad aumentare l’occupazione, nessuno arretrerà. Purtroppo il disoccupato resterà tale. Se invece l’occupazione aumenterà e l’economia andrà bene, nessun imprenditore effettuerà dei licenziamenti magari perché “sta sopra”.

          Non ho voluto convincerti. Resta pure delle tue opinioni, purché siano tali, alternative alle mie e non insulti. Infine “stai sereno”, la pancia non ce l’ho piena perché faccio dieta.

          Mi piace

          1. Se l’occupazione aumenterà le leggi volute dal tuo idolo merchiona rimmarranno…. come nell’800 (quando le famiglie nelle masserie lavoravano dalla mattina alla sera per un tozzo di pane …allora così si combatteva la disoccupazione).

            P:S:,ho votato il renzino quando parlava un’altra lingua ,,,quella del popolo non quella delle pancie piene???????… che si mettono a dieta come adesso che gli stanno facendo annusare il potere al governo dei DL, e che si mettono a cuccia a loro servizio…pensando all’osso del padrone

            Mi piace

        2. Rispondo al commento delle 18.50
          Adesso il quadro è più chiaro tra Merchiona e pancie con la i.
          A volte scherzo pure io, però non mescolo mai argomenti seri e scherzosi.

          Mi piace

  4. L’interessamento da parte di qualche politico per i lavoratori della Tecnomessapia, proprio alle porte delle elezioni comunali, è un vero e proprio atto di sciacallaggio!!!!

    Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...