Ogni scarrafone è bello a mamma soia

Anche i tedeschi e gli austriaci avevano un’anima. La più grande mattanza della storia oggi sarà rivissuta a Ceglie Messapica nella sala del Castello Ducale dalle ore 17,30.

La Puglia e la Grande Guerra.

Con la Professoressa Maria Carla Maggiore ed il prof. Vito Antonio Leuzzi.

4 pensieri su “Ogni scarrafone è bello a mamma soia”

  1. Non fanno in tempo a correggere un errore che ne fanno altri 3.
    Anno Nuovo errori sempre….
    Delibera di Giunta n.6 relaziona l’assessore Leporale peccato però che è assente.
    Provate a pensare come gestiscono i nostri soldi…..
    Un disastro, devono tornarsene ai loro mestieri, non possiamo subire un simile disastro amministrativo e sociale.

    Mi piace

  2. Speriamo che ricordino anche la mattanza che ha colpito Ceglie Messapica in quest’ultimo quinquennio. In ogni caso è un “periodo” che passerà alla storia.
    Quindi i nostri nipoti, un giorno capiranno chi ha ridotto così il paese.
    Noi lo abbiamo capito oggi, troppo tardi!

    Mi piace

    1. eeh già corsi e ricorsi della storia……non fosse per la Germania, il Belgio, la Francia, l’Inghilterra ed il nord Italia sin dagli anni 60/70 proprio grazie alle rimesse degli emigranti Ceglie riuscì a risollevare la sua sorte.
      A causa di questa crisi recessiva proprio in quest’ultimo quinquennio è tornato il fenomeno dell’emigrazione tanti giovani sono partiti per la Germania, l’Inghilterra persino l’Australia, rispetto al passato che si partiva con l’intento di farvi ritorno e quindi vivere altrove una vita grama per acquistare appartamenti e terreni qui a Ceglie questa volta sarà improbabile che accada di nuovo il fenomeno delle rimesse degli emigranti.
      Giusto è troppo tardi i nostri giovani sono partiti e continueranno a partire, sono state fatte scelte scellerate di sperpero che non hanno creato lavoro vista la grama offerta rispetto alla enorme domanda artigianato ed industria sono state abbandonate al loro moribondo destino, si sarebbero potuto destinare risorse a nuove intuitive start-up di produzioni innovative e tecnologicamente avanzate per riempire capannoni di giovani ai cicli produttivi, invece si è preferito scialare soldi in sperperi con zzumpa zzumpa cantando ballando ballando gira e rigira alè alè alè per feste estive e di Natale.
      Adesso che in ogni famiglia ci sono emigrati, non c’è più niente da festeggiare ed è inutile riflettere che razza di anima avevamo ed abbiamo noi come è altrettanto inutile riflettere se i tedeschi e gli austriaci avevano ed hanno un’anima adesso.
      Invece bisogna riflettere come mai in Austria c’è un siderurgico tecnologicamente avanzato e produttivo nel bel mezzo della grande Città di Linz ad emissione zero che non uccide nessuno di cancro ed anche in Germania un altrettanto siderurgico che produce ad emissioni zero occupando la metà dello spazio del siderurgico di Taranto che uccide e producendo gli stessi quantitativi.
      CHI HA L’ANIMA TEDESCHI ED AUSTRIACI o NOI GLI ITALIANI ED I CEGLIESI DEDITI AD INUTILITA’?

      Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...