Carcasse di rana nel salame.

    Caro Diavoletto,

Ti segnalo una recentissima decisione del Tribunale di Brindisi in materia di igiene alimentare.

Il caso ha visto protagonisti una famiglia di Ceglie Messapica che, dopo aver acquistato da un locale Supermercato una confezione di salame prodotto da un’azienda del Nord, all’atto di consumare il prodotto scopre che all’interno di esso, misto alla carne ,c’era la carcassa di una rana. La tempestività della denuncia sporta dal padre alla locale stazione dei carabinieri ed il successivo intervento dei N.A.S. hanno consentito che a carico del rappresentante legale dell’azienda produttrice si aprisse un procedimento penale per il reato p. e p. dall’art.5 L.283/1962. Inoltre, i malcapitati consumatori si sono rivolti al sottoscritto avvocato per ottenere il risarcimento dei danni. In data 30 giugno u.s. il Giudice Monocratico del Tribunale di Brindisi, Dr.ssa Moschettini ,ha riconosciuto la fondatezza delle ragioni addotte  dagli attori ed ha condannato l’azienda produttrice del salame a risarcire i danni non patrimoniali nella misura di € 1.500,00 per ciascuno attore, oltre alle spese processuali.

Ritengo che il caso debba avere il giusto risalto,atteso che le aziende alimentari non possono impunemente nuocere alla salute dei consumatori, pur di massimizzare i profitti.

Grazie per l’attenzione che vorrai dedicare. Cordiali saluti.

Avv.Giuseppe Vitale

Diogene intanto ricordava qualcosa in merito a quest’episodio ed è andato a fondo in questa storia. Tutto è iniziato il 2005…. clicca qui.

10 pensieri riguardo “Carcasse di rana nel salame.”

  1. due cosucce brevi brevi.
    la prima a proposito della igiene alimentare. C’è una recente sentenza, la 6104 del 2014 pubblicata il 10 febbraio dalla III° sezione penale della cassazione avverso un fruttivendolo per aver esposto in strada al di fuori della bottega frutta e verdura con la motivazione che la merce in questione era sottoposta agli agenti inquinanti dell’aria e soprattutto agli agenti della combustione prodotti dal traffico cittadino, nonchè polveri varie. Ora , nel nostro paesello la pratica di metter fuori bancarelle è antica e mai sottoposta al controllo quando in alcuni casi la frutta e la verdura diventano alimenti pericolosi per la salute che io sconsiglierei di comprare sempre.
    Il fruttivendolo rischia addirittura una condanna penale e immagino che un giro di controllo da parte del comando dei vigili non guasterebbe visto che tra l’altro non solo si vende merce avvelenata ma spesso si occupa abusivamente anche parte della sede stradale causando non poche difficoltà di ciroclazione . Una cosa da fare subito soprattutto per il traffico in aumento per la presenza di cittadini stranieri.
    In attesa disertate i fruttivendoli che vi vendono la merce esposta al traffico delle macchine e alle polveri sottili e meno sottili presenti nell’atmosfera. A cui mi permetto di aggiungere un’ultima considerazione: la nostra area compresa tra le città industriali di taranto e brindisi è già sotto stress , critica,con casi tumorali fuori dalla norma e mangiare frutta e verdura avvelenata non ci rende più tranquilli.
    Seconda cosuccia a proposito di comizi e libertà.
    Non sono d’accordo con il sindaco nel negare al neo onorevole l’ennesimo comizio perchè magari oltre agli auguri di rito potremmo rivolgergli qualche domanda del tipo: come si sente con tre stipendi al mese quando i suoi giovani appena usciti delle primarie non hanno soldi per campare, se intende rinunciare a qualche prebenda e fare onore davvero alla casta di cui si onora da tempo di appartenere, poi come intende spendere il suo tempo e il nostro, che tipo di promessa vuol farci escluso quelle di nuove elezioni cittadine ecc.
    così lui ringrazierà noi e noi ringrazieremo lui e tutti felici e scontenti.
    anonimo cegliese

    Mi piace

    1. Sono sorpreso dall’ipotesi di inquinamento della frutta esposta all’esterno dell’esercizio perché penso alle consumazioni all’esterno dei bar, dei ristoranti, delle trattorie, delle pizzerie. Dovremmo allora proibire anche quelli.
      In Italia spesso si esagera e si trova il pelo nell’uovo non volendo vedere le travi.

      Mi piace

    1. ANCORA CON QUESTO COMIZIO?????
      MA SECONDO TE ..UN TURISTA CHE VIENE IN PIAZZA E SI VEDE UN SCENA POLITICA DAVANTI ..SECONDO TE CHE FA’?? RESTA LI E APPLAUDE ANCHE??? NON E’ QUESTIONE DI COSTITUZIONE O MENO..E’ SOLO BUON SENSO! TROVATEVI UN’ ALTRA PIAZZETTA!!!!

      Mi piace

          1. Hai scritto due commenti in contraddizione tra di loro. In uno hai denigrato DELIBERATAMENTE il lavoro degli operatori commerciali di Piazza Plebiscito. Tutto finalizzato ad alimentare odi e rancori.

            Mi piace

          2. non riesco a capire la contraddizione:
            non ho odio ne’ rancore verso nessuno, e’ solo un mio punto di vista da normale cittadino e mi metto solo nei panni di un turista che viene a ceglie e apprezza il territorio e la campagna circostante ma se fa un giro in centro non credo possa apprezzare altrettanto.
            in merito alla diatriba comizio in piazza..non sono coinvolto politicamente e quindi do’ un giudizio sempre da cittadino che ama ceglie e vuole farla amare anche ai turisti!
            tutto qua!
            se criticare l’operato e’ sintomo di PROVOCAZIONE e SEDICENZA ( come mi hai appellato) allora stiamo in silenzio e rimaniamo anonimi ( come molti fanno)!!
            giovanni!!

            Mi piace

          3. Anche tu sei anonimo, ma non è questo il problema. In questo luogo puoi scrivere quello che ti pare in tutta libertà ma devi aspettarti anche risposte in libertà. Ovviamente la piena libertà è limitata solo ed esclusivamente a problematiche relative alla sfera e personaggi pubblici.

            Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...